Art Tutto quello che è successo al Pepsi Diner
Artevent

Tutto quello che è successo al Pepsi Diner

-
Giulia Guido

Impossibile non averlo notato, stiamo parlando del Pepsi Diner, che da fine maggio ha colorato di bianco, nero, rosso e blu le strade del centro di Milano. 

Pepsi ha festeggiato un rebranding che ha portato una nuova e frizzante energia insieme ai suoi consumatori e fan. Lo ha fatto per più di due settimane e nel più americano dei modi, aprendo un diner e offrendo un palinsesto di serate che avrebbero entusiasmato anche l’ultimo degli scettici.

Ad accogliere il pubblico un luogo paragonabile a un’installazione immersiva, con tanto di tunnel all’ingresso, photo opportunity e videogiochi arcade, di quelli che avremmo sempre voluto avere nelle nostre camerette da bambini. Non mancavano all’appello luci al neon, biliardino e hamburger da leccarsi i baffi.

L’intrattenimento di due serate è stato ideato da noi di Collater.al, optando per due tipi di intrattenimento diversi, stando sempre al passo con le nuove tendenze. A fare da apripista sono state le pungenti battute di Salvo Di Paola, Nanni Mascena e Roberto Anelli. I giovani talenti di The Comedy Club non hanno disatteso le aspettative: certo, mangiare ridendo è stato complicato, ma ne è valsa la pena. 

Non ci siamo poi dimenticati della musica, ma non abbiamo pensato ai soliti DJ-set un po’ senz’anima: a portare un ritmo nuovo e originale all’interno del Pepsi Diner ci ha pensato Mirko Gottarelli. Gli strumenti e le basi musicali sono cosa passata, la parola d’ordine della serata è stata beatbox. Tornati a casa abbiamo provato a imitare Mirko, ma il risultato non è stato proprio lo stesso.  

Aspettando la prossima occasione per rifesteggiare insieme a Pepsi, potete ascoltare Mauro Porcini, Chief Design Officer di PepsiCo, raccontare ai microfoni di Spigola il rebranding e cosa vuol dire far parte di un’azienda di cui, ammettiamolo, vorremmo tutti far parte. 

Pepsi Diner
Artevent
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su