Stranger Things 4, il teaser trailer

Stranger Things 4, il teaser trailer

Giulia Guido · 1 settimana fa · Art

Jim Hopper è vivo!
Era la notizia che stavamo aspettando dalla fine della terza stagione e ora, finalemente è arrivata la conferma da Netflix che ha rilasciato il teaser trailer di Stranger Things 4.

Riprendendo il celebre titolo del quinto libro della saga di 007 firmato da Ian Fleming, il video si chiama Dalla Russia con amore… e ci mostra un gruppo di minatori che lavorano, probabilmente, alla costruzione di una linea ferroviaria, quando la ripresa chiude su uno di essi che svela il suo volto: Jim Hopper!

Per ora è tutto quello che sappiamo, dato che non è ancora stata annunciata una data d’uscita.

Guarda il teaser trailer di Stranger Things 4 qui sotto!

Stranger Things 4, il teaser trailer
Art
Stranger Things 4, il teaser trailer
Stranger Things 4, il teaser trailer
1 · 1
San Valentino: i tre migliori spot di quest’anno

San Valentino: i tre migliori spot di quest’anno

Giulia Guido · 1 settimana fa · Art

Per molti il 14 febbraio vuol dire cena a lume di candela, cioccolatini e rose rosse, ma per molti altri vuol dire pubblicità. San Valentino, con Natale e il weekend del Super Bowl, è una di quelle date che i brand di tutto il mondo cerchiano in rosso sul calendario, perché quali occasioni migliori di queste per lanciare una nuova e vincente pubblicità. 

Per la festa degli innamorati ne sono uscite a decine, ma questa volta abbiamo deciso di proporvene solo tre, i nostri preferiti. 

Lacta – See The Love 

Il primo posto se lo aggiudica “See The Love”, lo spot di Lacta, un’azienda greca che produce cioccolato. In sottofondo suonano lo note di Everybody’s Gotta Learn Sometime e sullo schermo diverse scene in cui l’amore, in tutte le sue forme, sembra incontrare tutti gli ostacoli possibili immaginabili. Ma a volte basta semplicemente andare oltre gli stereotipi. 

Burger King India – #LonelyNoMore 

Ancora una volta Burger King prende di mira McDonald’s per realizzare uno spot, anzi un’intera campagna geniale. Per questo San Valentino, Burger King India ha deciso fare qualcosa di speciale per la persona più sola che conoscono, Ronald McDonald

Play Station – Feel the power 

Dimenticatevi del romanticismo, delle storie strappalacrime e dei gesti plateali. Play Station punta tutto su altro, proprio come dice lo slogan del video “Feel more than love this Valentine’s”. Nello spot vediamo una squadra speciale addentrarsi in tunnel sotterranei per poi ritrovarsi in un enorme standone pieno di veri e propri cuori pulsanti, ciascuno dei quali è attaccato a una console. 

San Valentino: i tre migliori spot di quest’anno
Art
San Valentino: i tre migliori spot di quest’anno
San Valentino: i tre migliori spot di quest’anno
1 · 1
Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern

Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern

Emanuele D'Angelo · 7 giorni fa · Art

La Tate Modern di Londra, per festeggiare i 20 anni dalla sua apertura, ha annunciato una serie di nuove e importanti mostre dal 20 maggio per circa un anno, tra cui spicca senza dubbio quella di Yayoi Kusama e di due delle sue famose Infinity Room.

Il museo che si trova nella zona di Bankside, fino a 30 anni prima era una centrale elettrica, oggi è uno dei plessi d’arte moderna più visitati al mondo e si stima che ogni anno abbia circa 4 milioni e mezzo di visitatori.

Le due Infinity Room di Yayoi Kusama in mostra sono “Infinity Mirrored Room” e “Filled With the Brilliance of Life”, una delle più grandi e famose installazioni dell’artista.
Un’opera d’arte progettata per apparire come un universo infinito di lampadari di cristallo rotanti. Oltre alle due Infinity Room, la mostra includerà anche fotografie e filmati dallo studio di Kusama dei primi lavori.

Ma i festeggiamenti dell’anniversario non si fermano qui, sarà prevista inoltre una serie di 20 nuovi immagini, che mostrano i legami tra artisti di luoghi ed epoche diverse.
Tra le tante novità, ci sarà anche la scultura di Louise Bourgeois‘ Maman, che è stata la prima opera vista dai visitatori quando sono arrivati all’inaugurazione della Tate Modern nel 2000.

Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern | Collater.al
Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern | Collater.al
Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern | Collater.al
Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern
Art
Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern
Le Infinity Room di Yayoi Kusama alla Tate Modern
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Le illustrazioni colorate e surreali di Jorsh Peña

Le illustrazioni colorate e surreali di Jorsh Peña

Emanuele D'Angelo · 7 giorni fa · Art

Jorsh Peña è un illustratore, cresciuto a Mexicali, che attualmente vive a Tijuana, entrambe nel nord del Messico.
Nei suoi artwork espone il lato oscuro e misterioso di oggetti apparentemente semplici, il suo stile è un caldo miscuglio di geometria, cultura messicana e fascino per l’occulto.

Il viaggio artistico di Jorsh Peña è cominciato 15 anni fa, inizialmente studiava marketing e con alcuni amici aveva creato un brand di abbigliamento quando un pomeriggio, un po’ per caso, si è imbattuto in un vecchio magazine di illustrazione, da lì è iniziata la sua passione.
Da quel momento, dopo aver passato ore a spulciare ogni singola immagine, ha sentito il bisogno di creare qualcosa che appartenesse personalmente a lui.

Le colorate e surreali illustrazioni di Jorsh Peña sono state definite capaci di arrivare dritte al proprio subconscio attraverso un solo sguardo.
Come se fosse una festa in continuo svolgimento, i soggetti sono sempre disegnati come giocherelloni e dalle forme ambigue e strane, ma anche un po’ inquietanti, in pieno stile messicano.

L’artista, come dichiara lui stesso, cerca sempre di condividere e disegnare qualcosa che abbia un significato profondo, non deve ridursi tutto solamente a uno scarabocchio indistinguibile e strano, anche se la maggior parte delle volte prova a far in modo che la gente non noti i messaggi mistici e contorti nascosti nelle sue illustrazioni.

La sua tecnica è mista, ultima i suoi artwork in Adobe Illustrator, ma Jorsh Peña crede fortemente nell’importanza di iniziare il suo progetto su carta.
È la radice di ogni opera solida“, spiega, disegnare su carta a lui trasmette un’emozione unica, una sorta di magia, da un semplice foglio riesce a trasformare qualcosa di etereo in qualcosa di reale.

Le illustrazioni colorate e surreali di Jorsh Peña
Art
Le illustrazioni colorate e surreali di Jorsh Peña
Le illustrazioni colorate e surreali di Jorsh Peña
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
L’installazione di reti colorate di Rana Begum

L’installazione di reti colorate di Rana Begum

Giulia Guido · 7 giorni fa · Art

Un’opera d’arte deve avere la forza di catturare lo spettatore, di avvolgerlo e non lasciarlo andare. Allora, quale oggetto migliore di una rete da trasformare in un’installazione capace di ipnotizzare chi a guarda? 
È esattamente quello che ha fatto Rana Begum per l’ultima sfilata di Roksanda Ilinčić a Londra. 

Classe 1977, Rana Begum è nata in Bangladesh e oggi vive a Londra, dove riesce a dare pienamente sfogo alla sua creatività e alle sue capacità artistiche. Da sempre le sue opere  riescono a unire in modo straordinario e originale scultura, pittura e architettura, offrendo allo spettatore un’esperienza immersa e sensoriale. 

Per la sfilata della stilista serba Roksanda Ilinčić, Rana ha deciso di realizzare un’installazione che riempisse lo spazio offerto dal Dubar Court, Foreign and Commonwealth Office e dal suo maestoso cortile interno. L’opera non è altro che un’immensa rete, che l’artista ha comprato personalmente in Marocco durante un soggiorno, e che solo successivamente ha dipinto a spruzzo. La rete, in particolare, si ispira al lavoro che fanno i pescatori nelle risaie nel suo paese natale e che riesce a entrare in dialogo sia con il luogo che la ospita, sia con la collezione presentata in passerella. 

La sfilata si è trasformata nell’occasione perfetta sia per la Begum, sia per la Ilinčić, di racontare le loro storie e le loro origini attraverso le forme d’arte che più le rappresentano. 

Rana Begum | Collater.al
Rana Begum | Collater.al
L’installazione di reti colorate di Rana Begum
Art
L’installazione di reti colorate di Rana Begum
L’installazione di reti colorate di Rana Begum
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5