Aimé Leon Dore e lo short film sul papà di Robert De Niro

Aimé Leon Dore e lo short film sul papà di Robert De Niro

Andrea Tuzio · 6 mesi fa · Style

Se esiste un personaggio riservato quello è di sicuro Robert De Niro.
Le sue interviste sono rarissime e soprattutto difficilmente condivide con il pubblico le proprie vicissitudini private o le storie legate alla sua infanzia e adolescenza.
Ciò che più di ogni altra cosa ha rappresentato una grossa difficoltà nella vita dell’attore newyorkese è stata l’assenza di una figura paterna quando era ragazzo, confessione fatta nella sua biografia curata da John Baxter.

Robert Henry De Niro, meglio conosciuto come Robert De Niro Sr., è stato un pittore, poeta e scultore che lungo la sua longeva carriera di artista ha sperimentato varie tendenze, dall’astrattismo al’espressionismo, fino ad arrivare a costruire una forte e personale riconoscibilità figurativa che gli valsero gli apprezzamenti dei più importanti critici dell’epoca.

Il brand newyorkese Aimé Leon Dore ha prodotto uno splendido short film, dal titolo “In The Past Goes Fast”, in cui Robert De Niro apre le porte dello studio del padre rimasto intatto per quasi trent’anni all’artista francese JR e in cui racconta il suo complesso rapporto con il padre.
Un’intima e profonda chiacchierata che racconta le complessità di una storia personalissima e che pochi conoscono.

Qui di seguito potete vedere “In The Past Goes Fast”, lo short film prodotto da Aimé Leon Dore con JR e Robert De Niro.

Aimé Leon Dore e lo short film sul papà di Robert De Niro
Style
Aimé Leon Dore e lo short film sul papà di Robert De Niro
Aimé Leon Dore e lo short film sul papà di Robert De Niro
1 · 1
La capsule collection skate di Burberry

La capsule collection skate di Burberry

Andrea Tuzio · 6 mesi fa · Style

Burberry ha presentato la sua ultima collaborazione con lo skate brand Amsterdam-based Pop Trading Company, il cui frutto è una capsule collection ispirata alle comunità skate di tutto il mondo.

Quello che colpisce immediatamente è la scelta di Burberry di modificare la classica palette della maison britannica – beige e marrone – con una che include varie gradazioni di grigio, il nero e il rosso, pensati per rendere omaggio alla peculiare scena skate di Tokyo: immobile di giorno e movimentatissima di notte.

Parka tecnici, giacche con zip, panta cargo, camicie di seta, T-shirt oversize, hoodie, cap da baseball, una coperta, un bucket hat, un paio di mocassini in pelle, tavole da skate e tanti accessori compongono la collezione. 

La capsule collection skate di Burberry in collaborazione con Pop Trading Company sarà disponibile online sia sul sito della maison inglese che su quello del brand di Amsterdam a partire dal 15 giugno.

La capsule collection skate di Burberry
Style
La capsule collection skate di Burberry
La capsule collection skate di Burberry
1 · 17
2 · 17
3 · 17
4 · 17
5 · 17
6 · 17
7 · 17
8 · 17
9 · 17
10 · 17
11 · 17
12 · 17
13 · 17
14 · 17
15 · 17
16 · 17
17 · 17
I 10 anni di Louis Vuitton Objets Nomades alla Milano Design Week

I 10 anni di Louis Vuitton Objets Nomades alla Milano Design Week

Andrea Tuzio · 6 mesi fa · Style

Louis Vuitton ha deciso di celebrare i 10 anni della collezione Objets Nomades durante la Milano Design Week di Milano che di chiuderà domenica 12 giugno.

All’interno di uno spazio espositivo allestito appositamente all’interno dello storico Garage Traversi in Piazza San Babila, Louis Vuitton mette in mostra, per la prima volta a Milano, una serie di mobili e oggetti che hanno costruito la storia decennale della collezione Objets Nomades, oltre a presentare un paio di novità.

