Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma

Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma

Aurora Alma Bartiromo · 3 anni fa · Style

[save_the_date]
Qual è la prima cosa che ti viene in mente quando pensi a Roma? La Città Eterna, il Colosseo, i nasoni, i pini marittimi, il raccordo anulare, i vicoli di Trastevere, la Tangenziale Est, Venditti?

Per molti la risposta è una e sempre lo sarà: Totti, il Capitano.

Quest’anno si celebrano i 25 anni della sua carriera sul campo da calcio e Nike ha deciso di rendergli omaggio con la release di una Limited Edition specialissima, Tiempo Totti x Roma, e una tre giorni – dal 27 al 29 Aprile – in cui verranno coinvolti designer, fotografi e artisti da Roma, per Roma.

La scarpa, ovviamente da calcio, è color oro per ricordare i fasti del Capitano, così come della Roma, sia come squadra che come città. La scritta “TOTTI” sul retro, i nomi dei figli con la sua calligrafia, il numero romano ‘X’, la parola “Aeterno” e l’interno in rosso porpora completano questo gioiellino disponibile da oggi su nike.com e presso il Pop-Up Store “Totti X Roma” in sole 2.500 paia.
Solo 500 pezzi worldwide per la 97 dello stesso colore, che uscirà il 19 Maggio, ma che è stata presentata in anteprima mondiale all’interno del temporary store dedicato al Capitano dove ne verrano venduti ulteriori 150, prima di scomparire di nuovo per almeno un anno.

Da domani invece comincia la 3 giorni al Pop-up Store Nike di Piazza San Lorenzo in Lucina. Si comincia con 6 giovanissimi designer dell’Istituto di Moda e Costume che lavoreranno alla rivisitazione di una jersey da calcio della Roma senza tralasciare né la storia né l’innovazione. Nel frattempo 3 fotografi dell’ISFCI, la storica scuola di fotografia di San Lorenzo, esporranno le foto che hanno scattato ai luoghi simbolo del Capitano: il posto dov’è nato, il grattacheccaro dove andava sempre, Testaccio, lo stadio e qualunque altro angolo della Capitale lo possa in qualche modo rappresentare. Per chiudere in bellezza, 3 street artist – Gemello, Solo e Diamond – customizzeranno 3 maglie della Roma arricchendole con il loro stile unico.

Insomma, la Città Eterna – per forza di cose e per fortuna – non muore mai e così i suoi miti e le persone che continuano a lavorare perché preservi tutta la sua bellezza e per restare in tema: “Roma Roma bella, t’ho dipinta io, gialla come er sole, rossa come er core mio, Roma Roma mia”.

Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al

Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al

Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma | Collater.al

When:
27-29.04.2017
Where:
Piazza San Lorenzo in Lucina, Roma
Website:
nike.com
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma
Style
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma
Nike presenta gli scarpini in edizione limitata Tiempo Totti X Roma
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote

Federico Fabbri · 3 anni fa · Style

Come immaginate l’auto che guideremo nel 2030? Questa è la domanda che Pininfarina e Quattroruote hanno posto agli studenti dello IED di Torino, coordinati da Alessandro Cipolli. La risposta è arrivata puntuale durante lo scorso Salone dell’Automobile di Ginevra, dove è stata presentata Scilla, concept car a emissioni zero.

Il nome scelto fa riferimento al mito greco della ninfa dagli occhi azzurri, che fu intrappolata da Glauco, figlio di Poseidone, nelle sembianze di un mostro marino. Analogamente, l’automobile contemporanea è rimasta imbrigliata in quelle forme che tutti conosciamo bene. Scilla si discosta dal passato e dalla tradizione, riscattandosi dai volumi cui siamo abituati, riavvicinando quindi il mezzo di trasporto alla sua essenza primaria, riportando alla luce ciò che si era perso. Il risultato è una silhouette che crea un connubio tra ordine, pulizia del tratto e leggerezza estetica.

