Photography Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt
PhotographyPhotographerphotographystreet art

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt

-
Giulia Leggieri
Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

I graffiti posso essere una grande forma d’arte, prepotente e d’impatto, che aggiunge alla città quel qualcosa in più e gli amanti della street photography puntano spesso il loro obiettivo proprio su quei pezzi d’arte regalati alla cittadinanza.

Stephen Calcutt, fotografo di Birmingham, ha deciso tuttavia di raccontare un altro aspetto della street art inglese, quello meno artistico, fotografando i graffiti incisi, letteralmente graffiati, sulle superfici in plexiglass delle fermate dell’autobus della sua città.

Con la sua serie di immagini astratte, intitolata Bus Stop, dichiara come quelle incisioni sembrino quasi delle violazioni, qualcosa che disturba la visione. Puntando il suo obiettivo proprio su quelle superfici, percepite come delle barriere tra lui e il resto del mondo, realizza degli scatti con un atteggiamento anti-fotografico che esprimono tutta la frustrazione e la rabbia della cultura punk.

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

Bus Stop, il progetto anti-fotografico di Stephen Calcutt | Collater.al

PhotographyPhotographerphotographystreet art
Scritto da Giulia Leggieri
x
Ascolta su