La Lake House dello Studio WAFAI, ispirata al paesaggio che la circonda

avatar
18 Luglio 2019

Lo studio di architettura torinese WAFAI ha progettato la Lake House facendosi ispirare dal lago svizzero Türlersee e dalla natura di questi luoghi.

Sempre più frequentemente vediamo progetti di architettura o di design che al posto di ispirarsi al gusto di chi li realizza o di chi li commissiona prendono spunto dal luogo che poi dovrà ospitarli. Esempio lampante di questa corrente è il progetto della Lake House dello studio torinese WAFAI, ispirata dal paesaggio svizzero, in special modo dal lago Türlersee. 

La casa, che sorge proprio sulle sponde del lago, specchiandosi nell’acqua, è stata pensata per uso monofamigliare. Gli elementi caratteristici sono due, uno esterno e uno interno. Il primo è la parete che parte da terra e con una linea fluida e continua si alza e diventa la copertura dell’intera casa. Il secondo sono le monumentali scale interne, che ricordano la forma della struttura esterna, e che collegano il piano terra con quello superiore, senza però togliere luce agli ambienti. 

Queste linee gentili, che accompagnano l’occhio, seguono quelle del paesaggio, ma allo stesso tempo creano un forte contrasto con la foresta appena dietro la casa, sia da un punto di vista strutturale sia cromatico. 

Fiore all’occhiello della Lake House è la piscina che affaccia sul lago, creando un doppio gioco di riflessi. 

Unica pecca? Il cliente dello Studio WAFAI non ha avuto i permessi per comprare il terreno, quindi per ora quello della lake House rimane ancora un progetto, un sogno. 

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share