Alexandre Souêtre, il fotografo che esplora mistero e malinconia.

Alexandre Souêtre, il fotografo che esplora mistero e malinconia.

Collater.al Contributors · 4 mesi fa · Photography

Alexandre Souêtre è un artista francese che scopre la passione per la fotografia solo dopo il college, quando si trasferisce a Los Angeles per studiare cinema e fotografia.

I suoi scatti sono equilibri visivi di forme, immagini in movimento, ritratti e paesaggi, coperti da un velo di mistero che esplorano il tema della malinconia. Le fotografie mantengono prevalentemente una palette colori sul beige, spesso contornate da luci e ombre.

Scopri una selezione dei suoi lavori nella nostra gallery.

Testo di Giordana Bonanno.

Alexandre Souêtre, il fotografo che esplora mistero e malinconia.
Photography
Alexandre Souêtre, il fotografo che esplora mistero e malinconia.
Alexandre Souêtre, il fotografo che esplora mistero e malinconia.
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
Älskling, gli autoritratti di Jenny Rova scattati dai suoi amanti

Älskling, gli autoritratti di Jenny Rova scattati dai suoi amanti

Giulia Pacciardi · 4 mesi fa · Photography

55 ritratti lunghi 25 anni ritrovati negli archivi fotografici degli ex amanti.
Älskling, a self-portrait through the eyes of my lovers è un libro che sa di amore, ricordi, gioie e rimpianti.

Jenny Rova, la sua autrice, ha ripercorso 9 delle sue relazioni, di anni o di una notte, attraverso alcune delle fotografie che i suoi amanti le hanno scattato durante il tempo passato insieme.
25 anni che rappresentano un lato intero della vita di Jenny, dalla purezza dei 19 anni alla consapevolezza dei 45, sempre raccontata attraverso la sguardo di chi l’ha amata, desiderata e poi persa.

Un progetto fortemente emotivo, alle volte crudo ma sempre sincero, che cambia ogni qual volta che a cambiare è stato il fotografo e quindi la relazione, con tutto ciò che questo può significare.

Da quelle più romantiche dei sorrisi imbarazzati a quelle più sensuali dei nudi fra le lenzuola.
Una serie di immagini in cui è facile identificarsi e con cui è facile ricordare.

Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-1
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-2
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-3
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-4
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-5
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-6
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-7
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-8
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-9
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-10
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-11
Alskling-gli-autoritratti-di-Jenny-Rova-scattati-dai-suoi-amanti-Collater.al-12
Älskling, gli autoritratti di Jenny Rova scattati dai suoi amanti
Photography
Älskling, gli autoritratti di Jenny Rova scattati dai suoi amanti
Älskling, gli autoritratti di Jenny Rova scattati dai suoi amanti
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
The Framed Sea, le affascinanti illusioni di Levan Kiknavelidze

The Framed Sea, le affascinanti illusioni di Levan Kiknavelidze

Giulia Pacciardi · 4 mesi fa · Photography

Realtà e illusione.
Sono questi i concetti alla base di ‘The Framed Sea’, il progetto firmato dall’architetto e fotografo Levan Kiknavelidze che è riuscito a coniugare le sue due anime in 15 affascinanti, ma fittizi, scatti.

Se tutti gli elementi delle fotografie sono reali, infatti, ciò che crea l’illusione sono le distese azzurre fuori dalle finestre e dalle porte protagoniste.
Il Mar Nero della Georgia le prime, berlinesi le seconde.
A dividerli più di 3000 km, ad unirli la storia dell’artista, nato e cresciuto in Georgia e ora residente a Berlino.

Un progetto che ha portato l’autore ad un ragionamento critico nei confronti dei social media, rei, secondo lui, di avere la funzione di vetrine create ad hoc per essere l’anello di congiunzione perfetto tra ciò che vorremmo essere e ciò che siamo realmente.
Tra la perfezione che tentiamo di mostrare e la verità imperfetta che viviamo.

This way of seeking for perfectionism is demonstrated in my series: the framing shows the views to the same sea. And while it appears real, it can also be disbelieved. I think we’ve perfectly customized social media into a medium that illustrates an illusory nature of us,and not the other way around”.

