Ecco il programma della 5ª edizione di Linecheck

Ecco il programma della 5ª edizione di Linecheck

Giulia Guido · 2 mesi fa · Music

Prende il via oggi Linecheck, lo showcase festival che attraverso un denso programma di  incontri, workshop, live show e concerti affronterà il tema della musica di oggi e di come evolverà in futuro. Il focus di quest’edizione sarà sugli anni ’20, quelli che ci accingiamo a vivere, perché per ogni secolo la soglia del primo ventennio sancisce un punto di svolta in cui il secolo precedente sbiadisce come un ricordo lontano e i nati negli anni ’00 fanno capolino sulla scena. Inoltre, il tema chiave sarà quello della diversità e dell’ inclusione, sempre affrontato all’interno del contesto musicale, che si adatta alla perfezione anche alla scelta del Guest Country di quest’anno, ovvero il Canada, Paese che con il suo 22% di cittadini stranieri diventa simbolo del multiculturalismo per eccellenza. 

#SoundsLikeDiversity

Inserito all’interno della Milano Music Week – di cui è content partner – Linecheck 2019 animerà per sei giorni la città di Milano, dividendo gli eventi tra gli spazi di BASE Milano, dove recentemente sono state aperte la musicROOMS con un piccolo anfiteatro interno la CAPSULA dotata di suono immersivo in 3D, i Magazzini Generali e sei locali in Zona Navigli (Caffè Zanardi, Jacaranda Liuteria Artigiana, Ex Fornace, NonostanteMarras, Ostello Bello, Rocket). 

Linecheck ha in serbo una scaletta di artisti e ospiti nazionali e internazionali come Seun Kuti, figlio del musicista e attivista pioniere dell’afrobeat Fela Kuti, che oggi ha preso il suo posto come cantante negli Egypt 80; Giorgio Poi, artista italiano attivo a livello internazionale arrivando a essere chiamato dai Phoenix per aprire le date del loro tour mondiale e il canadese Pierre Kwenders che attraverso il collettivo Moonshine punta a diffondere l’originalità culturale di Montréal. 

Appaiono nella line-up del Linecheck anche il sound anni’80 dei Karpov Not Kasparov, la voce sensuale di Emmanuelle, la fusione di soul, jazz, funk e rap di Blu Samu, l’R’n’B di Arlo Parks, l’indie-folk di Eugenia Post Meridiem e il prog-post-math rock dei The Pier

Anche il Canada farà la sua parte con i Godspeed You! Black Emperor, i Doomsquad, i Plants and Animals, Ouri, i Booty EP, Gan aka respectfulchild e Tanya Tagaq che porteranno i suoni del loro Paese, dimostrando ancora una volta che la musica è lo strumento perfetto per abbattere le barriere e i confini. 

Ma non ci saranno solo live show e concerti, a intrattenere il pubblico ci sono in programma esperienze create ad hoc come quella di WAAM Tours che racconta le trasformazioni di Tortona, da quartiere operaio a polo creativo e museale e quella di ARTKADEMY incentrata sulla street art.

Scopri tutti i dettagli di Linecheck 2019 sul sito ufficiale e preparati a sei giorni di eventi con la loro playlist che trovi qui sotto! 

Ecco il programma della 5ª edizione di Linecheck
Music
Ecco il programma della 5ª edizione di Linecheck
Ecco il programma della 5ª edizione di Linecheck
1 · 22
2 · 22
3 · 22
4 · 22
5 · 22
6 · 22
7 · 22
8 · 22
9 · 22
10 · 22
11 · 22
12 · 22
13 · 22
14 · 22
15 · 22
16 · 22
17 · 22
18 · 22
19 · 22
20 · 22
21 · 22
22 · 22
Hand Solo, la canzone contro i tabù dell’autoerotismo femminile

Hand Solo, la canzone contro i tabù dell’autoerotismo femminile

Anna Cardaci · 2 mesi fa · Music

Nel mondo femminile, si sa, ci sono un’infinità di argomenti tabù. Questioni un po’ scomode che ogni volta che vengono affrontate, le donne si sentono in imbarazzo. Mestruazioni, sesso e molti altri sono solo una piccola parte di questi. Quello che però accomuna più donne e che può essere definito come il Re dei tabù, è sicuramente la masturbazione. In genere, tutto il mondo della sessualità è un argomento difficile da esternare per una donna. Per un uomo è semplice parlarne. Probabilmente perché si sono instaurate dinamiche sociali inspiegabili tali per cui esprimere qualcosa riguardo questo argomento così intimo possa mettere in soggezione molte donne.

