I paesaggi concettuali di Danae Falliers

avatar
30 gennaio 2017

La fotografa concettuale Danae Falliers esplora i cambiamenti repentini della società attraverso lavori in cui coesistono movimento e immobilità

Amare i viaggi in treno significa non solo voler sabotare l’ennesima telefonata del tipico imprenditore, o inventare fantasiosi modi per far tacere le urla di un bambino, ma anche e soprattutto guardare dal finestrino.

Ha un fascino indefinibile quel paesaggio che si para davanti ai nostri occhi e cambia con grande rapidità. Tanto indefinibile come le sue stesse forme che spesso fatichiamo a distinguere. La fotografa Danae Falliers ha preso dunque qualche tipico orizzonte americano e lo ha trasformato in quelle immagini prive di contorni nella sua ultima serie ‘The American Landscape: Abstracted’.

Di vicino alla realtà ci sono solo i colori, tutto il resto è perso e forse non serve nemmeno.

I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al
I paesaggi concettuali di Danae Falliers | Collater.al

Sito

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share