Press at Work, la nuova collezione di Matteo Pressamariti

Press at Work, la nuova collezione di Matteo Pressamariti

Giulia Guido · 3 anni fa · Style

Siamo andati a scoprire Press at Work, la nuova collezione di Matteo Pressamariti, giovane designer, che oltre ad avercela spiegata, ci ha raccontato il suo percorso e ci ha parlato dei suoi obiettivi futuri. Scopri di più nella nostra intervista! 

Raccontaci di te, del tuo background e di ciò che hai fatto prima di avviare il tuo brand. 

Press at Work Matteo Pressamariti | Collater.al

Io vengo da Imperia, in Liguria, una piccola città di provincia, un posto molto chiuso dove nessuno parla di moda. Nonostante questo però puoi arrivare a fare un lavoro in quest’ambito. Io, personalmente, ci sono arrivato grazie alla mia ex ragazza che mi ha informato dell’esistenza dello IED. Così, finito le superiori, mi sono trasferito, iscritto e, dopo tre anni, mi sono laureato con uno dei migliori progetti, sfilando all’evento finale. 
Successivamente, mentre lavoravo per un brand di scarpe, ho vinto un concorso nazionale che permetteva a sette ragazzi di sviluppare il proprio brand. Così ho iniziato, sono andato in giro per l’Italia a cercare qualcuno che producesse le mie creazioni.

Sfortunatamente con gli organizzatori non è andata bene, ma a quel punto avevo già tutto ben avviato e ho deciso di continuare da solo e avviare il brand.
Oggi sono alla mia terza stagione.

Siamo qui in occasione del lancio della tua collezione “Press at work”. Raccontaci di cosa si tratta e a cosa deve questo nome. 

Più che una nuova collezione è un progetto che ormai continua da tre stagioni. Sono partito con l’idea di fare una scarpa in cuoio ma dandogli un volto più avant-garde che qualche anno fa andava molto. L’idea alla base prendeva ispirazione dal concetto di lavoro, ma se all’inizio era quello del contadino, questa volta mi sono ispirato al lavoro in fabbrica. 
In pratica prendo spunto da tutto ciò che mi circonda e una città come Milano, piena di costruzioni e cantieri mi ispira moltissimo. 

Con Press at Work ho voluto fare un progetto più giovane, riprendendo gli anni ’90 e il primo approccio che ho avuto con il design, quando truccavo i motorini cercando di renderli speciali. Da ragazzo avevo un garage dove lavoravo con tutti i miei amici e di fianco mio padre faceva il ferramenta, lavorando con l’alluminio. Quest’ultimo è un materiale ricorrente nelle mie creazioni odierne, per me simbolo del lavoro manuale. Inoltre mi ispiro anche alle scarpe da lavoro che all’interno hanno il puntalino in acciaio, ecco io questo elemento l’ho portato all’esterno. 
Dalla SS20 la collezione ha preso un altro punto di vista, focalizzato sulla rivisitazione delle scarpe antiche, prendendo le forme del 1930 riadattandole a quelle moderne, utilizzando materiali come il nylon e la pelle.

Press at Work Matteo Pressamariti | Collater.al

Ho voluto giocare con questi contrasti: la pelle mixata con il nylon, che si incontrano e fondono nella mia visione di scarpa.

È passato più di un anno dalla tua prima collezione “Madre Terra”. È cambiato qualcosa da allora? Il tuo gusto, la tua ricerca o, anche, il tuo processo creativo? 

Certamente, in meglio cerco di migliorarmi, di continuare a imparare qualsiasi cosa. Inoltre è un lavoro che ti porta ad avere molti rapporti umani e ti insegna a gestirli. 

Hai 28 anni e sei stato incoronato da Vogue Italia una delle next big things del settore. Quale consiglio daresti a tutti coloro che vogliono intraprendere o hanno già intrapreso un percorso nel mondo della moda? 

Di fare questo lavoro solo se si è innamorati. Se no non credo chi si possono avere le forze per andare avanti ogni stagione perché è un lavoro che ti cambia che ti forma e bisogna essere disposti a cambiare con lui. Anche perché, nel campo della moda, rimanere sulle proprie idee non è la mossa giusta. 
La chiave è essere capace di mutare nel tempo. 

Siamo molto curiosi di scoprire questa collezione, ma lo siamo altrettanto di sapere quali saranno i tuoi progetti futuri e dove vuoi arrivare. 