Conducente e passeggero sono incapsulati in un layout 1+1 proprio dei caccia da combattimento della generazione passata. Ogni ruota ospita un motore plug-in/plug-off proprio, capace di gestirsi quasi in totale autonomia rispetto agli altri. La carrozzeria si appoggia delicatamente sugli elementi meccanici. Ne deriva una forma tesa, ma al tempo stesso sinuosa e dalle superfici fluide. Un veicolo che è stato immaginato per muoversi liberamente e quotidianamente in quello spazio stradale che sarà totalmente ridisegnato da mezzi come questo. Scilla presenta un sistema rivoluzionario d’interazione uomo-automobile che, attraverso lo sterzo e il volante, monitora in tempo reale l’esperienza di guida, percependo eventuali situazioni d’instabilità o pericolo in viaggio, garantendo la sicurezza degli occupanti.

Il progetto è stato realizzato dallo sponsor principale, NCS – New Cast Services, in collaborazione con OZ Racing, Pirelli, Freeland, CAD Evolution, CMS Industries e AM Costruzione Modelli, nonché supportato dalla Fondation Dessault Systèmes.

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote | Collater.al

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote | Collater.al

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote | Collater.al

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote | Collater.al

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote | Collater.al

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote | Collater.al

Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote
Style
Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote
Scilla, la concept car firmata da IED, Pininfarina e Quattroruote
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Tiempo Totti X Roma – Day 1 | Design: La jersey del futuro

Tiempo Totti X Roma – Day 1 | Design: La jersey del futuro

Aurora Alma Bartiromo · 3 anni fa · Style

Oggi tempo incerto sulla bellissima Roma, ma la pioggia non può fermare il sole ma solo metterlo in pausa per un po’ ed è facilissimo ritrovarlo nei riflessi dorati del Pop-up Store in Piazza di San Lorenzo in Lucina.

Così, senza ombrello e senza timore, mi sono recata a conoscere i ragazzi che hanno lavorato alla “jersey del futuro”, quella che indosserebbe il nostro Capitano in una A.S. Roma del futuro.

Tra il susseguirsi continuo di fan pronti ad accaparrarsi la limited edition prima che sia troppo tardi, chiedo a Pietro De Feoart director e grafico del progetto – e a Serena Scozzafavapattern maker e fashion designer – di raccontarmi tutti i dettagli della jersey da loro ideata perché anche se super minimal dentro c’è un mondo.

Pietro:
Questa che vedi è una rivisitazione della maglietta della Roma del futuro. Siamo partiti da questa domanda: “Come saranno le partite nel futuro prossimo?”. Quello che ci siamo immaginati è sicuramente una maggior interazione con il pubblico. Da qui il Qr Code, pensato per darti tutte le informazioni live sul giocatore che indossa la jersey. Tutto questo ovviamente in un mondo di spettatori muniti di Google Glass che ti permettono di zoomare a mille dalla tribuna.

Queste linee su girocollo, giromanica, fondo e centro hanno dei sensori che si collegano al Qr Code, sono delle linee ispirate al Codex di Luigi Serafino, un artista degli anni ’80 che immaginava un mondo del futuro, anzi, più che altro un mondo che non esiste, parallelo a quello in cui viviamo. Fra i concetti di questo mondo c’era una sezione sui vestiti in cui apparivano degli abiti proprio con queste linee, che tra l’altro sono anche quelle che si vedono raffigurate su alcune tuniche degli antichi romani.

Serena:
Il colore è stato ripreso dalla vecchia maglia di Giannini, inoltre abbiamo voluto riproporre il lupetto che era da un po’ che non si vedeva. Tutti i pattern, invece, sono stati realizzati con 3Swoosh di Nike. – Che poi sarebbe il legame tra Nike e Totti perché, come vedi, vanno a formare il numero 10 (n.d.r. quello della maglia del Capitano).
Abbiamo scelto l’oro perché era un richiamo alla persona di Totti che è visto un po’ come un imperatore. – Innovazione ma anche tradizione, infatti quel lupetto è proprio quello a cui tutti sono affezionati.
Dei richiami un po’ “coatti” ci devono stare per forza. Però allo stesso tempo abbiamo immaginato una maglia un po’ minimale perché il calcio del futuro lo vediamo più ‘clean’.

