Art Fragile, la nuova opera di Asbestos a Dublino
Artstreet art

Fragile, la nuova opera di Asbestos a Dublino

-
Giulia Pacciardi

Asbestos, il prolifico street artist con base a Dublino, ha da poco ultimato e reso pubblica la sua ultima opera, Fragile.

Posizionata nella zona del Grand Canal Dock, lo street artist, che negli ultimi due anni ha focalizzato il suo lavoro sull’esplorazione del concetto di “identità e persona”, ha voluto rappresentare la condizione emotiva in cui versa gran parte della popolazione a causa degli eventi che hanno contraddistinto la nostra vita negli ultimi mesi.

Il murale riproduce un viso maschile coperto dal classico nastro rosso che si usa per imballare i pacchi fragili, che, in questo caso, ha utilizzato per coprire il volto lasciando scoperti solo gli occhi.
Secondo l’artista questi ultimi sono l’unico elemento che mostra con sincerità quello che proviamo e i suoi sono lucidi, tristi, provati e spaventati.

Sono fragile e sento quanto siamo tutti fragili in questo momento. Dobbiamo essere consapevoli della fragilità dell’altro e sostenerci a vicenda. Insieme fragili, insieme infrangibili.

Così ha commentato su Instagram il suo artwork, ricordando a tutti che restare uniti è un buon modo per sentirsi un po’ meno sconfitti.

Artstreet art
Scritto da Giulia Pacciardi
x
Ascolta su