I musei visitabili con un solo click

I musei visitabili con un solo click

Giulia Guido · 11 mesi fa · Art

Ahimè, è arrivato il momento in cui ognuno è chiamato a fare la sua parte. Ci è stato chiesto di fare dei sacrifici e di rimanere in casa il più possibile. Ad alcuni risulterà più semplice e ad altri meno. 

Noi siamo qui per proporvi delle attività da fare comodamente dalle vostre stanze e in totale sicurezza, ed essendo un magazine che tratta di arte non potevamo iniziare da altro se non dai musei. Lo sappiamo, in questo periodo sono chiusi, ma fortunatamente per noi, e per voi, esiste più di un modo per visitarli. 

Ecco alcuni dei musei, italiani e non, visitabili comodamente con un click. 

Milano

Pinacoteca di Brera

Se la vostra passione è la pittura, allora non potete perdervi la visita virtuale della Pinacoteca di Brera, partendo dal famoso cortile e arrivando fino al famoso Cristo Morto del Mantegna.

Museo Poldi Pezzoli

A due passi, anzi a un click di distanza, potete ritrovarvi all’interno di una delle case-museo più conosciute e belle di Milano che fa da scrigno alla collezione nata a metà del 1800 grazie alla passione per l’arte di Gian Giacomo Poldi Pezzoli. 

Museo del Novecento

Se a interessarvi è l’arte del secolo scorso, allora il tour virtuale del Museo del Novecento potrebbe fare al caso vostro. Tra le opere di Boccioni e Fontana siamo sicuri che un pomeriggio intero volerà in un batter d’occhio. 

Firenze

Galleria degli Uffizi

Per una volta potrete entrare agli Uffizi senza fare la sua famosa e interminabile coda, potrete anche sostare davanti alle vostre opere preferite tutto il tempo quanto volete, nessuno vi dirà di passare velocemente alla stanza successiva. 

Santa Maria del Fiore

Dopo tutti questi quadri forse è il momento di fare una pausa, e quale posto migliore se non sotto alla maestosità del capolavoro di Brunelleschi?!

Venezia 

Palazzo Ducale

Anche se il Carnevale è finito, è sempre il momento giusto per fare un salto a Venezia. Tappa immancabile per ogni turista è Palazzo Ducale, da dove poter ammirare tutto lo splendore di Piazza San Marco. 

Ca’ Rezzonico

Chiudete gli occhi, immaginate di essere su un battello et voilà, eccoci a Ca’ Rezzonico, pronti per immergerci negli arredi, nei dipinti e nelle sculture del ‘700 veneziano. Non dimenticate di affacciavi dalle finestre e contemplare il Canal Grande. 

Roma 

Musei Vaticani

Il nostro tour continua a Roma, più precisamente in Vaticano. Questa volta mettetevi comodi, perché la visita dei Musei Vaticani potrebbe durare un po’. 

Musei Capitolini 

Con una superficie espositiva di 12.977 m², i Musei Capitolini rappresentano una tappa imperdibile, anzi sono un luogo da vedere più e più volte. 

Parigi

Musée du Louvre 

Il nostro viaggio non ha confini, eccoci quindi approdati all’interno del museo più famoso al mondo. Trovare l’angolazione giusta per vedere la Gioconda non è mai stato più facile. 

Musée d’Orsay

Se la vostra passione è l’Impressionismo allora vi conviene fare un salto sull’altra sponda della Senna e perdervi per le sale del Musée d’Orsay, tra Monet, Van Gogh e Degas. 

Musée de l’Orangerie

Il Musée d’Orsay non vi è bastato?! Allora prendetevi un altro po’ di tempo per il magnifico Musée de l’Orangerie e per lasciarvi avvolgere dalle Le Ninfee di Monet.  

Tour Eiffel 

Tappa fondamentale di qualsiasi viaggio a Parigi è la Tour Eiffel. Ogni occasione è buona per tornarci, salirci e godersi la città dall’alto. 

