Ed Freeman e la difficoltà di fotografare i corpi in acqua

Ed Freeman e la difficoltà di fotografare i corpi in acqua

Tommaso Berra · 2 settimane fa · Photography

Da millenni il fascino legato agli abissi e più in generale al mondo sottomarino ha creato miti e figure misteriose. L’assenza di gravità e la mancanza di peso dei corpi in acqua crea la sensazione di un’ambiente magico, in cui il corpo perde la propria natura, anche se spogliato di tutto, come negli scatti di Ed Freeman.
Fotografare l’ambiente subacqueo è impegnativo e gratificante, soprattutto se si devono catturare i movimenti dei corpi e la loro fluidità. È proprio la sospensione del movimento l’aspetto più affascinante del lavoro del fotografo, il quale in passato la lavorato anche come musicista, e come road manager nell’ultimo tour dei Beatles.
La serie Underwater è stata realizzata nelle piscine di Los Angeles, servendosi solo di luce naturale e dei riflessi che i raggi provocano sott’acqua, con ritocchi che migliorano la resa e rendono nitido il paesaggio acquatico. La delicatezza dei corpi li rende quasi corpi eterei e celestiali, dipinti da un pittore seicentesco e avvolti da una grazia misteriosa che non lascia spazio a letture errate nel modo di trattare quella che a tutti gli effetti è fotografia di nudo.

Scopri tutto il lavoro di Ed Freeman sul suo profilo Instagram o al sito ufficiale dell’artista.

Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman | Collater.al
Ed Freeman e la difficoltà di fotografare i corpi in acqua
Photography
Ed Freeman e la difficoltà di fotografare i corpi in acqua
Ed Freeman e la difficoltà di fotografare i corpi in acqua
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Il libro che racconta San Francisco in 500 foto

Il libro che racconta San Francisco in 500 foto

Tommaso Berra · 2 settimane fa · Photography

San Francisco è una delle città più affascinanti degli Stati Uniti, ha vissuto nel corso di due secoli tutta l’evoluzione della civiltà americana in prima persona, favorendo la nascita di correnti artistiche e culturali che hanno segnato le epoche.
La storia di San Francisco e più in generale della Bay Area è ora raccontata in un bellissimo volume edito da Taschen e intitolato “San Francisco. Portrait of a City“. Attraverso 500 fotografie si ripercorrono i primi anni di sviluppo industriale e le storie degli spiriti liberi degli anni ’70, passando per le luci e il fervore dei ruggenti anni ’20.

Nel volume sono raccolte immagini provenienti da archivi e collezioni private, scattate da alcuni dei fotografi più celebri, che nell’arco della loro carriera si sono fatti ispirare dalla città californiana. All’interno ci sono i ritratti dei tanti innovatori che hanno contribuito allo sviluppo della città, un luogo che rappresenta “una sfera di cristallo nella quale vedere un’anteprima di quello che tra qualche anno arriverà anche da noi”, come l’aveva descritto Michele Masneri nel recente volume della rivista The Passenger dedicato alla città.
Gli scatti raccolti in 480 pagine mostrano anche uno skyline della città lontano da quello che conosciamo oggi, dominato dal Golden Gate Bridge del quale si vedono i lavori di costruzione degli anni ’30. Oltre al clima unico della baia, “San Francisco. Portrait of a City” mostra anche le aree l’anima multiculturale della città, con immagini dell’enorme quartiere di Chinatown o di Fillmore, quello in cui storicamente vivono ebrei e giapponesi.
É possibile acquistare il libro sul sito ufficiale di Taschen.

San Francisco | Collater.al
San Francisco | Collater.al
San Francisco | Collater.al
San Francisco | Collater.al
San Francisco | Collater.al
San Francisco | Collater.al
San Francisco | Collater.al
San Francisco | Collater.al
Il libro che racconta San Francisco in 500 foto
Photography
Il libro che racconta San Francisco in 500 foto
Il libro che racconta San Francisco in 500 foto
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
Il Giappone visto agli infrarossi

Il Giappone visto agli infrarossi

Tommaso Berra · 2 settimane fa · Photography

Hashira Yamamoto è un fotografo, ma si descrive anche come un viaggiatore e un ricercatore. Nel corso della sua carriera da artista ha visitato 41 paesi e 161 città del mondo, nelle quali ha scattato alcune delle sue serie fotografiche, per raccontare storie i culture e di tutte le incredibili persone incontrate. Negli anni ha avuto modo di osservare da vicino la sua nazione di origine, il Giappone, coltivando una passione per i paesaggi tradizionali lungo la Via della Seta.
Yamamoto nella sua serie Asuka ha reinterpretato la tradizione degli edifici storici giapponesi attraverso una lente ad infrarossi, creando un dialogo tra il Giappone antico e contemporaneo, per un effetto che immerge templi e giardini tradizionali in un mondo glitchato e vaporwave.

I colori saturi delle foto alterano la percezione di una tradizione solida e per certi aspetti rimasta intatta nel corso dei secoli. I riferimenti culturali non vengono alterati, le architetture non vengono svuotate di significato, ma piuttosto riprese sotto una nuova veste contemporanea. Hashira Yamamoto aveva appunto l’obiettivo con questa lente ad infrarossi di esaltare ancora di più la tranquilla e la magia contemplativa che testimonia la spiritualità intrinseca dei luoghi fotografati. 

Il Giappone visto agli infrarossi
Photography
Il Giappone visto agli infrarossi
Il Giappone visto agli infrarossi
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 2 settimane fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle.
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @polae.jpg, @laurasole_79, @claudiabellati, @carolinalecce, @eli_rmn, @_eleonoram_, @teresa_scafa, @noemily_ph, @matti_b9, @ele.naus.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 1 settimana fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle.
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @zenzeroelimone_, @feebelli, @simeingolo, @davidecannavo, @_barbarac__, @valerycia, @sararotola, @saracamporesi.it, @il_salvo_, @_eleonoram_.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
Altri articoli che consigliamo