La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

OSGEMEOS è il nome d’arte dei due fratelli di Cambuci Gustavo e Otavio Pandolfo, conosciuti anche come “THETWINS”. Da sempre interessati alla vita di strada, hanno iniziato ballando la breakdance, facendo i DJ ed MC, prima di diventare artisti visuali.

Recentemente hanno lanciato Lyrical, la loro ultima mostra. L’esibizione è costituita da un’installazione che include una vasta gamma di opere tra cui dipinti, sculture, murales, interventi in situ, elementi audio e un’impressionante scultura zoetrope, precedentemente realizzata per la loro mostra “Ópera da Lua” del 2014 a San Paolo.

I pezzi della collezione privata includono opere d’arte popolare che hanno acquisito durante i loro viaggi, esposte accanto ad altre realizzate appositamente per l’evento. Le loro installazioni, murales e dipinti sono pieni di personaggi colorati che esprimno gioia e raccotano il mondo di strada.

Lyrical si troverà presso la Mattress Factory fino al 4 agosto 2019, nel frattempo ti consigliamo di dare un’occhiata al sito del duo.

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art | Collater.al

La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art
Art
La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art
La mostra immersiva di OSGEMEOS, tra street e folk art
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Il video-racconto della quinta edizione dell’Altrove Festival

Il video-racconto della quinta edizione dell’Altrove Festival

Giulia Guido · 1 anno fa · Art

Si è svolto gli scorsi 8 e 9 agosto, a Catanzaro, la quinta edizione dell’Altrove Festival, il progetto che, dal 2014, ha come obiettivo quello di riportare il concetto di bellezza in luoghi abbandonati al degrado estetico e sociale. Da cinque anni promuovono l’arte come mezzo di ricostruzione e come punto da cui ripartire per costruire un futuro diverso, migliore.

Il fitto programma di Altrove prevedeva una mostra collettiva ospitata dal museo MARCA (Museo nazionale d’arte moderna e contemporanea) e la realizzazione di una nuova opera d’arte contemporanea.

Per quest’edizione, dal titolo Post-Graffiti Stress Disorder, le opere sono state realizzate in una residenza, dove gli artisti hanno avuto la possibilità di vivere a 360° il paesaggio urbano circostante. Questa esperienza condivisa ha ricreato alla perfezione la tipica attitudine dell’arte dei graffiti.

Aspettando la prossima edizione, che si terrà il 7 e l’8 agosto 2019 e per la quale si cercherà di rafforzare l’autorevolezza già raggiunta grazie al lavoro di graphic designer, specialisti nella comunicazione e nei social media, potete rivedere l’esperienza degli artisti di quest’anno che è stata filmata da Nicola Barbuto, che ha realizzato il documentario che mostra alla perfezione il clima di Altrove Festival.

Altrove Festival | Collater.al Altrove Festival | Collater.al Altrove Festival | Collater.al Altrove Festival | Collater.al Altrove Festival | Collater.al Altrove Festival | Collater.al Altrove Festival | Collater.al Altrove Festival | Collater.al

Il video-racconto della quinta edizione dell’Altrove Festival
Art
Il video-racconto della quinta edizione dell’Altrove Festival
Il video-racconto della quinta edizione dell’Altrove Festival
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Gorillaz x G-SHOCK, tre incredibili video svelano la collezione

Gorillaz x G-SHOCK, tre incredibili video svelano la collezione

Giulia Guido · 1 anno fa · Art

Per annunciare la loro collaborazione con il famoso marchio di orologi G-SHOCK, i Gorillaz potevano farlo solo via web, essendo la band virtuale più famosa al mondo, attraverso un video, anzi tre. 

Gorillaz x G-Shock – Mission M101 è il primo di tre episodi che hanno l’obiettivo di presentare attraverso una storia, i quattro orologi che compongono la collezione. Quattro come i personaggi della band.

Il video inizia con Mr. Ibe, il creatore di G-SHOCK, che per il 35° anniversario del brand ha in mente una missione impossibile, portare i suoi orologi nello spazio e per raggiungere l’obiettivo decide di assoldare i Gorillaz. 2D, Murdoc Niccals, Noodle e Russel Hobbs salgono immediatamente sulla loro super car e partono verso galassie inesplorate.

Una settimana fa siamo andati a Londra all’evento di lancio della collezione presso lo store G-SHOCK di Carnaby Street dove è stata presentata la collezione in anteprima che comprende tre varianti del classico modello DW5600 “The Origin” che rispecchiano rispettivamente le caratteristiche di 2D, Murdoc Niccals e Noodle. Al batterista Russel Hobbs è stato invece dedicato il più resistente GX56 “The King”, anche questo con un design unico che rispecchia il personaggio. 

Oltre agli orologi è stata svelato anche il secondo episodio della Mission 101. I nostri quattro eroi-musicisti arrivano finalmente su un pianeta popolato da alieni e, dopo qualche piccolo ostacolo, tipico di una missione impossibile, i Gorillaz riescono a far amare gli orologi anche agli extra-terrestri. Quello che si rivela davvero problematico è il ritorno sulla Terra, avvenuto con un disastroso atterraggio all’interno dello store londinese, dove noi abbiamo ritrovato una riproduzione in dimensioni reali della super car utilizzata dalla band virtuale.

