Art Diego Vicente, illustratore e street artist multidisciplinare
Artillustrationmuralesstreet art

Diego Vicente, illustratore e street artist multidisciplinare

-
Federica Cimorelli
diego-vicente

Diego Vicente è un artista multidisciplinare, illustratore, pittore, designer e street artist spagnolo, più precisamente di Saragozza. Proprio a Saragozza inizia il suo percorso artistico, lì inizia studiando illustrazione, poi si sposta ad Aragona per approfondire gli studi di design, e dopo una tappa in Inghilterra, nel 2014 si ferma a Madrid per unirsi al collettivo artistico Boa Mistura

Da qualche anno Diego è diventato un artista indipendente, ha fatto esperienza con altri professionisti del suo campo, è cresciuto e maturato e oggi sta cercando di raggiungere nuovi obiettivi. Scopriamo insieme il suo lavoro. 

La produzione artistica di Diego Vicente è decisamente molto ampia, il suo lavoro spazia infatti dalla piccola illustrazione al murales in larga scala.

«Artisticamente cerco di collegare l’astratto con il figurativo, la pittura con il disegno, il mio lato più viscerale con quello più razionale. Cerco portare questa fusione sempre più lontano per trovare nuovi linguaggi e letture per la stessa immagine. In questo modo, spesso trovo risultati imprevedibili che si intrecciano e coesistono con la parte più controllata di ogni lavoro. Composizioni cariche di significati e sentimenti che pongono lo spettatore come responsabile della decifrazione.»

Le sue immagini, ma soprattutto i suoi murales, nascono con l’obiettivo di sostenere i quartieri delle città, renderli dei posti migliori, appoggiare la sostenibilità, cultura, diversità e collettività che li muove. Per questi spazi Diego dona la sua coloratissima arte e la arricchisce di simboli e soggetti con un profondo significato.

Nell’opera Ofrenda, ad esempio, il racconto si concentra sulle azioni che gli uomini possono fare per la proprio quartiere. I fiori diventano così emblema di un regalo, atto di generosità che va dalla lotta sociale al più piccolo gesto quotidiano, capace di migliorare la convivenza tra vicini.  

Pertenezco a este fuego, realizzato l’anno scorso ad Alagón, parla del passare del tempo, delle tradizioni d’infanzia, della storia e della vita nel villaggio. È un omaggio a Carlos Sierra e alla sua poesia “Cenizas”.

Infine El olvido è un murales dedicato alle vittime di repressione. Per realizzare quest’opera Diego Vicente pensa a chi ha dovuto controllare le proprie idee politiche, credenze religiose, condizioni sessuali, etnie e origini. L’opera parla dell’oblio come malattia e evoca la memoria come unico antidoto, fonte di luce, speranza e giustizia. 

– Leggi anche: Dagli Uffizi a Cortina, la street art di Endless

Guarda qui altri sue creazioni, seguilo su Instagram e visita il suo sito ufficiale per rimanere sempre aggiornato sulla sua produzione artistica. 

Artillustrationmuralesstreet art
Scritto da Federica Cimorelli
x
Ascolta su