Design “Project Olympus”, il primo habitat lunare sostenibile
Designarchitecture

“Project Olympus”, il primo habitat lunare sostenibile

-
Emanuele D'Angelo

“Costruire la prima casa per l’uomo su un altro pianeta sarà il progetto più ambizioso della storia dell’umanità e spingerà la scienza, l’ingegneria, la tecnologia e l’architettura a vette inesplorate.”

Lo studio di design Bjarke ingels group (BIG) ha collaborato con ICON e SEArch+, per lavorare con la NASA alla ricerca e allo sviluppo di un sistema di costruzione adatto allo spazio che possa supportare la futura esplorazione della Luna chiamato “Project Olympus

Un progetto ambizioso quanto difficile, queste strutture devono essere costruite in un ambiente inospitale con un quinto della forza di gravità presente sulla Terra.

La NASA ha annunciato che una missione con equipaggio atterrerà sulla Luna entro il 2024 e che l’esplorazione lunare sarà possibile entro il 2030. E quando gli astronauti arriveranno a destinazione, avranno bisogno di un posto dove vivere.

L’habitat sarà realizzato con la stampa in 3D utilizzando solo materiali che si trovano il loco e utilizzando anche una tecnologia costruttiva robotica rivoluzionaria. Con le tecnologie e i parametri di efficienza sviluppati per la costruzione di edifici extraterrestri, Project Olympus ci aiuterà anche a costruire in modo sostenibile sulla Terra.

Video credit: Bjarke ingels

Designarchitecture
Scritto da Emanuele D'Angelo
x
Ascolta su