La nostra intervista a Noyz Narcos per la campagna “Remember Your Origins” di Havana Club

La nostra intervista a Noyz Narcos per la campagna “Remember Your Origins” di Havana Club

Emanuele D'Angelo · 3 settimane fa · Music

Havana Club, che da sempre crede nella forza della musica e nella connessione che genera tra le persone, anche in un momento storico tanto difficile per il mondo dell’entertainment, sceglie ancora una volta il linguaggio musicale per il lancio della sua nuova campagna “Remember Your Origins”.

Un claim semplice e chiaro, che valorizza e celebra il patrimonio artistico e artigianale della scena street per ispirare con nuovi contenuti il pubblico e la propria community. 

La campagna prende vita attraverso la collaborazione con tre nomi di punta della scena rap italiana: Noyz Narcos, Ketama126 e Speranza. I tre artisti, anzi i tre amici, si sono ritrovati sulle barre di “Guardami Adesso”. Una street hit nel loro stile, crudo e originale caratterizzata da un beat influenzato dalla drill newyorkese.

“Guardami Adesso” è una canzone forte, dove Noyz e Speranza vanno all’attacco sulle strofe mentre Ketama irrompe con un ritornello corrosivo e indimenticabile. Un singolo che sa di rivalsa per i tre artisti partiti dal nulla ma arrivati in alto solo con la forza della loro musica.

Per l’occasione abbiamo fatto quattro chiacchiere con Noyz Narcos, per scopre qualcosa in più su “Guardami Adesso” e conoscere i suoi prossimi passi.

Siamo abituati a sentirti su sonorità diverse, che definirei più old school. “Guardami Adesso” invece è un pezzo drill, bello tosto, come ti sei ritrovato a livello di barre e tempi con questo genere?

In realtà è un genere che seguo, mi piace molto, appena è esploso mi ha subito colpito. Comunque sia nonostante sia un genere molto diverso dal mio, è un genere mega hardcore che volendo potrebbe essere la versione moderna di quello che abbiamo sempre fatto noi su altre sonorità. Però in generale questo tipo di approccio, come dire un po’ violento, un po’ di strada per noi è congeniale, perfetto. Volevo fare un pezzo drill da parecchio tempo e infatti questa base di Sine era perfetta per farlo, poi Ketama e Speranza si trovano molto bene su questa roba qui.
Una formula perfetta, penso era già scritto che dovevamo spaccarla noi questa base
, l’abbiamo scritta proprio in due ore quasi.

Visto che comunque siete amici non ti chiedo com’è stato collaborare con loro. Provo a metterti in difficoltà con un’altra domanda, cosa ti piace di più di Ketama e Speranza?

Di Ketama mi piace il fatto che ha una capacità di risolvere con semplicità cose per cui io ci metterei molto più tempo. Nel rap bisogna essere diretti, Ketama ha questa peculiarità, riesce ad utilizzare un linguaggio semplice e al tempo stesso arrivare a tutti. Poi è anche molto skillato nelle melodie, lui si mette lì con il suo foglietto di carta, scrive solo lì Ketama, e ha una capacità incredibile anche di trovare queste ritmiche, queste melodie e anche i ritornelli, lui è proprio forte e lo so perché abbiamo lavorato molto insieme a parte oggi. Speranza invece, pur essendo di un’altra regione, pur avendo uno stile differente dal mio, è comunque molto simile. È un assassino sulle strofe, ha una carica della madonna e riesce sempre a metterla dentro nella sua musica. Infatti lui è stata la ciliegina sulla torta per questo singolo, ci serviva un carroarmato come lui.

Ritornando di nuovo sul singolo, qual è la tua strofa preferita di “Guardami adesso”?

Tutto il pezzo, dal ritornello alla strofa. Si è creata un’alchimia perfetta, l’abbiamo registrata ed era già perfetta così nella sequenza, nei tempi, negli scambi, in tutto insomma. È uno di quei pezzi che riascoltandolo pensi è pefetto così, non serve metterci mano ancora.

Chiudiamo la nostra intervista, chiedendoti, quali saranno le prossime tappe di Noyz Narcos? Dopo averti sentito in un pezzo drill possiamo aspettarci altre sorprese?

Non so, a livello di produzioni musicali sono uscito un attimo dalla mia zona di comfort. Per quanto riguarda il rap, pur volendo sperimentare, non voglio fare cose per fare il fenomeno. Io sono apprezzato per quello che faccio, preferisco andare su quella linea lì. Non che non mi piaccia sperimentare, ma non è il mio campo da gioco, la drill è un altro tipo di musica, a me piace più altro. Alla fine secondo me bisogna non forzare la mano e fare ciò che si sa fare e finchè ti diverti e ti piace lo fai. Non farò un altro genere solo per piacere ai fan, non m’interessa più che altro.

