Premio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte

Il Premio Artisti per Frescobaldi 2018 è il perfetto connubio tra cultura e lifestyle. In questa occasione abbiamo avuto il piacere di intervistare Francesco Arena.

avatar
7 novembre 2018

Il Premio Artisti per Frescobaldi è una ricorrenza annuale che celebra il vino, coinvolgendo tre artisti nell’interpretazione della tenuta di CastelGiocondo e nella realizzazione del disegno per le etichette delle bottiglie di CastelGiocondo Brunello di Montalcino. L’evento venne pensato nel 2012 da Tiziana Frescobaldi  e curato da Ludovico Pratesi e storicamente si collega all’antico mecenatismo della famiglia Frescobaldi, che fin dal Rinascimento è stata vicina ai più grandi artisti.

Francesco Arena, Sonia Kacem e Claudia Comte, artisti in gara per l’edizione 2018, hanno presentato tre opere molto diverse tra loro.

Noi di Collater.al abbiamo avuto il piacere di intervistare Francesco Arena.

Quale idea hai seguito per la realizzazione dell’etichetta per Frescobaldi?

L’etichetta è un omaggio a Boetti, è giocosa, d’altronde il vino è di Castel Giocondo, quindi mi è sembrato il giusto approccio da seguire. L’opera consiste in una frase unica, sviluppata su una riga adagiata a spirale, che segue la forma dell’etichetta. É una frase estemporanea portata avanti all’estremo, fino alla fine dello spazio, così da dover girare al contrario la bottiglia per poterla leggere tutta.

Le tue opere per Pinelli, Moro, la strage di Bologna e la serie “Falce e martello” evidenziano il tuo impegno politico. È possibile guardare le tue opere in maniera distaccata?

I lavori che ho realizzato in queste occasioni vanno al dilà dei personaggi a cui sono dedicati. Queste persone hanno avuto vite e fini che rappresentano qualcosa di più ampio, oltre la loro vita. L’opera va guardata nella sua forma, all’interno di essa ci sono storie e suggestioni.

Cosa rappresentano per te i numeri, le misurazioni?

I numeri e le misurazioni sono le cose con cui tentiamo di dare un ordine all’universo, l’uomo tramite essi vuole darsi un senso e una posizione precisa nel mondo. Senza, avremmo notevoli difficoltà.

Fino a che punto la Puglia è presente nelle tue opere?

La Puglia è presente come paesaggio e retaggio, io tra l’altro continuo a vivere in Puglia: posso dire che è presente nell’assenza.

L’artista, oggi, può ancora impegnarsi nel sociale?Quale consiglio daresti ad un artista emergente?

L’artista è impegnato nel sociale anche quando non lo è, perché semplicemente il punto di vista dell’artista è un punto di vista politico, di un uomo. Consigli non ne so dare, gli artisti non chiedono consigli e non li accettano.

Visita il sito dell’evento al link che trovi qui.

Premio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte | Collater.al Premio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte | Collater.alPremio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte | Collater.alPremio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte | Collater.al
Premio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte | Collater.al Premio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte | Collater.al Premio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e arte | Collater.al

 

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share