L’obiettivo è quello di affermarmi con un marchio di footwear italiano, come, ad esempio, può essere Diadora. 
In futuro continuerò questo discorso del classico mettendo un po’ le sneaker e quel mondo lì da parte, perché sebbene sia un mondo che mi da gli stimoli giusti per andare avanti dopo un po’ ti annoi solo di sneaker. 
Inoltre, io sono un tipo che vuole sempre fare qualcosa di diverso e per questo la mia ricerca consiste nel guardare tutto ciò che c’è già e fare ciò che manca.

Press at Work Matteo Pressamariti | Collater.al

 

Press at Work, la nuova collezione di Matteo Pressamariti
Style
Press at Work, la nuova collezione di Matteo Pressamariti
Press at Work, la nuova collezione di Matteo Pressamariti
1 · 20
2 · 20
3 · 20
4 · 20
5 · 20
6 · 20
7 · 20
8 · 20
9 · 20
10 · 20
11 · 20
12 · 20
13 · 20
14 · 20
15 · 20
16 · 20
17 · 20
18 · 20
19 · 20
20 · 20
La campagna Prada Donna FW22 con Kendall Jenner

La campagna Prada Donna FW22 con Kendall Jenner

Andrea Tuzio · 2 giorni fa · Style

Dopo aver presentato la campagna Uomo FW22 con protagonisti Jeff Goldblum e Rami Malek, Prada ha rilasciato la versione al femminile della sua campagna stagionale.

Scattata dal fotografo britannico David Sims e con la direzione creativa di Ferdinando Verderi – che si erano già occupati della campagna Uomo – la campagna Prada Donna FW22 celebra l’individuo e la sua individualità, realizzata avendo scelto delle  protagoniste intergenerazionali volendone raccontare le storie.


Sono proprio le storie, i ricordi e i racconti, che compongono la natura umana, che affascinano la maison italiana da sempre, così come da sempre ne trasmette la profondità attraverso la moda e l’immagine prendendo ispirazione dalla vita stessa e da come questa viene vissuta.

A comporre questo cast di donne troviamo, l’attrice e modella Hunter Schafer oltre a Sora Choi, Kendall Jenner, Kai Newman, Lina Zhang  – mentre le foto di Loli Bahia, Amanda Murphy, Liya Kebede verranno svelate nel corso della stagione – immortalate da Sims in una serie di ritratti immediati e inaspettati in modo tale da creare una rappresentazione sfaccettata della donna Prada.

Anche in questa versione donna, ogni ritratto è abbinato a immagini still life che a un primo impatto possono risultare di difficile comprensione ma permettono al fruitore di entrare in contatto diretto con queste storie, incoraggiando a vivere i ricordi, le sensazioni e i sentimenti delle protagoniste in un dialogo che invita ad ascoltare più che a osservare.

La campagna Prada Donna FW22 con Kendall Jenner
Style
La campagna Prada Donna FW22 con Kendall Jenner
La campagna Prada Donna FW22 con Kendall Jenner
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
Anche New Balance ha le sue Clog

Anche New Balance ha le sue Clog

Andrea Tuzio · 2 giorni fa · Style

Uno degli spunti che ha offerto l’ultima Fashion Week Uomo Spring/Summer 2023 è stato di sicuro quello legato al mondo footwear.
Tra le tante novità viste sulle passerelle, spicca la nuova collaborazione tra New Balance e il brand giapponese AURALEE.

Proprio il giant di Boston ha in programma per oggi 1 luglio, la release – per adesso soltanto in Corea del Sud ma è molto probabile un rilascio globale a breve – del primo paio di Clog targate New Balance

Le slip-on ormai sono diventate una tendenza che ha messo d’accordo praticamente tutti, spingendo tutti tantissimi brand a realizzare la propria versione. Oggi Anche New Balance ha presentato le sue Clog realizzate utilizzando un unico blocco di schiuma EVA.

Le nuove New Balance Clog debuttano oggi in due colorway monocromatiche (beige e nero), contraddistinte dal logo “N” tono su tono e quello “New Balance” sul tallone laterale.

Il lancio delle New Balance Clog è in programma per oggi 1 luglio

Anche New Balance ha le sue Clog
Style
Anche New Balance ha le sue Clog
Anche New Balance ha le sue Clog
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
La collezione di JW Anderson e Sam Smith per il Pride

La collezione di JW Anderson e Sam Smith per il Pride

Andrea Tuzio · 1 giorno fa · Style

Per celebrare al meglio i 50 anni del London Pride, il cantautore inglese Sam Smith e Jonathan Anderson hanno deciso di unire le forze per la realizzazione di una capsule collection in edizione limitata.