Per questo motivo Marika Hackman, una cantante inglese, ha scritto Hand Solo, un brano estratto dall’album Any Human Friend, uscito lo scorso agosto il cui testo della canzone sembra essere un vero e proprio inno alla masturbazione femminile. Questo celebra il tema porgendo una sorta di accusa alla società fortemente maschilista in cui da sempre viviamo.

La traccia è accompagnata anche da un video diretto del regista Samuel J. Bailey il quale ha voluto realizzare un cortometraggio di quasi quattro minuti. Qui viene trattato l’argomento con molta ironia e con metafore che rappresentano in maniera astratta l’atto della masturbazione dall’inizio alla fine. Seppur molto esplicito, il filmato non è volgare e non presenta scene troppo spinte. All’interno sono presenti delle mani che accarezzano degli oggetti come torte, lavandini, mollette per stendere gli abiti, lenzuola, cappuccini, ventagli ecc. Il video di Hand Solo inizia con una citazione di Susie Bright, una giornalista e scrittrice americana molto attiva sul fronte del femminismo:

Dietro ogni condanna erotica c’è un ipocrita ardente.

Per il progetto, Marika Hackman e Bailey hanno anche raccolto anonimamente pensieri e storie sulla masturbazione da parte delle donne. Questi appaiono alla fine del filmato come se fossero i titoli di coda.

Hand Solo, la canzone contro i tabù dell’autoerotismo femminile
Music
Hand Solo, la canzone contro i tabù dell’autoerotismo femminile
Hand Solo, la canzone contro i tabù dell’autoerotismo femminile
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Il video di “Oceano”, nuovo singolo di Don Said!

Il video di “Oceano”, nuovo singolo di Don Said!

Giulia Guido · 1 mese fa · Music

Classe 1999, Nicolò nasce a Catania, dove affiora subito la sua passione per la musica e per la scrittura e, ispirandosi a uno dei personaggi del celebre film L’odio di Mathieu Kassovitz, adotta ufficialmente il nome d’arte Don Said
In seguito a un periodo di gavetta e live decide di trasferirsi a Milano dove il suo percorso continua e si intensifica. 

Oggi, dopo una serie di singoli tra cui spiccano “Socio” e “Non mi disturbare”, Don Said è pronto a cominciare un nuovo percorso e lo fa con “Oceano”. 
Prodotto da Collater.al e distribuito da The Orchard, il brano si differenzia dai precedenti sia per le musicalità, sia per il contenuto. 

Don Said | Collater.al

 Il testo, attraverso una forte metafora, racconta il logorante rapporto con le dipendenze come se fosse una relazione d’amore che, al contrario di far bene a entrambe le parti ne distrugge una. 

Eri ciò che mi uccideva e ciò che mi faceva vivere
Mi hai tolto dal delirio, non eri una qualunque:
Eri ciò che mi serviva per non perdere il controllo.

Le parole trovano la loro perfetta posizione sulle atmosfere tristi e malinconiche evocate dalla strumentale,  prodotta da Federico Maccherone e Thomas Feriero, valorizzate dalla chitarra suonata dallo stesso Don Said. 

Con te è tutto più sereno
Sto annegando in questo oceano
Siamo antidoto e Veleno
E siamo ciò che ci manca,
Ciò che ci manca, siamo ciò che ci manca

Un brano del genere non poteva non essere accompagnato da un videoclip altrettanto all’altezza delle aspettative. Con la regia di Enrico Cerovac e la direzione artistica di Marco Aurelio Mendia e Andrea “Muten” Carveni, il video riesce in maniera brillante a mostrare ciò che il testo racconta, alternando scene in ampi spazi aperti a scene al chiuso, che restituiscono quel senso di oppressione dato dalle dipendenze. 

Mi sono detto tante volte di raccontare questa storia, di provare a sfogarmi e alleggerirne il peso con la musica. Non l’ho mai voluto fare perché non amo parlare di ciò che mi affligge, nemmeno con le persone a me care. Questo brano è stato scritto più col cervello che col cuore, ho cercato tutti i punti d’incontro fra la vera storia che c’è dietro e una storia d’amore.

Ascolta Oceano e guarda il video qui sotto! 

