“Concrete”, un corto che indaga il senso della vita

-
Federica Cimorelli
Concrete | Collater.al

Il senso della vita e la ricerca del proprio posto nel mondo sono alcuni dei più grandi interrogativi dell’uomo, domande che preoccupano la maggior parte di noi e topoi ricorrenti in filosofia, letteratura, arte e psicologia.
Nicolas Roth, Pirmin Bieri, Luca Struchen e Aira Joana – quattro studenti della Lucerne School of Art and Design – li hanno scelti come temi principali per “Concrete”, il loro film di laurea, un corto che mescola animazione 2D e modellazione 3D. 

Concrete” illustra il cammino di un inquieto viaggiatore tormentato dalle sue trasformazioni ricorrenti e in cerca del suo posto del mondo. Tra incontri misteriosi e architetture brutaliste circondate da paludi sconfinate, il protagonista ci trasporta in un mondo di incertezze e ci fa vivere con lui l’analisi e la scoperta di se stesso.

Con una narrazione aperta e astratta questo cortometraggio si apre a innumerevoli interpretazioni ed è un esempio raffinato di cinema indipendente.

 

CREDITS
Animation 2D: Aira Joana, Fela Bellotto
Animation 3D: Nicolas Roth, Pirmin Bieri, Additional Animation 3D: Nadja Schöpfer, Samuel Flores, Livia Werren, Samantha Leung, Wesllen Gschwind, Haidi Marburger, Özgür Befrin
Additional Texturing: Kai Müri, Raphael Pfyffer
Voices: Michaels Fuchs
Music: Rahel Zimmermann
Foleys: Dieter Hebben
Sounddesign: Moritz Flachsmann, Thomas Gassmann
Mentoring: Jochen Ehmann, Krasniqi Mhill
Line Producing: Lea Hunziker
Technical Support: Ignacio Duelo, Jean First
Assistant: Jane Mumford, Daniela Pia Meier
Secretariat: Bettina Ganassi
Funding: Aargauer Kuratorium, Hans-Streiff-Stiftung, Stiftung Anne-Marie Schindler

Scritto da Federica Cimorelli
x
Ascolta su