Pietro:
Questo video celebrativo che vedi qui invece è stato realizzato dai ragazzi di Ostia Male (Lorenzo Cesari, Adriano Lucarelli e Nicola Tiberio). Insomma abbiamo radunato un po’ di giovani creativi del panorama romano. Alla realizzazione della jersey infatti hanno collaborato anche Lorenzo Trivelli e Tommaso Arnaldi (entrambi graphic designer) e Emma Allegretti (illustratrice).

Ostia Male:
Siamo un gruppo di Ostia e abbiamo cominciato a muoverci sul territorio con la serigrafia e la musica techno, per questo progetto abbiamo pensato a un video celebrativo diverso dal solito, non il classico video di “Totti Gladiatore di Roma”, ma più che altro qualcosa da cui possa trapelare la sua appartenenza al popolo romano, il suo essere visto come una divinità. Inoltre abbiamo stampato in serigrafia questi dettagli della maglia in modo da poter isolare e spiegare ogni singolo particolare. Ostia Male è un canale che ci permette di esprimerci con tutti i mezzi a cui siamo più affezionati: la musica techno, l’abbigliamento, l’organizzazione di feste ed eventi, la serigrafia e ultimamente anche la realizzazione di video.

Tiempo Totti X Roma - Day 1 - Design: la jersey del futuro | Collater.al

Tiempo Totti X Roma - Day 1 - Design: la jersey del futuro | Collater.al

Tiempo Totti X Roma - Day 1 | Design: La jersey del futuro | Collater.al

Tiempo Totti X Roma - Day 1 | Design: La jersey del futuro | Collater.al

Tiempo Totti X Roma - Day 1 - Design: la jersey del futuro | Collater.al

Team Day 1
Pietro De Feo – Art Director e Grafico
Serena Scozzafava – Pattern Maker e Fashion Designer
Lorenzo Trivelli – Grafico
Tommaso Arnaldi, Grafico
Ostia Male – Video Maker e Serigrafie
Emma Allegretti – Illustratrice

Tiempo Totti X Roma – Day 1 | Design: La jersey del futuro
Style
Tiempo Totti X Roma – Day 1 | Design: La jersey del futuro
Tiempo Totti X Roma – Day 1 | Design: La jersey del futuro
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Tiempo Totti X Roma – Day 2 | Photography: I luoghi dell’infanzia

Tiempo Totti X Roma – Day 2 | Photography: I luoghi dell’infanzia

Aurora Alma Bartiromo · 3 anni fa · Style

Il secondo giorno passato nel pop-up store giallorosso è stato dedicato ai fotografi, 3 ragazzi – chi più tifoso chi meno – dell’ISFCI di San Lorenzo, storica scuola di fotografia.

Una giornata amarcord perché le foto hanno una direzione ben precisa a quanto pare, quella del ricordo. Perché è risaputo che i compleanni lasciano sempre quel retrogusto di cose passate, un equilibrio sottile tra il principio di un sorriso e l’occhio lucido.

Insomma, ci siamo capiti, ma – senza diventar poeti – sentiamo quello che hanno da dire i nostri tre “cacciatori di ricordi”.

Giuseppina:
Siamo 3 allievi dell’Istituto Superiore di Fotografia di San Lorenzo e abbiamo lavorato a questo progetto seguendo la direttiva dataci dal nostro insegnante: ripercorrere i luoghi dell’infanzia di Francesco Totti. Per capirci, posti come Porta Metronia, dove è nato, il campetto da calcio dove giocava, Trigoria… L’obiettivo era rievocare emozioni.

