New Wave, riciclare plastica per costruire una scuola in Messico

avatar
23 Agosto 2019

New Wave è il nuovo progetto di UMA che si è impegnato a riutilizzare bottiglie di plastica prelevate dal mare per costruire la facciata di una scuola in Messico.

Ulf Majergren Architects (UMA) ha elaborato un progetto concettuale, “New Wave”, riutilizzando bottiglie di plastica proveniente dalle acque dell’oceano per costruire una scuola d’arte in Messico. Gli oggetti di riciclo sono stati utilizzati per la facciata dell’edificio, in modo tale da poter trasmettere un messaggio positivo e sensibilizzare la comunità locale. Tutto questo in aggiunta al fatto che il paese genera circa mezzo milione di tonnellate di rifiuti in plastica annui.

La costruzione simula delle vere e proprie onde di plastica che hanno lo scopo di stupire i passanti e allo stesso tempo offrire un ambiente di stimolo per i bambini, ma anche di ricordare che le bottiglie provengono proprio da lì, dal mare.

Le bottiglie sono state prima forate, inserite in una barra pieghevole, poi impilate l’una sull’altra e infine modellate a forma di grandi onde. Per meglio intenderci vengono unite quasi fosse un recinto. Le bottiglie vicino al suolo sono state riempite di cemente o sabbia per garantirne la stabilità ed ogni elemento è anche attaccato ad una parete o ad una lastra a mezz’aria.

I colori sono quelli tipici del mare, o meglio, di un’onda, blu-ciano-bianco. La struttura offre anche riparo dalla pioggia e dal sole e in alcune parti si creano anche delle sedute e tavoli. La scelta di dare vita ad una forma così fedele è stata fatta per sensibilizzare e far riflettere su come la plastica stia danneggiando il nostro pianeta e su come possa essere riutilizzata e impiegata in architettura.

Testo di Elisa Scotti

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share