Per il lancio negli store e online dei modelli Gorillaz x G-SHOCK, che reinterpretano due grandi classici, sono previste due date: il 15 novembre per gli orologi di Murdoc Niccals e 2D e il 15 dicembre per quelli di Russel e Noodle.

Dobbiamo aspettare anche per l’uscita del terzo e ultimo episodio prevista per metà dicembre, intanto possiamo cercare qualche indizio nei due precedenti.

gorillaz x g shock | Collater.al gorillaz x g shock | Collater.al gorillaz x g shock | Collater.al gorillaz x g shock | Collater.al gorillaz x g shock | Collater.al gorillaz x g shock | Collater.al

Gorillaz x G-SHOCK, tre incredibili video svelano la collezione
Art
Gorillaz x G-SHOCK, tre incredibili video svelano la collezione
Gorillaz x G-SHOCK, tre incredibili video svelano la collezione
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Migliaia di persone formano i ritratti della serie Populus

Migliaia di persone formano i ritratti della serie Populus

Giulia Guido · 1 anno fa · Art

Avete presente quella sensazione che avete quando guardate un quadro di Seurat, quei milioni di puntini uno attaccato all’altro e pensate ma che pazienza che ci vuole, è una cosa da pazzi! Ebbene, la pazzia del pittore californiano Craig Alan supera ogni immaginazione perché per creare i suoi ritratti della serie Populus, al posto dei puntini, dipinge migliaia e migliaia di piccole persone come se fossero viste dall’alto.

Craig, nato in California ma cresciuto ad Atlanta, ha studiato belle arti e scenografia. La sua serie di ritratti rispecchia perfettamente il suo approccio a qualsiasi aspetto della vita, dove i piccoli dettagli formano il quadro più grande.

Craig progetta e realizza con estrema cura e precisione ogni singola figura, utilizzando principalmente il bianco e il nero e aggiungendo con parsimonia qualche colore. Ogni singolo dettaglio, dal volto ai vestiti, sono pensati in relazione alle personalità dei piccoli protagonisti delle sue tele. Tra i suoi mini-personaggi Craig inserisce parenti, amici ma non solo. Ad esempio, nel ritratto del Joker possiamo ritrovare, cercando molto accuratamente, Batman, Dr. Crane e molti altri personaggi, o in quello di Wonder Woman si confondono tra la folla molti altri mini-supereroi, da Super Man a Super Girl, da Flash ad Aquaman.

Ogni suo ritratto, che si tratti di Elvis o John Lennon, Marylin Monroe o Audrey Hepburn, contiene un numero di piccole figure che va da 400, arrivando fino a 1.800. Si tratta di un’arte che prevede dalle 50 alle 150 ore di lavoro e, forse sì, anche un pizzico di pazzia.

Populus | Collater.al Populus | Collater.al Populus | Collater.alPopulus | Collater.al Populus | Collater.al

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Craig Alan Studio (@craigalanstudio) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Craig Alan Studio (@craigalanstudio) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Craig Alan Studio (@craigalanstudio) in data:

Migliaia di persone formano i ritratti della serie Populus
Art
Migliaia di persone formano i ritratti della serie Populus
Migliaia di persone formano i ritratti della serie Populus
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Spies in disguise, il nuovo film animato con Will Smith e Tom Holland

Spies in disguise, il nuovo film animato con Will Smith e Tom Holland

Andrea Jean Varraud · 1 anno fa · Art

Spies in Disguise ci trasporta in un mondo dove regna lo spionaggio, ad accompagnarci saranno le voci di Will Smith e Tom Holland, il nuovo volto di Spiderman. Dopo L’era Glaciale e Ferdinand, ecco il nuovo cartone animato diretto da Nick Bruno e Troy Quane, frutto di una produzione combinata di Fox Animation, Blue Sky Studios e Chernin Entertainment. Già nel trailer vediamo due personalità apparentemente incompatibili: Lance Sterling (interpretato da Will Smith), uno 007 di colore che sotto il completo nasconde dei gadget micidiali e Walter (Tom Holland), il genietto un po’ sfigato, creatore di quei gadget super tecnologici. Sarà un evento inaspettato a farli avvicinare, costringendoli a fidarsi uno dell’altro, perchè solo la loro collaborazione potrà salvare il mondo.

L’attesa sarà lunga, il film uscirà in America il 13 Settembre del prossimo anno, però intanto ecco a voi il primo trailer ufficiale appena uscito.

 

Spies in disguise è il film animato con Will Smith e Tom Holland | Collater.al 1

Spies in disguise, il nuovo film animato con Will Smith e Tom Holland
Art
Spies in disguise, il nuovo film animato con Will Smith e Tom Holland
Spies in disguise, il nuovo film animato con Will Smith e Tom Holland
1 · 2
2 · 2