Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI

Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

INTI è uno street artist cileno, il suo nome deriva alla parola quechua “il Sole”, in omaggio alle sue origini. I colori caldi si fondono ad atmosfere che ricordano un carnevale esotico, dove prevalgono i toni dell’arancione in accostamento al viola e al giallo lime. INTI parla di vita, morte, religione antica e cristianesimo e lo fa servendosi di personaggi tipici della cultura cilena come gli Inca, i membri delle tribù, i contadini, i cattolici e i rivoluzionari.

Il suo sguardo non è privo di impegno politico: il bisogno di affermare costantemente la propria identità si contrappone al fenomeno della globalizzazione e al dominio capitalistico.

INTI, è diventato un ambasciatore della street art sudamericana in tutto il mondo.
Se vuoi conoscere ancora meglio i suoi lavori , visita il sito.

Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al  Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.alColori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al  Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI | Collater.al

Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI
Art
Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI
Colori caldi come il sole: il fascino latino dei murales di INTI
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
Rit Kit trasforma piante e fiori in tatuaggi iperrealistici

Rit Kit trasforma piante e fiori in tatuaggi iperrealistici

Giulia Guido · 1 anno fa · Art

Dimenticate per un attimo i tatuaggi esagerati di Veks Van Hillik e di Steve Butcher. Chiudete gli occhi e perdetevi in un prato fiorito, alcune piccole foglioline cadono dagli alberi, l’erba vi accarezza le caviglie. Alcuni fiori si attaccano alla vostra pelle e grazie ai tatuaggi eterei di Rit Kit non si staccheranno più.

Potete trovarla su Instagram come @rit.kit.tattoo, la tatuatrice ucraina che risponde al nome di Rita Zolotukhina. Oggi vive e lavora a Kiev ed è conosciuta in tutto il mondo grazie ai suoi tatuaggi che riproducono perfettamente foglie e fiori.

Entrando nel suo studio, i clienti si ritrovano a scegliere da un campionario di piante, poi, senza nessun disegno preparatorio, si passa a creare direttamente sulla pelle. Unico fondamentale step, su cui si basa tutta l’arte di Rit Kit, è quello che prevede di intingere la foglia, il fiore o il rametto scelto nell’inchiostro e, come fosse un timbro, trasferirlo sulla pelle. Il resto è dovuto all’impeccabile bravura della tatuatrice ucraina, che riproduce fedelmente ogni venatura e ogni sfumatura.

I suoi lavori sono talmente iperrealistici che a volte è difficile distinguere l’originale dal tatuaggio. Il risultato finale ha un non so ché di etereo, onirico e rappresenta al meglio la leggerezza, ma anche la fragilità della natura.

Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al Rit Kit | Collater.al

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da tattoo-artist🌿 (@rit.kit.tattoo) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da tattoo-artist🌿 (@rit.kit.tattoo) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da tattoo-artist🌿 (@rit.kit.tattoo) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da tattoo-artist🌿 (@rit.kit.tattoo) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da tattoo-artist🌿 (@rit.kit.tattoo) in data:

Rit Kit trasforma piante e fiori in tatuaggi iperrealistici
Art
Rit Kit trasforma piante e fiori in tatuaggi iperrealistici
Rit Kit trasforma piante e fiori in tatuaggi iperrealistici
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Hello from Banksy: le cartoline di  Lesha Limonov che si autodistruggono

Hello from Banksy: le cartoline di Lesha Limonov che si autodistruggono

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

La risonanza dell’intervento artistico distruttivo di Banksy è stata di proporzioni inimmaginabili. Dopo aver visto le varie e innumerevoli rivisitazioni dell’opera Girl with a Ballon, il designer Lesha Limonov ha creato delle cartoline che si ispirano ad opere d’arte famose ma anche al gesto dello street artist di Bristol.

Le mini opere di carta sono costituite da una cornice di cartoncino che racchiude un dipinto pre-tagliato: il destinatario deve estrarre la scheda nella parte inferiore per rivelare il messaggio inviato e, soprattutto, per distruggerlo.
Il suo obiettivo è quello di arrivare in più musei possibili per distruggere, o quasi, tutto il panorama dell’arte.

Hello from Banksy: le cartoline si distruggono | Collater.al Hello from Banksy: le cartoline si distruggono | Collater.al Hello from Banksy: le cartoline si distruggono | Collater.al Hello from Banksy: le cartoline si distruggono | Collater.al Hello from Banksy: le cartoline si distruggono | Collater.al Hello from Banksy: le cartoline si distruggono | Collater.al

Hello from Banksy: le cartoline di Lesha Limonov che si autodistruggono
Art
Hello from Banksy: le cartoline di Lesha Limonov che si autodistruggono
Hello from Banksy: le cartoline di Lesha Limonov che si autodistruggono
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Netflix: gli imperdibili di novembre 2018

Netflix: gli imperdibili di novembre 2018

Andrea Jean Varraud · 1 anno fa · Art

La libreria di Netflix sta diventando di giorno in giorno sempre più folta ed è molto facile lasciarsi sfuggire delle vere e proprie chicche. Ecco perché ci siamo noi. In questo articolo vedremo quali sono le cinque uscite di Novembre da non perdersi su Netflix.

