Wall Surfaces (27 stops – Bari), l’opera pubblica di David Tremlett

avatar
21 Giugno 2019

L’artista inglese David Tremlett ha realizzato Wall Surfaces (27 stops - Bari), un’opera a pastello permanente che dà nuova vita alla città.

Per la riqualificazione della sede della Soprintendenza Archeologia di Bari, ovvero del Complesso monumentale di Santa Chiara e San Francesco della Scarpa, è stato chiamato l’artista britannico David Tremlett. Nasce così Wall Surfaces (27 stops – Bari), un wall drawing pensato per dare nuova vita all’intero Complesso, formato da due edifici storici e uno più recente che li collega. È proprio su quest’ultimo che si è focalizzato David Tremlett, realizzando un’opera composta da 27 elementi colorati con toni tenui che rappresentano 27 colonne, lo stesso numero di volte in cui l’artista è stato a Bari. 

Inoltre, Wall Surfaces (27 stops – Bari) spicca per il suo minimalismo, omaggio che Tremlett ha voluto fare a Marilena Bonomo, operatrice culturale e gallerista che si è distinta durante tutta la sua carriera e che è scomparsa nel 2014. 

Per il murales, interamente realizzato in pastello permanente, sono stati coinvolti alcuni studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari che, oltre ad aver avuto la fortuna di lavorare fianco a fianco con l’artista, hanno anche avuto l’occasione di sperimentare con la sua tecnica.  

Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al
Wall Surfaces 27 stops Bari David Tremlett | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share