Dario:
Io li conoscevo tutti perché sono un tifoso sfegatato.

Carolina:
Io non tanto, infatti per me è stata anche una specie di esplorazione, uno scoprire.

Dario:
I primi luoghi che mi sono venuti in mente sono stati via Vetulonia, il campo della Romulea e il campo di Testaccio però quest’ultimo ormai non c’è più, purtroppo. Il mio approccio è stato molto street. Ho girato il quartiere e ho cercato di descrivere più che altro i luoghi, in particolar modo il campo della Romulea a Porta Metronia.

Giuseppina:
Per quanto riguarda me, invece, il lavoro che ho portato avanti ha sfumature a tratti “teatrali”, m’interessava il dietro-le-quinte. Mi piaceva l’idea di queste gambe al limite che sembrano quasi uscire dall’immagine. Una visione un po’ metafisica…

Carolina:
Io sono rimasta legata al tema del ricordo, una visione un po’ più romantica. Per ricordare i primi passi di Totti nel mondo del calcio. Una rievocazione di qualcosa che c’è ancora però fa parte del passato, a tratti evanescente.

Prima di salutare i ragazzi arriva anche il loro insegnante e quindi perché non chiedergli qual era il suo intento iniziale…

Dario Coletti:
Usare lo sguardo come se fosse lo sguardo di un bambino, di un ragazzo che comincia la sua carriera nel mondo del calcio, quindi andare nei luoghi dell’infanzia di Totti proprio per individuare lo sguardo di Totti stesso, ad esempio: “com’era il campo con quella luce di quel pomeriggio di tanti anni fa?” È proprio come se il lavoro fosse realizzato per Francesco Totti, per riportare il suo sguardo a tutte le persone che invece non sanno cosa significa stare dentro a un campetto, avere la passione, il sacrificio dell’allenamento e tutto il resto.

Tiempo Totti X Roma - Day 2 | Photography: I luoghi dell'infanzia | Collater.al
Tiempo Totti X Roma - Day 2 | Photography: I luoghi dell'infanzia | Collater.al
Tiempo Totti X Roma - Day 2 | Photography: I luoghi dell'infanzia | Collater.al

Le foto:

Il Day 2 di Totti X Roma è stato dedicato ai fotografi, 3 ragazzi con un solo obiettivo: andare in cerca di ricordi nei luoghi dell'infanzia del Capitano.
Dario Polverari
Il Day 2 di Totti X Roma è stato dedicato ai fotografi, 3 ragazzi con un solo obiettivo: andare in cerca di ricordi nei luoghi dell'infanzia del Capitano.
Giuseppina Marino
Il Day 2 di Totti X Roma è stato dedicato ai fotografi, 3 ragazzi con un solo obiettivo: andare in cerca di ricordi nei luoghi dell'infanzia del Capitano.
Giuseppina Marino
Il Day 2 di Totti X Roma è stato dedicato ai fotografi, 3 ragazzi con un solo obiettivo: andare in cerca di ricordi nei luoghi dell'infanzia del Capitano.
Carolina Lo Bianco
Il Day 2 di Totti X Roma è stato dedicato ai fotografi, 3 ragazzi con un solo obiettivo: andare in cerca di ricordi nei luoghi dell'infanzia del Capitano.
Carolina Lo Bianco

Team Day 2 – Fotografi:
Carolina Lo Bianco
Giuseppina Marino (Jo Fenz)
Dario Polverari
Dario Coletti – Insegnante

Tiempo Totti X Roma – Day 2 | Photography: I luoghi dell’infanzia
Style
Tiempo Totti X Roma – Day 2 | Photography: I luoghi dell’infanzia
Tiempo Totti X Roma – Day 2 | Photography: I luoghi dell’infanzia
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Tiempo Totti X Roma – Day 3 | Street Art

Tiempo Totti X Roma – Day 3 | Street Art

Aurora Alma Bartiromo · 3 anni fa · Style

Un’assolatissima giornata questa del terzo e ultimo giorno al Pop Up Store Tiempo Totti X Roma di Piazza San Lorenzo in Lucina. I fan che passano per il negozio sono ancora di più degli altri giorni visto che è sabato e splende anche il sole.

