Game of Thrones 8: l’analisi dell’ultimo episodio “The Iron Throne”

avatar
21 Maggio 2019

Tutto quello che vi siete persi di “The Iron Throne”, l’episodio finale di Game of Thrones, inclusi i commenti degli attori.

È finita, sapevamo che sarebbe successo, ma nonostante ciò non eravamo pronti. Domenica notte, come sempre in contemporanea con gli Stati Uniti, è andata in onda “The Iron Throne”, l’ultima puntata di Game of Thrones, il gran finale, quello che stavamo aspettando e che avremmo voluto non arrivasse mai. 

La serie evento che ha riscritto la storia del piccolo schermo ha raccolto gli ultimi applausi, e anche le immancabili critiche, e ha chiuso il sipario, ma ci sembra doveroso ripercorrere questi ultimi 79 minuti conclusivi.

game of thrones | Collater.al

La sigla

La distruzione che Daenerys ha inflitto ad Approdo del re non poteva non essere riportata nella sigla. Vediamo, infatti, la capitale dei Sette Regni e la Fortezza Rossa distrutte, inoltre, dietro al Trono di Spade non appare più il Leone dei Lannister che, però, non viene neanche sostituito dal sigillo dei Targaryen. 

Il discorso di Daenerys 

La puntata si apre con una visuale di Approdo del Re totalmente distrutta e Daenerys che si presenta agli Immacolati e ai Dothraki come Sovrano dei Sette Regni. Qui fa il suo primo discorso da Regina che fa perdere le speranze anche ai suoi più grandi sostenitori. Infatti, la Madre dei Draghi non ha alcuna intenzione di fermarsi, ma vuole continuare a “liberare” tutte le altre città.

game of thrones | Collater.al
game of thrones | Collater.al
game of thrones | Collater.al

Le sue parole risuonano vagamente familiari, sia perché furono già pronunciate da lei stessa nella sesta stagione, sia perché racchiudono esattamente quello che Khal Drogo le promise nella prima stagione.

Love is the death of duty

Se c’è una frase emblematica di questo ultimo episodio è proprio “Love is the death of duty” (L’amore è la morte del dovere), che Jon dice a Tyrion, aggiungendo che gli era stata detta a sua volta da Aegon Targaryen al Castello Nero. Qui, Aegon non la dice solo a Jon quando quest’ultimo vuole abbandonare i Guardiani della Notte per andare con i Bruti, ma la ripete anche a Sam. 

Se alla Barriera né Jon né Sam seppero cosa rispondere a Aegon, questa volta Tyrion sa benissimo cosa dire a Jon: “Sometimes duty is the death of love”, ribaltando la situazione e riuscendo a convincere Jon su cosa sia giusto fare. 

Il Signore degli Anelli

Alcuni dei fan più attenti e amanti di questo genere hanno trovato non poche similitudini con il film fantasy per eccellenza, Il Signore degli Anelli

Innanzitutto sono state paragonate le figure di Gollum e di Daenerys e la loro incontrollabile ossessione legata a due oggetti. Inevitabilmente anche questi ultimi sono stati messi a paragone, ovvero l’anello e il trono, sia per l’effetto che hanno su chi se ne vuole impossessare, sia per il destino che li aspetta. Entrambi, alla fine, vengono distrutti, fusi dalle fiamme. 

game of thrones | Collater.al
game of thrones | Collater.al

Ulteriore elemento in comune tra la serie HBO e il film è il destino pensato per i protagonisti.
Alla fine del terzo episodio de Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re potremmo pensare che Sam e Frodo vivranno nella Contea e, invece, il protagonista decide di partire con Gandalf e Bilbo Baggins, salutando l’amico per sempre. Così anche in GoT, tutti noi speravamo che gli Stark non si sarebbero mai divisi e, al contrario, ognuno decide di prendere una strada diversa. Inoltre, anche la costruzione della scena in cui Jon parte è praticamente identica a quella della partenza di Frodo.

game of thrones | Collater.al
game of thrones | Collater.al

Brienne

La scena in cui vediamo Brienne aggiornare il Libro Bianco, ovvero quello in cui sono raccontate tutte le gesta delle Guardie Reali, è piena di piccoli simboli che potrebbero passare inosservati, ma che sono di fondamentale importanza. Il primo è il sigillo sull’armatura di Brienne che raffigura un corvo, si scopre così essere questo il simbolo di Bran. Il secondo si nota leggendo bene quello che scrive su Jaime Lannister, scopriamo infatti che la battaglia in cui lo Sterminatore di Re si scontra per la prima volta contro Daenerys viene soprannominata Battle of Goldroad.

Inoltre, non è un caso che una scena venga dedicata all’aggiornamento delle gesta eroiche di Jaime. Ricordiamo infatti che il giovane Leone venne denigrato da suo nipote Joffrey per la scarsità di notizie riportate su di lui. Ora sappiamo che ogni singola azione di Jaime Lannister verrà ricordata per sempre.