Londra

National Gallery of Art 

Altro click, altro Paese. Unica tappa nella capitale inglese che vi segnaliamo è quella alla National Gallery of Art. Non c’è Coronavirus o Brexit che tengano, la forze dell’arte abbatte tutte le barriere. 

Spagna 

Teatro-Museo Dalí

Sperando di trovare un clima più caldo ci spostiamo in Spagna, più precisamente a Figueres in Catalogna. Qui lasciatevi trasportare all’interno di una delle menti più geniali del secolo scorso, quella di Salvador Dalí. 

Amsterdam

Rijksmuseum

Dal caldo spagnolo al freddo olandese, ma per una buona ragione. Prendetevi tutto il tempo necessario per ammirare sia l’architettura del Rijksmuseum, sia le sue opere, tra cui spicca su tutte la Ronda di Notte di Rembrandt. 

Van Gogh Museum 

Rimaniamo in città per scoprire le opere di uno dei più grandi artisti della storia dell’arte. Il Van Gogh Museum offre un percorso unico alla scoperta delle opere dell’artista, ma anche della vita dell’uomo che si cela dietro di esse. 

Casa di Anna Frank 

Usciamo dai musei per entrare in un luogo emblematico, in cui il tempo si è fermato. Quasi sempre impossibile da visitare a causa del gran numero di prenotazioni, la tecnologia ci porta direttamente all’interno della Casa di Anna Frank. 
P.S. Visto il tanto tempo libero a disposizione, per chi a scuola avesse fatto finta di leggerlo, Il diario di Anna Frank è un libro che ogni tanto andrebbe rispolverato. 

New York

Metropolitan Museum 

Tra i vari musei che ci attendono oltre oceano non possiamo rimandare una visita al Metropolitan Museum. Tra la vasta collezione del museo newyorkese è impossibile non trovare qualcosa che ci attiri. 

Guggenheim Museum 

Rimaniamo nella Grande Mela ma cambiamo genere. Al numero 1071 della Quinta Strada, ci aspetta la magnifica collezione del Guggenheim Museum. Approfittatene anche per scoprire la bellezza dell’architettura di Frank Lloyd Wright. 

Washington

Smithsonian American Art Museum

Questa tappa probabilmente vi occuperà più di una giornata, difatti lo Smithsonian American Art Museum è famoso per essere una delle collezioni d’arte più inclusive e vaste al mondo. Divertitevi a vagare per i suoi grandi padiglioni, un po’ come Ben Stiller in Una notte al museo 2. 

La Casa Bianca

Una volta arrivati a Washington, perché non andare a far visita a Trump? 

Il nostro tour finisce qui, ma ci sono ancora decine e decine di musei che potete visitare solo con un click e li potete trovare sia sulla sezione di Google Arts & Culture sia sul sito ufficiale di Universal Art & Cultural Events.

Speriamo che questo viaggio virtuale vi abbia fatto venire voglia di visitarli, o rivisitarli, dal vivo tutti questi luoghi, sperando che ciò possa accadere il prima possibile. 

I musei visitabili con un solo click
Art
I musei visitabili con un solo click
I musei visitabili con un solo click
1 · 19
2 · 19
3 · 19
4 · 19
5 · 19
6 · 19
7 · 19
8 · 19
9 · 19
10 · 19
11 · 19
12 · 19
13 · 19
14 · 19
15 · 19
16 · 19
17 · 19
18 · 19
19 · 19
L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer

L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer

Giulia Guido · 2 giorni fa · Photography

L’unico linguaggio universale è quello del corpo. Se una persona ci dice in una lingua che non conosciamo che è triste noi non siamo in grado, ma se piange cogliamo subito il suo stato d’animo. 

Il nostro corpo è un mezzo potentissimo per veicolare pensieri, emozioni e sentimenti, basta sapere come usarlo. Sicuramente Anouk Brouwer sa come fare e le sue fotografie ne sono una prova incontestabile. 

