Photography Dietro le quinte di Poor Things
PhotographyBackstagephoto-book

Dietro le quinte di Poor Things

Dear God, the Parthenon Is Still Broken è il photo book di Yorgos Lanthimos che svela i retroscena di Povere creature!
-
Giorgia Massari

Se Kind of Kindness, l’ultimo film di Yorgos Lanthimos in uscita il 6 giugno in tutte le sale, è ancora avvolto da una densa aura di mistero, Poor Things – con una fantastica Emma Stone come protagonista – è ormai ben sviscerato. Sia sul web, dove se n’è parlato ampiamente, sia dallo stesso regista, che proprio qualche giorno fa ha pubblicato Dear God, the Parthenon Is Still Broken. Stiamo parlando del nuovo photo book che svela alcuni retroscena di Povere creature! attraverso lo stesso sguardo di Yorgos Lanthimos. Alcuni dei bellissimi scatti contenuti nel libro si possono vedere sul sito di Void, la casa editrice ateniese che lo ha prodotto. Qui è in vendita in tre versioni, quella standard a una cifra contenuta mentre le due edizioni limitate sono disponibili rispettivamente per 382 e 1,580 dollari. Quest’ultima con sole trenta copie firmate dal regista.

VOID – Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos

Scatti sviluppati in una camera oscura improvvisata sul set

Rilegato in una copertina rigida in tessuto, Dear God, the Parthenon Is Still Broken presenta immagini in grande formato catturate e sviluppate sul set grazie alla collaborazione tra Lanthimos e la sua attrice protagonista, Emma Stone. Dopo lunghe giornate di riprese, i due si incontravano in una camera oscura improvvisata per sviluppare i negativi. Le immagini svelano i set intricati che, sebbene ambientati nell’Europa del XIX secolo, sono stati interamente girati in uno studio di Budapest. Lanthimos allarga l’inquadratura per rivelare la meticolosa cura dell’artigianalità dietro le quinte, incluso il set di Lisbona che ha richiesto oltre venti settimane per essere costruito.

Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos

Un’opera d’arte a sé stante

Il lavoro della costumista Holly Waddington conferisce al libro un aspetto che ricorda un fashion book d’avanguardia, con immagini sorprendenti come Mark Ruffalo in un abito bouffant e scatti malinconici del paesaggio urbano. Bellissimi sono anche gli scatti che ritraggono Emma Stone durante le riprese, facendola apparire come una donna di un’altra epoca. Dear God, the Parthenon Is Still Broken in qualche modo placa la sete dei fan, svicerando in modo sottile e delicato tutte le emozioni trainanti di Poor Things: desiderio, arroganza, umorismo e rabbia. Allo stesso tempo il photo book si presenta come una creatura a sé stante rispetto al film, sottolineando come le arti possano viaggiare in parallelo, su strade completamente diverse, ma pur sempre tenendosi la mano.

Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos
poor things
Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos
Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos
Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos
Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos
Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos
Dear God, the Parthenon Is Still Broken | Photograph by Yorgos Lanthimos
PhotographyBackstagephoto-book
Scritto da Giorgia Massari
x
Ascolta su