Design The Voxel, la cabina perfetta per la quarantena
Designarchitecture

The Voxel, la cabina perfetta per la quarantena

-
Giulia Guido

Negli ultimi mesi abbiamo parlato spesso di luoghi in cui ci sarebbe piaciuto trascorrere l’ultimo anno, come la villa che scompare nel paesaggio svedese o il resort sul Lago Maggiore che unisce innovazione e tradizione. Tutti luoghi da sogno, ma mai pensati realmente per far fronte a un avvenimento come una pandemia.
Invece, The Voxel è una cabina nata proprio con l’obiettivo di creare un luogo dove trascorrere 14 giorni di quarantena completamente isolati da tutto e da tutti. 

The Voxel è un progetto degli studenti del Master in Advanced Ecological Buildings and Biocities dell’Institute of Advanced Architecture of Catalonia sviluppato in 5 mesi e alla fine costruito all’interno del parco naturale di Collserola, poco fuori Barcellona. 

Il progetto risulta essere particolarmente innovativo non solo per il suo fine, ma anche per il metodo e i materiali che sono stati utilizzati per la costruzione. Per il The Voxel, infatti, è stato utilizzato del legno lamellare incrociato e la materia prima è stata presa dalla foresta circostante.
In questo senso la cabina rappresenta non solo una soluzione immediata alla crisi sanitaria in corso, ma anche una risposta al problema del cambiamento climatico. 

The Voxel misura 12 metri quadrati e al suo interno si può trovare il necessario per vivere comodamente 14 giorni: c’è un letto che dà su una finestra, i servizi igienici, una cucina e uno spazio per lavorare e rilassarsi. La presenza di tre pannelli solari sul tetto permette di avere corrente elettrica in continuità, anche se la cabina si trova isolata e lontana da centri abitati. 

Speriamo non ce ne sia bisogno, ma The Voxel può essere la soluzione a future quarantene, in tal caso visitate il sito dedicato per saperne di più. 

Designarchitecture
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su