Art Matthew Grabelsky
ArtAnimalNew Yorkpaintingssubway

Matthew Grabelsky

-
Elena Fortunati
Matthew Grabelsky

New York è proprio una giungla dai suoi bassifondi fino alle alte cime dei suoi grattacieli.

New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene

Matthew Grabelsky in quella città ci è nato e ora ha scelto la calda Los Angeles per disegnarla come la ricorda.
L’artista americano ha realizzato in questi ultimi anni interessanti dipinti che mostrano una metropolitana di New York invasa da animali e creature mitologiche. Il contesto intorno è quello più comune: gente in piedi, sguardi sugli smartphone, buste, giornali, cartine della città. Un contesto in cui queste creature selvatiche sembrano non trovarsi affatto a disagio.

Vestite come noi, impegnate come noi, si appropriano di un posto su quei vagoni e ci accompagnano in un viaggio fino al prossimo isolato. Matthew dice che non sono lì per rendere i suoi lavori allegorici, piuttosto sono un gioco di tutti i giorni dell’inconscio che crea enigmi da risolvere con la mente.

New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene
New York è una giungla che Matthew Grabelsky sa dipingere molto bene

Matthew Grabelsky

ArtAnimalNew Yorkpaintingssubway
Scritto da Elena Fortunati
x
Ascolta su