Il metodo Kominsky: Serie creata dal genio comico Chuck Lorre (parliamo della mente che ha dato alla luce Big Bang Theory o Due uomini e mezzo) per il colosso rosso dell’intrattenimento. Questa volta il protagonista è un anziano attore, Micheal Komisky, interpretato niente meno che da Micheal Douglas, che dopo una breve carriera di successo si ricicla come insegnante di recitazione nella labirintica Hollywood. Il noto volto del protagonista sarà affiancato da Alan Arkin, Sarah Baker e Nancy Travis. La serie, nonostante fosse stata pensata circa due anni fa, vedrà la luce il 16 Novembre e noi non vediamo l’ora.

Cosa vedere assolutamente a Novembre su Netflix | Collater.al 4

Baby: produzione tutta italiana (la seconda dopo Suburra) decisamente anticonvenzionale che trova le radici nel tanto discusso fatto di cronaca delle baby squillo parioline, risalente a qualche anno fa. Le protagoniste della serie sono due adolescenti romane Ludovica e Chiara, che stufe della noiosa routine, decidono di cercare la gioia di vivere in qualcosa di nuovo: trasformandosi in delle escort, grazie all’aiuto di Saverio, visicido proprietario di un night club capitolino (interpreto da un incredibile Paolo Calabresi). Tramite le vite delle protagoniste, dei loro amici e compagni scolastici avremo una panoramica a 360 gradi della “società adolescenziale”, ma nonostante questo, Baby riesce a prendere abbondantemente le distanze dall’ormai inflazionato Teen Drama. La serie infatti riesce ad essere cruda, brutale ma soprattutto matura, grazie ad una sceneggiatura ponderata ed attuale, messa a punto da Antonio Le Fosse, Eleonora Trucchi, Marco Raspanti, Giacomo Mazzariol e Re Salvador. La regia invece sarà in mano ad Andrea De Sica. L’uscita di Baby è prevista per la fine del mese, più precisamente il 30 Novembre.

Cosa vedere assolutamente a Novembre su Netflix | Collater.al 1

La ballata di Buster Scruggs: L’attesissimo film degli acclamati fratelli Cohen che si è aggiudicato il premio Osella per la miglior sceneggiatura al Festival del cinema di Venezia. La pellicola è ambientata nel selvaggio west ed è divisa 6 differenti  capitoli, tratti da brevi racconti scritti dalla coppia di fratelli nell’arco di 25 anni di carriera. Un’opera quindi sicuramente solida e ben pensata, che inizialmente doveva essere una miniserie ma che successivamente è diventata un film unico di 2 ore 15. Come se non bastasse e come spesso accade nei film dei Cohen, il cast è stellare. Vedremo infatti personalità del calibro di Tim Blake Nelson, Liam Neeson, James Franco, Zoe Kazan, Tyne Daly ed il musicista Tom Waits. L’uscita della Ballata di Buster Scruggs è prevista per il 16 Novembre.

Cosa vedere assolutamente a Novembre su Netflix | Collater.al 2

The Other Side of the Wind: ok, qui si parla di uno dei maestri del cinema, Orson Welles. The Other Side of the Wind è l’ultimo film, mai veramente concluso, partorito dalla mente del cineasta americano poco prima di morire. Infatti, nel momento della sua morte avvenuta nel 1985 il montaggio era appena abbozzato. L’amico Peter Bogdanovich (nominato dallo stesso Welles) prende in mano la situazione e dopo molte peripezie di produzione, la pellicola giunge finalmente alla fine e viene proiettata fuori concorso durante la scorsa edizione della mostra del cinema di Venezia. Successivamente la distribuzione viene acquistata da Netflix. Il film è considerabile l’ 8 1/2 di Welles, in quanto parla di un navigato regista alla fine della sua carriera che sta per realizzare il suo ultimo film: a basso costo e pieno di nudo. L’uscita  sulla piattaforma è fissata per il 2 Novembre.

Cosa vedere assolutamente a Novembre su Netflix | Collater.al 5

Super Drags: Di nuove uscite ne abbiamo per tutti i gusti. Ora è giunto il momento di parlare di una delle serie animate più irriverenti mai realizzate. Ma irriverente non perché sia particolarmente volgare o scorretta (per quanto non la possiamo comunque definire innocente), ma perché rompe tanti di quei tabù da diventare culto ancora prima della sua uscita. Parla di 3 ragazzi gay che di notte si trasformano in delle drag queen volanti e superforti pronte a fare il culo ai criminali a furia di lustrini e tacchi a spillo. Gli episodi di questa curiosa serie Brasiliana faranno la loro comparsa su Netflix il 12 Novembre.

Cosa vedere assolutamente a Novembre su Netflix | Collater.al 3

Netflix: gli imperdibili di novembre 2018
Art
Netflix: gli imperdibili di novembre 2018
Netflix: gli imperdibili di novembre 2018
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee

I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

Joseph Lee, artista e attore di Los Angeles, dipinge ritratti costituiti da strati spessi di pennellate colorate e corpose, che rendono i suoi quadri opere tridimensionali.
I dettagli e le espressioni dei volti dei soggetti sono nascoste da colori esuberanti, i veri protagonisti dell’universo pop che costituisce lo stile dell’artista; talvolta i profili astratti rivelano il dettaglio di una parte del corpo e tutto questo riesce a generare una sorta di tesione misteriosa.

Pur non avendo un volto, i suoi personaggi riescono a trasmettere emozioni e suggestioni.
Puoi conoscere meglio il suo lavoro dando un’occhiata al video qui sotto e al suo sito web.

I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee | Collater.al I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee | Collater.al I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee | Collater.al I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee | Collater.al I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee | Collater.al I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee | Collater.al I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee | Collater.al

I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee
Art
I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee
I ritratti pop tridimensionali di Joseph Lee
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7