Arya

Ad alcuni la scelta di Arya di partire verso ovest potrebbe sembrare azzardata o, peggio ancora, campata per aria e, invece, non dovrebbe stupirci più di tanto. Fu proprio la piccola Stark, nella sesta stagione, a confidare all’attrice della compagnia teatrale di Braavos che nessuno sapeva cosa si trovasse a Ovest di Westeros e che sarebbe stato bello scoprirlo. 

game of thrones | Collater.al

L’inizio e la fine

Sebbene molti fan siano rimasti delusi dal finale e alcuni hanno anche pensato di fare una petizione proponendo di rigirare totalmente l’ultima stagione, non si può dire che David Benioff e D.B. Weiss non abbiano pensato di chiudere il cerchio iniziato nella prima stagione. 

Se vi ricordate, la puntata pilota della serie iniziava alla Barriera, con tre Guardiani della Notte che si incamminavano verso le terre dei Bruti. Non a caso, nell’ultima scena di The Iron Throne vediamo Jon, Spettro, Tormund e i Bruti tornare nelle terre libere da uomini liberi, questa volta senza la paura incombente degli Estranei. 

game of thrones | Collater.al
game of thrones | Collater.al

Ringraziamenti 

Il finale di Game of Thrones è stato accompagnato dai commenti e dai ringraziamenti degli stessi attori che attraverso i social hanno condiviso le loro emozioni e il loro affetto per un pubblico senza il quale questo show non sarebbe mai stato possibile. 

In sintesi, non importa se siamo o no d’accordo con il finale che abbiamo visto, se il nostro personaggio preferito ha avuto la fine che meritava o no, se è giusto che sul Trono di Spade sia salito Bran o se i fratelli Stark si siano divisi prendendo strade diverse. Il bello delle serie tv rimane e rimarrà sempre essere sorpresi, sperare in una cosa e al tempo stesso augurarsi che non accada. 

Visualizza questo post su Instagram

Finding the words to write this post has left me overwhelmed with how much I want to say but how small words feel in comparison to what this show and Dany have meant to me. The mother of dragons chapter has taken up the whole of my adult life. This woman has taken up the whole of my heart. I’ve sweated in the blaze of dragon fire, shed many tears at those who left our family early, and wrung my brain dry trying to do Khaleesi and the masterful words, actions (and names) I was given, justice. Game of Thrones has shaped me as a woman, as an actor and as a human being. I just wish my darling dad was here now to see how far we’ve flown. But to you, dear kind magical fans, I owe you so much thanks, for your steady gaze at what we’ve made and what I’ve done with a character that was already in the hearts of many before I slipped on the platinum wig of dreams. Without you there is no us. And now our watch has ended. @gameofthrones @hbo #love #motherofdragonsoverandout

Un post condiviso da @ emilia_clarke in data:

Visualizza questo post su Instagram

Sansa, Thank you for teaching me resilience, bravery and what true strength really is. Thank you teaching me to be kind and patient and to lead with love. I grew up with you. I fell in love with you at 13 and now 10 years on.. at 23 I leave you behind, but I will never leave behind what you’ve taught me. To the show and the incredible people who make it, thank you for giving me the best life and drama lessons I could have ever asked for. Without you I wouldn’t be the person I am today. Thank you for giving me this chance all those years ago. And finally to the fans. Thank you for falling in love with these characters and supporting this show right through till the end. I’ll miss this more than anything.

Un post condiviso da Sophie Turner (@sophiet) in data:

Visualizza questo post su Instagram

1. First Day. 2. Last Day. GoT was like the craziest school trip ever. A 6 year Adventure Weekend. Grey Worm. You went from a robot to a real boy. I’m proud of you. I’ll miss you bud. Thank you to everybody that cared about him and rooted for him. He was really scared at first, but you made him feel loved. He appreciates it. I asked him. Huge shout out to the Targs team: Nats, Emilia, Conleth, Peter, Iain, Ian, Michiel, Reece, Ed, Kit, Liam. Thank you for making the days so fun. Here’s to every single department behind the scenes that worked to the bone to make this show. They worked tirelessly everyday to make this thing, and they never get shout outs and they know that but they do it anyway. Here’s to you, you ragtag bunch of talented clever rascals. I love ya’ll. Thank you. Game of Thrones ENDS tonight on @hbo AT 9pm and @skyatlanticuk at 2am. I hope you enjoy it.

Un post condiviso da Raleigh Ritchie (@raleighritchie) in data:

Visualizza questo post su Instagram

So tonight we have our very last episode. It’s the final step of a long and wonderful journey. A journey that, for me, started at 10am on Monday 19th of July 2010. I know this because recently I found my rehearsal and prep schedule for season 1, week 1. This was given to me when I landed in Belfast for the first time, weeks before we even started shooting. Listed here is the rehearsal where I first met Kit, and the first time I wore the costume that’s seen me through 8 seasons. I’m glad I kept this. I met so many people that week who have come to mean so much to me. Back then we couldn’t have known the journey we’d go on together. I wouldn’t swap that experience, or those people, for the world. Enjoy the episode and thanks for everything. ❤️❤️❤️ @gameofthrones @hbo #GOT 👋

Un post condiviso da John Bradley (@johnbradleywest) in data:

P.s. In ogni caso, la redazione di Collater.al si sta ancora chiedendo che fine abbia fatto Daario Naharis…

game of thrones | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share