86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia

86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

Centocinquantanove toni di colori differenti, una duplice percezione, una nuova visione.
Alberonero torna in Sicilia, più precisamente a Mazara del Vallo, e con un nuovo incredibile lavoro trasforma lo spazio architettonico di Periferica.

86+73, questo il nome dell’opera realizzata in collaborazione con Viavai Project e Linvea, si sviluppa fra tetti, pavimenti e muri giocando sia sul livello bidimensionale che su quello tridimensionale dello spazio.

Il colore, in una costruzione dove le forme sono state azzerate tramite l’utilizzo del bianco, diventa il punto focale di un lavoro interamente basato sulla forma geometrica del quadrato e sulla trasmissione sensoriale delle differenti cromie.
Un progetto nato come uno studio sull’architettura e sulle sue possibilità di trasmettere emozioni e che emozioni trasmette già al primo sguardo.

86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia | Collater.al 4 86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia | Collater.al 2 86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia | Collater.al 1 86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia | Collater.al 3 86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia | Collater.al 5 86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia | Collater.al 6

86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia
Art
86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia
86+73, la nuova opera di Alberonero in Sicilia
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Short video for Breakfast – What matter is inside, quando l’adv arriva dritto al cuore

Short video for Breakfast – What matter is inside, quando l’adv arriva dritto al cuore

Giulia Guido · 2 anni fa · Art

Per questo lunedì vi propongo qualcosa di diverso. What matters is inside è infatti il video creato per la nuova campagna pubblicitaria di Delsey, storica maison parigina di borse e accessori da viaggio. Per pubblicizzare la nuova valigia Chatelet Hard, dal classico design che contraddistingue Delsey da settant’anni, e il tracker internazionale che Consente di geolocalizzare il proprio bagaglio in tutto il mondo, la maison si è affidata ai creativi di Buzzman.
L’agenzia indipendente ha pensato a una storia commovente, che arriva dritta al cuore.

Il corto animato What matters is inside racconta la storia di Simone, giovane trentenne la cui vita ruota attorno al lavoro. L’improvvisa scomparsa del padre lo porterà sulle tracce di una valigia dal contenuto sconosciuto. Seguendo il tracker all’interno del bagaglio Simon girerà il mondo.

Una toccante avventura che ci ricorda che l’importante non è la destinazione ma il viaggio, e qualsiasi cosa la vita abbia in serbo per noi, l’importante è viverla!

What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al What matter is inside | Collater.al

Short video for Breakfast – What matter is inside, quando l’adv arriva dritto al cuore
Art
Short video for Breakfast – What matter is inside, quando l’adv arriva dritto al cuore
Short video for Breakfast – What matter is inside, quando l’adv arriva dritto al cuore
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Shira Sela: ricordi di un caldo pomeriggio estivo

Shira Sela: ricordi di un caldo pomeriggio estivo

Claudia Fuggetti · 2 anni fa · Art

I raggi del sole penetrano dolci tra le foglie degli alberi, nella quiete pomeridiana di un caldo pomeriggio estivo al parco: ed ecco materializzarsi i dipinti di Shira Sela, artista con base a Montreal. Basta socchiudere gli occhi per visualizzare un ricordo composto da bellissimi colori pastello brillanti, da contorni sfocati, ma allo stesso tempo visibili, per permettere alla scena di concretizzarsi prima di svanire nei meandri della memoria.

Il mood dei lavori di Shira racchiude una serena nostalgia composta da piccole scene del vissuto, che potrebbero benissimo costituire un album di fotografie-ricordo.  I bambini giocano spensierati sulla spiaggia, un giro in bici, il mare e subito ci si ritrova un po’ a pensare ai ricordi d’infanzia. Su Instagram puoi trovare altri lavori dell’artista: che tu sia al mare, al parco o in città, i raggi solari dei quadri di Shira ti raggiungeranno per scaldarti con la loro luce.

Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 1 Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 5 Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 7 Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 3 Shira Sela- ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 8 Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 6 Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 4 Shira Sela ricordi di un caldo pomeriggio estivo | Collater.al 2

Shira Sela: ricordi di un caldo pomeriggio estivo
Art
Shira Sela: ricordi di un caldo pomeriggio estivo
Shira Sela: ricordi di un caldo pomeriggio estivo
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Icone femminili e moda nelle illustrazioni di Janice Sung

Icone femminili e moda nelle illustrazioni di Janice Sung

Claudia Fuggetti · 2 anni fa · Art

Come unire la passione per la moda, la natura e la bellezza?

Ci ha pensato l’illustratrice Janice Sung , che cattura vere e proprie icone femminili e le trasforma in modelle del fashion system. Il lusso apparente dettato dalle pose, il make-up ed i vestiti indossati dai suoi personaggi femminili si contrappongono alla natura prorompente degli sfondi che fa pensare ai quadri novecenteschi. Questa fusione decontestualizza le modelle e le trasporta in una dimensione atemporale, dove le donne ci appaiono come vere e proprie bambole, ognuna rappresentante di un microcosmo, uno stile ed un tipo di personalità originale.

Possiamo riconoscere Marilyn Monroe, Millie Bobby Brown, Natalie Portman e Audrey Tautou nelle vesti di Amélie Poulain tra le icone femminili citate da Janice: forse questo bisogno di voler rappresentare tanti tipi di donna diversi è una ricerca costante di un modello a cui ispirarsi, per identificarsi e riconoscersi o semplicemente un modo per rappresentare la bellezza del mondo femminile nella sua varietà.

E tu che icona preferisci?

La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 1 Janice Sung | Collater.al 14 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 2 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 3 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.alLa moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 4 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 5 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 6 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 7 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 12 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 8 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 16 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 9 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 10

La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 11 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 13 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 15

La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 19 La moda secondo le illustrazioni di Janice Sung | Collater.al 20

Icone femminili e moda nelle illustrazioni di Janice Sung
Art
Icone femminili e moda nelle illustrazioni di Janice Sung
Icone femminili e moda nelle illustrazioni di Janice Sung
1 · 21
2 · 21
3 · 21
4 · 21
5 · 21
6 · 21
7 · 21
8 · 21
9 · 21
10 · 21
11 · 21
12 · 21
13 · 21
14 · 21
15 · 21
16 · 21
17 · 21
18 · 21
19 · 21
20 · 21
21 · 21
Strandbeests, le gigantesche sculture mobili di Theo Jansen

Strandbeests, le gigantesche sculture mobili di Theo Jansen

Giulia Guido · 2 anni fa · Art

Strandbeests sono le sculture mobili create e costruite da Theo Jansen, famoso artista e ingegnere.

Come suggerisce il nome, Strandbeests, che in olandese significa animali da spiaggia, hanno effettivamente le sembianze di animali. A renderle più realistiche è il fatto che grazie a un meccanismo studiato ad hoc per il progetto, queste sculture sembrano camminare e strisciare lungo le spiagge dell’Olanda.

Fin dal 1990, Theo sperimenta tecniche di ingegneria meccanica, costruendo scheletri di tubi di plastica e riuscendo a farli muovere. Ogni animale ha uno stomaco che funge da centro di controllo che trasforma l’energia cinetica data dal vento in movimento, creando così delle sculture capaci di vivere da sole.

Strandbeests | Collater.al Strandbeests | Collater.al Strandbeests | Collater.al Strandbeests | Collater.al Strandbeests | Collater.al Strandbeests | Collater.al Strandbeests | Collater.al Strandbeests | Collater.al

Strandbeests, le gigantesche sculture mobili di Theo Jansen
Art
Strandbeests, le gigantesche sculture mobili di Theo Jansen
Strandbeests, le gigantesche sculture mobili di Theo Jansen
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8