Classe 1993, Anouk Brouwer è nata nei Paesi Bassi e dopo anni di studi che l’hanno portata in giro per il mondo, dalla The New York Film Academy al The Amsterdam Fashion Institute & Ryerson School of Fashion, oggi vive e lavora a Tokyo. 
Le sue lauree in recitazione e in moda, unite alla costante ricerca di modi per esprimere se stessa, l’hanno portata a scattare immagini in cui la performance de corpo diventa pura arte. 

– Leggi anche: Le geometrie del corpo negli scatti di Lin Yung Cheng

Nella sua serie “Irrationality”, ispirata alla storia di die artisti che si innamorano pur parlando due lingue diverse, ritroviamo perfettamente questo utilizzo del corpo umano. I corpi di Solène e Lin si toccano, si sfiorano, si incastrano in un gioco che non ha bisogno di parole. 

Ma il lavoro di Anouk Brouwer non si esaurisce con la fotografia. Un anno fa, infatti, ha realizzato il suo primo cortometraggio, intitolato proprio “Body Language” in cui la protagonista esprime i suoi valori e le sue sensazioni solo attraverso i movimenti. 

Guardate “Body Language” qui sotto e seguite Anouk Brouwer su Instagram per non perdervi i suoi prossimi lavori!

L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer
Photography
L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer
L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.

Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.

Giulia Guido · 2 giorni fa · Photography

L’artista, fotografo e graphic designer di Bruxelles Ekayyne utilizza il suo profilo Instagram come palcoscenico per mostrare i lavori che compongono il progetto Humans and Landscapes. Come si può immaginare dal titolo, gli artwork dell’artista fondono in maniera originale fotografie di paesaggi, da bianche ed infinite spiagge a prati fioriti, e fotografie di parti del corpo. 

Il processo di creazioni inizia con la fase di ricerca delle immagini che avviene su internet, soprattutto su Tumblr. Solo una volta terminata questa prima parte si passa all’assemblaggio delle immagini, cercando degli elementi in comune come delle linee o delle trame. 

La particolarità delle grafiche di Ekayyne è che l’unione delle due immagini non viene celata, anzi molte volte è resa ancora più palese dal contrasto tra le forme e i colori. 

In ogni caso il risultato risulta sempre sorprendente in cui le linee delle dune di sabbia diventano quelle del corpo di una donna, la pelle si trasforma in sabbia e una camicia da notte si trasforma in spumeggianti onde del mare. 

Scoprite alcuni lavori di Ekayyne nella nostra gallery. 

Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.
Photography
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 1 giorno fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle. 
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @carla_sutera_sardo, @kevin.ponzuoli, @kickxiia, @kryvoruchkoelen, @impolite___, @samros___, @_slightlyoutoffocus_, @wonmin.9, @zero.source, @romins.tears.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan

Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan

Collater.al Contributors · 1 giorno fa · Photography

Ugur Kayan è un fotografo freelance turco con base a Istanbul che realizza intensi ed esuberanti scatti NSFW. Nel suo lavoro il corpo della donna e il suo potenziale espressivo sono il focus centrale, sono soggetti e protagonisti delle fotografie.
Il suo stile e la sua estetica svelano senza imbarazzo l’aspetto sensuale dei corpi. Sono immagini conturbanti, allusive e provocanti che mettono a nudo sia l’interprete che lo spettatore.

I suoi lavori sono esuberanti, vivaci e spiazzanti, sono parte di una visione ampia e sessualizzata del mondo e sono espressione primordiale di creatività.
Ugur Kayan gioca con i riflessi, i contrasti, i colori, la seduzione del vedo-non-vedo ed esplora l’intensa contesa tra luci e ombre. Ugur è il fondatore di White Magazine, un magazine online sulla fotografia NSFW.

Guarda qui una selezione dei suoi lavori e seguilo su Instagram.

Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan
Photography
Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan
Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16