House of Genius: Moncler sfila in Galleria a Milano

avatar
8 Novembre 2019

Moncler inaugura la nuova boutique milanese in Galleria Vittorio Emanuele II tramite House of Genius, un progetto tra futuro e heritage ideato da Remo Ruffini.

Ieri sera, giovedì 7 novembre 2019, a Milano, si è svolta la presentazione della prima House of Genius di Moncler nella città meneghina firmata Remo Ruffini. Come ogni anno, il brand di moda, torna a stupirci e ad affascinarci con le sue sfilate iconiche e infatti ieri nella Galleria Vittorio Emanuele II si è tenuto uno show all’altezza delle aspettative.
House of Genius, come ne abbiamo già parlato qui, è un innovativo progetto lanciato dalla casa di moda di origine francese nel febbraio 2018 durante Fashion Week e che continua a evolvere, fedele al proprio motto: “one house, different voices”.
In questa stagione il gruppo di persone coinvolte nella realizzazione del progetto non saranno solo designer ma anche artisti, musicisti e creativi.

Un modo speciale per battezzare il temporary concept store, che rimarrà aperto fino alla fine di gennaio 2020. Parallelamente a quello di Milano, sono stati aperti altri concept store a Tokyo e Parigi al 60 di Avenue des Champs-Élysées. 

Il curatore del format è Francesco Ragazzi, che ha immaginato l’area di vendita come una galleria d’arte in cui installare nuove opere, ovvero le collezioni legate al progetto Moncler Genius insieme ad articoli inediti e disegnati per le città ospitanti. 

Questo progetto innovativo prende forma in un luogo simbolo della città ovvero la Galleria Vittorio Emanuele II che è stata trasformata per alcune ore nel teatro della performance della casa di moda.

Ciò ha permesso la resa di un fantastico contrasto col classicismo neorinascimentale ottocentesco che caratterizza la Galleria e la modernità del progetto House of Genius

I protagonisti dell’evento sono stati modelli e ballerini che hanno indossato giacche Moncler vintage, in omaggio alla memoria autobiografica del marchio secondo Vanessa Beecroft, artista italiana specializzata nell’espressione artistica del tableau vivant ovvero la realizzazione di “quadri viventi”.

È stata sua l’idea di performare all’interno della Galleria Vittorio Emanuele II e di coinvolgere modelli e ballerini per creare una sorta opera di arte vivente che riflette la sua arte.
Un’iniziativa analoga era stata già realizzata in passato da Moncler.
Nel 2008, alla Triennale di Milano, sfilarono cento modelli indossando un piumino dell’omonimo marchio.

Testo di Anna Cardaci

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share