Una serie che parla di connessioni, connessioni impossibili, verità e ricerca costante di qualcosa che non esiste ma che, in qualche modo, riusciamo a rendere reale.

The Framed Sea, le affascinanti illusioni di Levan Kiknavelidze
Photography
The Framed Sea, le affascinanti illusioni di Levan Kiknavelidze
The Framed Sea, le affascinanti illusioni di Levan Kiknavelidze
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
Il Marocco negli occhi di Ismail Zaidy

Il Marocco negli occhi di Ismail Zaidy

Giulia Pacciardi · 4 mesi fa · Photography

La fotografia come mezzo di espressione, affermazione dell’io, amore e rispetto per le proprie origini e necessità di esprimere creatività.
Ismael Zaidy, giovanissimo fotografo autodidatta marocchino, realizza scatti colorati e minimali che hanno il desiderio di spezzare i preconcetti che circondano la sua cultura, quella mussulmana.

“Through my pictures, I tackle the notions of gender equality, unity and love. I try to promote through them the Moroccan culture, and to shut down the stereotypes associated with my country. Morocco is not only a deserted country where people travel on animals’ backs”.

L’artista ventiduenne racconta ciò che meglio conosce tramite dei dettagli ricorrenti tra cui spicca l’utilizzo di djellaba, niqab e hijab, abiti tipici del suo paese, che creano poetiche composizioni.

Il suo obiettivo è quello di dare voce a chi per scelta si copre, utilizzando colori forti come gli individui che si celano sotto i veli, sottolineando la loro reale esistenza, le loro possibilità e la positività della loro eredità.
Protagonisti dei suoi scatti i suoi fratelli, ma anche altre persone che, come lui, vedono nell’arte un mezzo per potersi esprimere liberamente.
Un mezzo che unisce, elimina il concetto di differenza nella sua accezione negativa e racconta spaccati reali in un linguaggio universale.

Il Marocco negli occhi di Ismail Zaidy
Photography
Il Marocco negli occhi di Ismail Zaidy
Il Marocco negli occhi di Ismail Zaidy
1 · 20
2 · 20
3 · 20
4 · 20
5 · 20
6 · 20
7 · 20
8 · 20
9 · 20
10 · 20
11 · 20
12 · 20
13 · 20
14 · 20
15 · 20
16 · 20
17 · 20
18 · 20
19 · 20
20 · 20
Liquere, corpi nudi e acque calme nelle fotografie di Danny Eastwood.

Liquere, corpi nudi e acque calme nelle fotografie di Danny Eastwood.

Giulia Pacciardi · 4 mesi fa · Photography

Ostranenie, l’arte di presentare al pubblico cose comuni in modo inconsueto anche al fine di migliorarne la percezione.
È questa la parola d’ordine alla base dei progetti del pluripremiato fotografo Danny Eastwood, tra cui spicca l’affascinante e confuso Liquere.

Liquere, dal latino “essere fluidi”, è una collezione di 16 scatti che raccontano una storia fatta di corpi nudi e acque calme.
Corpi che si confondono, uniscono, sfumano e diventano astratti non appena entrano in contatto con un liquido limpido e inondato di luce.

Le forme scultoree si mostrano e nascondono, si immergono per poi galleggiare in un movimento fluido e transitorio che nella sua perfezione ammalia, confonde e regala a un qualcosa di, tutto sommato semplice, una dimensione differente rispetto al modo in cui generalmente siamo abituati a conoscerla.

Liquere, corpi nudi e acque calme nelle fotografie di Danny Eastwood.
Photography
Liquere, corpi nudi e acque calme nelle fotografie di Danny Eastwood.
Liquere, corpi nudi e acque calme nelle fotografie di Danny Eastwood.
1 · 17
2 · 17
3 · 17
4 · 17
5 · 17
6 · 17
7 · 17
8 · 17
9 · 17
10 · 17
11 · 17
12 · 17
13 · 17
14 · 17
15 · 17
16 · 17
17 · 17