I lavori di 14 designer – tra cui Fernando e Humberto Campana, Atelier Oï, Raw Edges, Frank Chou e Marcel Wanders studio – che hanno collaborato con la maison francese lungo questi 10 anni rappresentano il fulcro della mostra che, nell’ambito della tradizionale ricerca di architetture nomadi che ha caratterizzato le edizioni precedenti della Milano Design Week, Louis Vuitton espone la Nova House, una micro architettura nomade, “una capsula abitativa”, progettata nel 1972 dagli architetti Michel Hudrisier e M. Roma per Studio Rochel: una struttura in acciaio rivestita di strisce di alluminio con due camere da letto, un soggiorno, una cucina e un bagno.

Oltre 60 pezzi che miscelano insieme in maniera perfetta la creatività dei rispettivi designer con la filosofia “Art of Travel” di Louis Vuitton.

La collezione Louis Vuitton Objets Nomades e la Nova House saranno in mostra al Garage Traversi in Piazza San Babila a Milano fino a domenica 12 giugno.

I 10 anni di Louis Vuitton Objets Nomades alla Milano Design Week
Style
I 10 anni di Louis Vuitton Objets Nomades alla Milano Design Week
I 10 anni di Louis Vuitton Objets Nomades alla Milano Design Week
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
La campagna FW22 di Prada con Jeff Goldblum e Rami Malek

La campagna FW22 di Prada con Jeff Goldblum e Rami Malek

Andrea Tuzio · 6 mesi fa · Style

A pochi giorni dalla Milano Fashion Week – che inizierà venerdì 17 giugno e si chiuderà martedì 21 – Prada ha presentato la sua nuova campagna Fall/Winter 2022.

Il fotografo britannico David Sims ha immortalato tre narratori, tre storyteller, che attraverso il loro immenso talento recitativo sono riusciti a plasmare il cinema contemporaneo portando sul grande schermo le incredibili storie che Hollywood ci regala.

Jeff Goldblum, Damson Idris e Rami Malek sono i tre protagonisti di questa nuova campagna, e i loro ritratti ci regalano una prospettiva più intima rispetto alla loro enorme e riconosciuta fama mondiale e una nuova forma narrativa.
Nelle immagini di campagna i tre attori interpretano se stessi e raccontano le proprie storie, mettono in mostra la propria personalità rivelando le proprie vite e ci lasciano scoprire le loro memorie nascoste e private.

La campagna accosta a Goldblum, Idris e Malek delle immagini still-life apparentemente illogiche ma che in realtà racchiudono un significato forte e intimo per i tre attori. 
Tre personalità diverse e peculiari che narrano la loro storia anche attraverso i significati racchiusi dentro gli oggetti scelti.

La campagna FW22 di Prada con Jeff Goldblum, Damson Idris e Rami Malek rappresenta un vero e proprio inno alla narrazione e allo storytelling. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Un post condiviso da Prada (@prada)

La campagna FW22 di Prada con Jeff Goldblum e Rami Malek
Style
La campagna FW22 di Prada con Jeff Goldblum e Rami Malek
La campagna FW22 di Prada con Jeff Goldblum e Rami Malek
1 · 1
Burberry sceglie Son Heung-mi come nuovo brand ambassador

Burberry sceglie Son Heung-mi come nuovo brand ambassador

Andrea Tuzio · 6 mesi fa · Style

Burberry ha presentato il suo nuovo brand ambassador, l’attaccante del Tottenham e vincitore del Golden Boot della Premier League (quello che qui in Italia chiamiamo capocannoniere e quindi il giocatore che nell’arco di tutto il campionato ha segnato più gol), il calciatore sudcoreano Son Heung-min

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Un post condiviso da Burberry (@burberry)

Dopo la collaborazione con Marcus Rashford del Manchester United, grazie al quale la maison inglese ha supportato tutte le iniziative filantropiche dell’attaccante inglese, Burberry, con la scelta di Son come brand ambassador, si propone di ampliare ancora di più i suoi orizzonti e i suoi confini.

A proposito di questa nuova avventura, Son ha dichiarato: “Essendo un atleta della Premier League, è un onore collaborare con un brand così ricco di tradizione britannica. Amo l’impegno di Burberry per l’immaginazione e l’innovazione, profondamente radicati nella sua storia, valori che io sostengo pienamente. Sono molto entusiasta del nuovo viaggio che faremo insieme”.

Burberry sceglie Son Heung-mi come nuovo brand ambassador
Style
Burberry sceglie Son Heung-mi come nuovo brand ambassador
Burberry sceglie Son Heung-mi come nuovo brand ambassador
1 · 3
2 · 3
3 · 3