Style Lo stile di Johnny Depp, un pirata contemporaneo
Stylestyle

Lo stile di Johnny Depp, un pirata contemporaneo

-
Andrea Tuzio

A meno che non siate stati sulla Stazione Spaziale Internazionale nell’ultimi mesi e abbiate appena fatto ritorno sulla Terra, immagino che siate a conoscenza del processo dell’anno – almeno in termini di rilevanza e attenzione mediatica – quello che vede coinvolti gli ex-coniugi Johnny Depp e Amber Heard.
In questa sede non entreremo nello specifico delle beghe processuali, anche perché basta scrollare qualunque dei vostri feed per ottenere quante più info possibili, vi dico soltanto che oggi sono previste le arringhe finali, quindi siamo in dirittura d’arrivo.

Non sono mai stato attratto dalla morbosità che si scatena attorno a certe questioni, ma ho scelto di prendere spunto dalla storia del momento e provare a raccontare l’evoluzione dello stile unico e senza tempo di uno degli attori più eclettici dello show biz hollywoodiano, John Christopher Depp II.

Sin dal suo esordio sul grande schermo, avvenuto quasi per gioco e per sostenersi nella sua carriera da musicista, nel primo episodio della saga horror di culto dedicata a Freddy Krueger e creata da Wes Craven, Nightmare on Elm Street, Johnny si è imposto al grande pubblico come attore bellissimo e carismatico, un potenziale teen idol. Questo status si è poi consolidato grazie al suo ruolo in Platoon di Oliver Stone e soprattutto nella serie TV 21 Jump Street.

L’aura da ragazzo ribelle acquisita in 21 Jump Street venne ulteriormente alimentata dal suo stile di vita fuori dal set e dalla sua estetica da rocker consumato che gli “costò” la fama di bad boy.

Carismatico, eccentrico, eclettico, versatile, sfrontato, negli anni Johnny Depp ha settato uno standard di stile inimitabile (anche perché è l’unico a potersi permettere di essere Johnny Depp) legato a doppio filo alla musica e precisamente al rock – ha iniziato come musicista e continua a suonare la chitarra negli Hollywood Vampires – costruendo uno stile che rispecchiasse a pieno quel mood: capelli lunghi e arruffati, tatuaggi, giacche di pelle, jeans strappati, stivali, item vintage, magliette consumatele etc.

Quello che però più di ogni altra cosa ha contraddistinto lo stile di Johnny Depp, sono i suoi accessori. Un vero e proprio marchio di fabbrica che continua ad essere un tratto estetico distintivo del buon Johnny: spille di ogni genere, bracciali e braccialetti, collane in classico stile Cherokee o che richiamo quello bohémien, i cappelli a tesa larga, le sciarpe in lino, gli immancabili occhiali da sole con lenti azzurre/viola.

Un pirata contemporaneo che ha delineato il suo stile anche grazie all’esperienza fatta come protagonista della saga I Pirati dei Caraibi nei panni di Jack Sparrow, suo alter-ego sul grande schermo, e personaggio quasi completamente ispirato al leggendario chitarrista e fondatore dei Rolling Stones, diventato suo amico e mentore. 

Depp ha costantemente ignorato le mode del momento, esprimendo se stesso e conservando la sua eclettica e peculiare estetica lungo tutti questi anni. Non si è mai avvalso dell’aiuto o della consulenza di stylist ed è sempre e comunque consapevole di ciò che esprime attraverso i suoi look estremamente divisivi, esattamente come lo è la persona.

C’è soltanto un unico e inimitabile Johnny Depp.

Stylestyle
Scritto da Andrea Tuzio
x
Ascolta su