La nostra intervista a Noyz Narcos per la campagna “Remember Your Origins” di Havana Club
Music
La nostra intervista a Noyz Narcos per la campagna “Remember Your Origins” di Havana Club
La nostra intervista a Noyz Narcos per la campagna “Remember Your Origins” di Havana Club
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine

Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine

Giulia Guido · 5 giorni fa · Photography

Il corpo umano e l’ambiente che lo circonda si fondono in un’unica cosa negli scatti mozzafiato di Alexandre Delamadeleine

Fotografo francese nato ad Annecy, Alexandre Delamadeleine oggi vive a Parigi, ma non sono le strade trafficate e le facciate dei palazzi della città a catturare il suo sguardo. Interessato alle opere del filosofo americano Ralph Waldo Emerson, soprattutto al saggio “Nature” (1836) in cui affronta diversi temi come quello legato al significato di natura, alla bellezza, al linguaggio della natura e a come instaurare un vero rapporto con essa, Alexandre cerca di esplorare gli stessi argomenti attraverso le sue immagini. 

Nelle serie fotografiche “Balance” e “Playground” possiamo notare il suo stile e i soggetti che fotografa per esprimere il suo punto di vista e il suo pensiero. 

Si tratta di scatti in cui l’ambiente circostante, che sia una pianura, una spiaggia o una parete rocciosa, è preponderante e occupa gran parte dello spazio. All’interno di questo trova, però, sempre spazio una giovane donna della quale sono catturati i movimenti e le posizioni. Posizioni che sottolineano perfettamente come l’uomo sia ormai parte della natura, assimilato ad essa e quindi non serve più stare in piedi per dimostrare una superiorità inesistente, ma il corpo s lascia andare, cade, rotola, salta, si fonde con gli elementi che lo circondano. 

Il risultato finale consiste in scatti dalle atmosfere surreali ed eteree date da una luce che non acceca mai, ma è sempre lieve e rilassante. Guardando gli scatti di Alexandre Delamadeleine non possiamo che tirare un sospiro di sollievo, sperando prima o poi di vivere quella libertà. 

Guardate qui sotto una selezione di scatti e visitate il sito di Alexandre e seguitelo su Instagram per non perdere i suoi prossimi lavori.

“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
Photography
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
La fotografia surreale e nostalgica di Regina

La fotografia surreale e nostalgica di Regina

Giulia Guido · 3 giorni fa · Photography

Siamo talmente abituati alla fotografia digitale che quando ci troviamo di fronte degli scatti analogici con effetti creati direttamente in camera rimaniamo stupiti e ipnotizzati. È quello che ci è successo quando abbiamo scoperto le fotografie di Regina, su Instagram come @wasitapril

Regina è una giovane ragazza di 24 anni, nata a Seefeld, in Austria e da meno di un anno trasferitasi a Parigi, luogo che le ha dato modo di sviluppare e coltivare la propria creatività e la passione per la fotografia. 

Regina ha cominciato a scattare circa due anni fa con una Canon AL-1, da allora il suo amore sia per le macchine Canon, ma soprattutto per la fotografia analogica non hanno fatto altro che crescere. 

Sebbene non sia una fotografa di professione, basta una veloce occhiata ai suoi lavori per coglierne il potenziale. Regina sidiverte sperimentando, creando effetti direttamente in macchina o sfruttando elementi naturali come le ombre, la luce o l’acqua. Che siano scatti colorati o in bianco e nero, i suoi lavori presentano sempre atmosfere surreali e hanno un non so che di nostalgico, malinconico. 

Siamo sicuri che risentiremo parlare presto di Regina, nel frattempo guardate alcuni dei suoi scatti qui sotto e seguitela su Instagram

La fotografia surreale e nostalgica di Regina
Photography
La fotografia surreale e nostalgica di Regina
La fotografia surreale e nostalgica di Regina
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt Special Edition – Fiori

InstHunt Special Edition – Fiori

Giordana Bonanno · 19 ore fa · Photography

InstHunt Special Edition è la raccolta fotografica delle vostre migliori foto, ideata per la prima volta seguendo un tema. Ogni mese avrà un titolo dedicato e sarete voi a darle vita attraverso i vostri scatti. 

Il tema di questo mese erano i fiori: le vere opere d’arte della natura, create con forme e colori perfetti. Esistono molti modi di fotografare questo soggetto ma diventa più interessante quando l’immaginazione prende il sopravvento sulla realtà e trasforma i fiori in veri e propri personaggi.

Restate connessi e continuate a seguire la nostra pagina Instagram @collateral.photo per scoprire il tema del prossimo numero InstHunt Special Edition. 

Be creative Be part of @collater.al

InstHunt Special Edition – Fiori
Photography
InstHunt Special Edition – Fiori
InstHunt Special Edition – Fiori
1 · 1
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 1 settimana fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle.
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @martinabarbon, @noemiduso, @missun.flower, @yehorova.photo, @jacopo_cerchi, @alanys.salas, @_my_perfect_little_world, @babaja_ga_, @_simonepiras_, @_barbarac__.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1