Ad aspettarmi ci sono i 3 street artist scelti da Nike per customizzare due jersey e una palla, ovviamente tutto della Roma.

Diamond, Gemello e Solo portano gli occhiali da sole e sorridono felici delle loro creazioni e speranzosi di poter portare i loro “doni” direttamente al Capitano nei prossimi giorni.

All’interno dello store le due jersey, una rossa e una bianca, sono appese con due grucce a un filo e mostrano fiere i due stencil che le rendono uniche. I simboli che portano non lasciano spazio a diverse interpretazioni: la Lupa, il Colosseo, il Capitano. Di fronte alle due maglie c’è la palla, coloratissima e fuori contesto nel modo giusto: mi ricorda un po’ Basquiat, un po’ Keith Haring per l’intreccio di figurine piccole piccole e colori vivaci.

Ma sentiamo i 3 che hanno da dirci.

Gemello:
Io, oltre a essere un rapper, sono un pittore quindi – quando ci hanno chiesto di intervenire con la nostra arte – sapendo che per me le magliette sono un casino perché idrorepellenti, ho deciso di customizzare la palla. L’ho dipinta tutta e laccata e secondo me il risultato è fighissimo: sembra un quadro su una palla tutta piena. È tutta colorata, dentro ci sono mille storie, tutti disegnetti attaccati. Insomma ci ho messo il mio stile! Poi con Nike sto facendo mille cose fighe, ho fatto anche una cosa per le Air Max quando è uscita la OG, delle box tutte customizzate in limited edition. Quindi sì, così, semplicità. Io poi so della Roma, capirai.

Solo:
Diamond e io lavoriamo insieme, condividiamo lo studio. Quindi ci siamo accordati prima, lui – tra l’altro – ha curato anche l’allestimento e sapendo che voleva ritrarre il Capitano, io ho lavorato su uno stencil che non è presente all’interno dello store, quello della Lupa. Poi a completare il tutto il Colosseo e la parola Aeterna: un tributo a Roma. Il colore scelto ovviamente è stato l’oro che poi sulla maglietta rosso porpora sta da paura. Quando tagli uno stencil la fatica è talmente tanta che sì, penso lo riutilizzerò. È stato bello anche perché noi tre facevamo tutti l’Accademia insieme, qui dietro a Ripetta, nel 2002, ora siamo nel 2017 quindi ormai sono 15 anni che collaboriamo. Prima stavo in studio con Gemello e ora ho cambiato fidanzata (ride).

Diamond:
Io – come diceva prima Solo – ho curato tutta la scenografia dello Store, tutti gli stencil sui muri li ho realizzati io. E mentre ero lì a lavorare mi sono reso conto che lo stencil che rappresentava il Capitano era quello che attirava di più il pubblico; la gente si avvicinava e mi diceva: “ti prego me lo fai qui?”. Quindi ho scelto lui, non potevo sottrarmi. Ho scelto la seconda maglia, quella bianca, perché mi piaceva di più come sfondo, era perfetta. Ho completato il tutto con la scritta Roma perché era fondamentale.

Team Day 3 – Street Artist:

Diamond

Gemello

Solo

Tiempo Totti X Roma - Day 3, Street Art | Collater.al Tiempo Totti X Roma - Day 3, Street Art | Collater.al Tiempo Totti X Roma - Day 3, Street Art | Collater.al Tiempo Totti X Roma - Day 3, Street Art | Collater.al
Tiempo Totti X Roma - Day 3, Street Art | Collater.al

Tiempo Totti X Roma – Day 3 | Street Art
Style
Tiempo Totti X Roma – Day 3 | Street Art
Tiempo Totti X Roma – Day 3 | Street Art
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
Altri articoli che consigliamo