Sónar Music Festival e Sónar+D, tutto quello che c’è da sapere sull’edizione 2019

avatar
14 Giugno 2019

Scopri tutti gli eventi, i talk, i workshop e le attività interattive che animeranno il Sónar+D 2019, in occasione del Sónar Music Festival.

Nato nel 1994, il Sónar Music Festival di Barcellona è riuscito, negli anni, a ritagliarsi un ruolo principe tra gli eventi musicali europei e non solo. Dal 2013 il Sónar è però molto più di un “semplice” festival musicale: in quell’anno nasce infatti il Sónar+D, una realtà parallela che si concentra su tecnologia, creatività e business, declinati in diversi ambiti disciplinari, arricchendo in maniera esponenziale l’offerta del festival.

Quest’anno, per la prima volta, il Sónar+D si terrà negli stessi giorni del festival musicale, dal 17 al 20 luglio, a Barcellona. La kermesse, dall’ampio respiro internazionale, si concentra sugli sviluppi tecnologici, tecnici e teorici più all’avanguardia, grazie ad un impeccabile mix di talk, workshop, incontri con investitori ed esperti del settore, attività interattive e mostre. Saranno infatti più di 2.000 le aziende effettivamente coinvolte, per un totale di circa 5.000 addetti protagonisti delle varie attività, provenienti da 60 nazioni diverse.

La settima edizione del Sónar+D vede inoltre la nascita di importanti collaborazioni: in primis, il Sónar+D by SEAT Auditorium, uno spazio studiato appositamente per delle masterclass intensive dall’alto numero dei partecipanti; secondo – ma non per importanza – lo Startup Hub, creato in collaborazione con 4YFN, per la creazione di 21 programmi di partnership con delle giovani startup, messe in contatto con esperti del settore, investitori e interlocutori internazionali.

Molti saranno gli ospiti e gli interlocutori di altissima caratura, protagonisti di talk, letture o attività interattive. La prima giornata sarà inaugurata da Robert del Naja, il volto dei Massive Attack, gruppo che musicalmente – e ideologicamente – ha segnato in maniera indelebile la storia della musica degli ultimi decenni, insieme a Andrew Melchior, che oltre a collaborare con i Massive Attack ha firmato lavori per Björk e David Bowie. Marshmallow Laser Feast e Jessica Brillhart porteranno a Barcellona delle installazioni interettive, dal punto di vista spaziale e sonoro. La musica sarà anche il focus principale nella presenza di CANADA, team di Barcellona che sta riscrivendo gli standard del mondo dei video musicali, grazie al lavoro svolto con artisti di rottura come Rosalia e Tame Impala. Il settore videoludico vedrà protagonisti gli spagnoli del Nomada Studio, autori di GRIS, e Timony West di Unity, azienda che ha dato vita all’omonimo e rivoluzionario motore grafico per videogiochi in AR e VR. L’affascinante e controverso mondo delle intelligenze artificiali verrà esplorato a fondo con gli interventi di Holly Herndon, Mat Dryhurst, Jules LaPlace, Daito Manabe e Yukiyasu Kamitani. L’innovazione tecnologica si spingerà anche oltre le intelligenze artificiali, con argomenti quali la computazione quantistica, l’evoluzione dei mass media della nuova rete – con il coinvolgimento di the Guardian e BBC Global News.

Tutto questo e molto altro prenderà vita nella splendida cornice di Barcellona: il programma completo del Sónar+D è disponibile su www.sonarplusd.com 

sonar d team lab | Collater.alsonar d team lab | Collater.al
sonar d antoine cayrol atlas v | Collater.al
sonar d ouchhhh studio za | Collater.al
sonar d gris nomada studio | Collater.al
sonar d maxresdefault | Collater.al
sonar d nancy baker cahill | Collater.al

Articolo di Riccardo Primavera.

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share