La collezione JW Anderson x Sam Smith x Pride è impreziosita da una splendida illustrazione dell’artista, designer e illustratore catalano Pol Anglada.

L’intero ricavato andrà ad AKT, l’ente di beneficenza LGBTQ+ che aiuta i giovani tra i 16 e i 25 anni che purtroppo vivono situazioni difficili come l’assenza di una dimora fissa oppure che sono costretti a vivere in contesti ostili. Per avere più informazioni a proposito di questa associazione e per sostenerla vi consiglio di visitare il loro sito akt.org.uk.

La capsule collection in edizione limitata JW Anderson x Sam Smith x Pride sarà disponibile in esclusiva su www.jwanderson.com e su www.samsmmithworld.com a partire da sabato 2 luglio e fino a lunedì 4.

La collezione di JW Anderson e Sam Smith per il Pride
Style
La collezione di JW Anderson e Sam Smith per il Pride
La collezione di JW Anderson e Sam Smith per il Pride
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
Nike e Jacquemus portano lo sport nella vita di tutti i giorni

Nike e Jacquemus portano lo sport nella vita di tutti i giorni

Andrea Tuzio · 4 giorni fa · Style

Lo sport non è mai stato esclusivamente una mera questiona di prestazioni o di vittorie, ma da sempre porta con sé una moltitudine di valori e di significati. Tra questi c’è di sicuro l’espressione di se stessi e lo stile con il quale si approccia all’attività sportiva e non.

L’ultima collaborazione tra Nike e Jacquemus segue questa convinzione, e il risultato è una collezione focalizzata sulle donne che si pone l’obiettivo di celebrare la multidimensionalità delle atlete contemporanee, oltre a ridefinire il “ready-to-wear” estivo.

La collezione Nike x Jacquemus porta lo sport nella vita di tutti i giorni, facendo risaltare la visione futura di Nike “50 for her” nell’anno del 50° anniversario del brand di Beaverton.

“Per questa collaborazione con Nike, ho voluto creare una collezione che reinterpretasse l’abbigliamento sportivo femminile in modo minimale. Mi sono sempre ispirato ai capi ACG vintage e alle campagne NIKE degli anni ’90. Avendo in mente questo immaginario, abbiamo disegnato un abbigliamento sportivo femminile con dettagli sensuali e colori neutri, insieme alla mia personale interpretazione della Humara, la mia scarpa Nike preferita. Era importante che la collezione fosse accessibile a tutti i corpi, e che fosse una miscela naturale di stile Jacquemus e prestazioni Nike”, ha dichiarato Simon Porte Jacquemus, direttore creativo e fondatore del brand omonimo.

Grazie all’importante heritage che Nike si porta dietro, Jacquemus ha immaginato un mondo in cui la semplice attività all’aria aperta si combina agli sport in un’estetica nuova, integrata e più strutturata. Un vero e proprio invito a far entrare lo sport dalla porta principale nella vita di tutti i giorni in modo tale da farlo diventare parte integrante della quotidianità. 

La collaborazione con Nike è stata un’unione al 50% in cui ogni partner si unisce per far progredire l’altro in modi che non sarebbero stati possibili da soli. Con Jacquemus, abbiamo attinto all’ispirazione ACG vintage, all’intreccio del tessuto Nike DRI-Fit e a calzature come la Humara, per creare un nesso tra sport e stile che poteva essere realizzato solo attraverso l’obiettivo condiviso di Nike x Jacquemus. Collaborare con partner come Jacquemus ci permette di espandere la cultura dello sport e di ridefinirla per la prossima generazione”, afferma Jarrett Reynolds, vicepresidente di Nike Catalyst Apparel Design.

La collaborazione è stata lanciata con una campagna splendida scattata da Zoë Ghertner, fotografa Los Angeles-based ma originaria di New York, nota per lo stile naturale e per la sua forte capacità di rappresentare le donne in modo diretto, senza fronzoli. Protagonista degli scatti della Ghertner è la cantante britannica Jorja Smith.

La collezione Nike x Jacquemus è disponibile in esclusiva su jacquemus.com fino al 7 luglio quando poi sarà acquistabile anche su nike.com, SNKRS App e presso retailer selezionati.

Nike e Jacquemus portano lo sport nella vita di tutti i giorni
Style
Nike e Jacquemus portano lo sport nella vita di tutti i giorni
Nike e Jacquemus portano lo sport nella vita di tutti i giorni
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18