Outer Peace di Toro y Moi non suona come ti aspetti

avatar
17 Gennaio 2019

Con il nuovo album, Chaz Bundick ci sfida a trovare la sua nuova identità.

Usually the peace is within, so to have peace on the outside is the challenge

 

Il sesto album di Toro y Moi, Outer Peace, arriva con lo stesso intento provocatorio di una sfida: siamo davvero capaci di trovare il nostro equilibrio anche in una sfera che si pone al di fuori della nostra interiorità?

Chaz Bundick (aka Toro y Moi) dice che si può fare. O meglio, ci dimostra proprio con quest’ultimo album che lui l’outer peace l’ha brillantemente trovata e che lì dentro (lì fuori?) si sta benissimo.

Il nuovo disco, rilasciato via Carpark Records, arriva a due anni di distanza da Boo Boo e aggiunge qualcosa di importante a tutto ciò Chaz ha pubblicato negli ultimi nove anni: il discorso affascinante e creativo di Toro y Moi si arricchisce anzitutto della consapevolezza di poter esplorare lo spazio fuori con la stessa profondità con cui ci ha portati nello spazio dentro.

Non solo. Questo discorso diventa un momento di crescita per Chaz perché prende le mosse da una sfida e dalla volontà di un cambiamento cosciente a nostro favore.

“I named it Outer Peace because I wanted to call to people’s attention how we have not only peace within, but when you go outside and you go on a train or in a car, you have to sort of be social. That sucks. Or honestly, another way it’s connected is how I wanted to make a car record and I wanted it to be a record that brings pleasure and enjoyment in the car. I think outer peace really is just about having that balance.”

Se il precedente album Boo Boo navigava nello spazio sicuro e malinconico dell’intimità, con Outer Peace si è pronti ad uscire dal guscio e cambiare pelle per trovare un’armonia con se stessi tra gli altri, un’armonia socialmente condivisa.

Chaz ci riesce perché è sicuro delle sue carte: ha da sempre dimostrato di avere invidiabili capacità camaleontiche e di sapersi esprimere senza costrizioni di genere in maniera molto libera e mai sopra le righe. E così anche Outer Peace è un disco equilibrato, come i precedenti.

A stupirci è il fatto che, nonostante rispetti la cifra stilistica della balance, questo disco non suona come ci aspettavamo suonasse.
A differenza di Boo Boo, Outer Peace è un disco inaspettatamente piacione che con grande stile fa sua la lezione dei trend degli ultimi anni, riassemblandoli in versione Toro y Moi.

“Boo Boo and Outer Peace are very different. I feel like the music for Outer Peace is way more almost palatable. I wanted it to be on, and you don’t have to pay attention to it. It could just be on without making you sad. I was just like, “Man, I don’t wanna make sad music for this record.” I did that. Really, that’s the main difference is that I wanted it to be music that was a little bit more cheerful.”

Cavalcare i generi e spingersi oltre gli stessi è diventato lo sport preferito di Chaz che ha in mente un solo obiettivo: quello di fare un disco pop, da cantare in macchina o sotto la doccia, in un’atmosfera positiva, ordinariamente piacevole e armoniosa.

La traccia più emblematica dell’album è Who Am I che mette il fuoco su una crisi d’identità creativa:

Kawasaki, slow it down
This might be my brand new sound
Psychedelic, oh, wow
Add an accent to your sound
Now I don’t know Who I Am

In questo disco Toro y Moi ha imparato bene a mimetizzarsi tra i generi in una sorta di esperimento che lo porterà (forse) al suo nuovo sound: dentro ci troviamo l’autotune di tendenza trap, la più classica italo-disco, qualche spunto preso dai Daft Punk, la lezione di Drake, la chill a marchio Toro y Moi.

Quello che è cambiato, rispetto a Boo Boo e ai dischi precedenti è che questo album (forse il primo degno di nota di questo 2019) ha un carattere di immediatezza inedito per Chaz: ci sono tracce come Ordinary Pleasure, Freelance o Miss Me (in feat. con ABRA) che ti vengono addosso in modo leggero, ma senza chiedere il permesso.

L’urgenza è quella di farci sentire a casa anche quando non lo siamo.
Perciò accomodati dentro (o fuori) questo disco perché Outer Peace is the new Inner Peace.

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share