PH Marco Aurelio Mendia

Il video di “Oceano”, nuovo singolo di Don Said!
Music
Il video di “Oceano”, nuovo singolo di Don Said!
Il video di “Oceano”, nuovo singolo di Don Said!
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Bubba, l’ultimo album di Kaytranada esce il 13 dicembre

Bubba, l’ultimo album di Kaytranada esce il 13 dicembre

Anna Cardaci · 1 mese fa · Music

Correva l’anno 2016 quando Louis Kevin Celestin, in arte Kaytranada, ha pubblicato il suo ultimo album in studio intitolato 99.9%. Dopo 3 anni di assenza l’artista, produttore discografico e DJ americano ha deciso di tornare sulla scena musicale annunciando l’uscita di Bubba, il suo ultimo lavoro in studio che sarà disponibile a partire dal prossimo 13 dicembre. L’uscita è stata anticipata dal brano 10% realizzato con Kali Uchis – una cantante americana – e da un tweet pubblicato da Kaytranada in cui diceva che l’album era “finito”.

Successivamente ha ufficializzato l’uscita del suo progetto durante l’Intersect Music Festival a Las Vegas a inizio dicembre. Nel suo lavoro non mancheranno altre collaborazioni tra cui quella con Pharrell WilliamsMick JenkinsTinasheEstelleCharlotte Day WilsonGoldLinkSiR.

Bubba | Collater.al 1

L’album contiene 17 tracce ed è possibile pre-ordinarlo sul sito ufficiale dell’artista americano e ascoltare il suo primo singolo estratto su Spotify!

1. DO IT
2. The Music feat. Iman Omari
3. Go DJ feat. SiR
4. Gray Area feat. Mick Jenkins
5. Puff Lah
6. 10% feat. Kali Uchis
7. Need It feat. Masego
8. Taste feat. VanJess
9. Oh No feat. Estelle
10. What You Need feat. Charlotte Day Wilson
11. Vex Oh feat. GoldLink, Eight9fly, & Ari PenSmith
12. Scared To Death
13. Freefall feat. Durand Bernarr
14. Culture feat. Teedra Moses
15. The Worst In Me feat. Tinashe
16. September 21
17. Midsection feat. Pharrell Williams

Bubba | Collater.al 1
Bubba, l’ultimo album di Kaytranada esce il 13 dicembre
Music
Bubba, l’ultimo album di Kaytranada esce il 13 dicembre
Bubba, l’ultimo album di Kaytranada esce il 13 dicembre
1 · 2
2 · 2
Ecco il video di CHARLES MANSON (BUON NATALE2)

Ecco il video di CHARLES MANSON (BUON NATALE2)

Anna Cardaci · 1 mese fa · Music

UPDATE 11 DICEMBRE:
È uscito il video ufficiale di CHARLES MANSON (BUON NATALE2)! Guardatelo qui sotto!

Oggi, venerdì 6 dicembre, è uscito il nuovo singolo di Salmo: CHARLES MANSON (BUON NATALE2) realizzato in collaborazione con Lazza, Dani Faiv e Nitro. Sono passati all’incirca sei anni dall’uscita di Buon N***** freestyle, una traccia prodotta insieme ai colleghi Gemitaiz e Madman che, pubblicata nel giorno della vigilia di natale, divenne una sorta di inno contro tutto quello che racchiude questa festività.
CHARLES MANSON (BUON NATALE2) è stata realizzata da Stabber, un producer musicale di L’Aquila insieme a Salmo ed è contenuta all’interno di Playlist Live, l’album che comprende undici performance live di quasi tutti i brani contenuti in Playlist, arricchite anche da Papparapà RMX, una traccia di Nerone in cui ha preso parte assieme a Gemitaiz e successivamente venne rivisitata dal producer abruzzese.

Per il lancio dell’ultima data del tour che si terrà a San Siro il 14 giugno 2020 , Salmo ha deciso di creare una classica campagna pubblicitaria con un cartellone esposto sul Naviglio Grande a Milano. Questo però, come dice Salmo sul suo profilo di Instagram, è stato subito rimosso dal Comune in quanto reputato un po’ troppo “splatter”. Nonostante questo inconveniente Salmo riesce così a chiudere alla grande un 2019 pieno di successi e di riconoscimenti, sold out e collaborazioni nuove.

FOTO di Elisa Scotti

Ecco il video di CHARLES MANSON (BUON NATALE2)
Music
Ecco il video di CHARLES MANSON (BUON NATALE2)
Ecco il video di CHARLES MANSON (BUON NATALE2)
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7