Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra

avatar
2 Ottobre 2019

Il Gross Domestic Product di Banksy è un negozio davvero molto particolare, situato nel quartiere di Croydon a Londra. Scopri ora di più!

Nel negozio Gross Domestic Product non si può entrare, ma le vetrine sulla strada sono piene di opere d’arte di Banksy e oggetti che richiamano i suoi lavori attraverso disegni e decorazioni.

Sullo stesso filone di Dismaland, il negozio è l’ultima trovata dell’artista per criticare i principali problemi della società globale: la migrazione umana forzata, lo sfruttamento degli animali e la sorveglianza di massa. Tony the Tiger (la mascotte dei cereali Kellogg’s) sacrificata come tappeto da salotto, bambole di legno che consegnano i loro bambini ai contrabbandieri in rimorchi di camion merci e tappeti ricavati dai giubbotti di salvataggio: la vetrina a sud di Londra rappresenta una distopia capitalista.

In una dichiarazione sul progetto, Banksy ha spiegato che l’imput principale che gli ha dato la spinta per realizzare il negozio è una battaglia legale tra l’artista e un’azienda di biglietti d’auguri che contesta il marchio Banksy.

Sarà possibile acquistare gli articoli presenti nel negozio fisico su una apposita piattaforma online, mentre il negozio fisico resterà aperto per le prossime due settimane nel quartiere di Croydon.

In perfetto stile Banksy, gli oggetti venduti saranno usati per comprare una nuova nave per la Ong Open Arms, che opera da tempo nel Mediterraneo per soccorrere i migranti.

Dai un’occhiata anche al video qui sotto:

Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra | Collater.al
Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra | Collater.al
Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra | Collater.al
Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra | Collater.al
Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra | Collater.al
Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra | Collater.al
Gross Domestic Product, il negozio di Banksy a Londra | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share