Solara, il progetto di 144 automobili colorate da Zoer

Solara, il progetto di 144 automobili colorate da Zoer

Anna Cardaci · 2 settimane fa · Art

Un progetto tutto colorato è stato realizzato dall’artista Zoer il quale ha trasformato il più antico cantiere francese di demolizione di automobili in una quantità di colori su larga scala. Fa tutto parte del suo ultimo lavoro intitolato “Solara” il quale è composto da 144 automobili ormai rottamate che sono state ridipinte una ad una facendole sembrare, viste dall’alto, un arcobaleno.

Verniciando un nuovo strato di colore su ciascuna delle auto, l’artista spera di salvare i rottami automobilistici dalla distruzione e di dare loro una nuova identità. Oltre al rifacimento estetico, Zoer ha anche creato una pagina di crowdfunding per aiutare a riqualificare il terreno del cantiere.

Per mantenere la memoria di questi rottami, è stata creata una palette di colori che si combina con l’immaginario collettivo rinominando ogni tonalità con il nome del modello di automobile su cui è stata applicata. Tutto ciò ricorda molto un libro pantone ma, in questo caso, ha una forma tangibile e reale. Da un punto di vista plastico, Solara si interroga sul rapporto tra colore-oggetto-luce in un ambiente soggetto a pericoli naturali e la soggettività del colore. Dipingendo ogni auto con tonalità diverse, tutti questi relitti hanno ottenuto una nuova identità. Il progetto ha la funzione di fornire informazioni sul lavoro del pittore e sensibilizzare le persone su un problema locale che può essere traslato e risolto su scala globale. 

Il nome del lavoro prende spunto dalla macchina Solara, per l’appunto, una vettura prodotta dalla casa automobilistica francese Talbot prodotta fino al 1981. Inoltre, il nome riprende anche un fenomeno legato alla solarizzazione, un processo naturale di alterazione del colore di un oggetto esposto per lungo tempo al sole.

L’obiettivo di Solara è principalmente quello di mettere in evidenza e far conoscere in maniera artistica tutte le difficoltà che i proprietari dei cantieri devono affrontare. In questo caso, il cantiere sfruttato nel progetto, è tra i più antichi della Francia ed è in mano agli stessi proprietari da più di 50 anni. Questi, nonostante tutti gli sforzi per prendersi cura dello spazio e sopratutto del terreno, fanno fatica. Ciò è dovuto al fatto che il suolo mostra un’altissima concentrazione di cadmio e nichel (metalli) dovuta all’abbandono di pezzi di macchine per anni e anni in tutta la zona. Nel tentativo di migliorare le sorti e di porre un rimedio all’inquinamento, il progetto sopracitato di crownfunding mira ad aiutare i proprietari. 

Se anche tu vuoi fare una donazione, clicca qui per maggiori informazioni!

Solara | Collater.al 2
Solara | Collater.al 2
Solara | Collater.al 2
Solara | Collater.al 2
Solara, il progetto di 144 automobili colorate da Zoer
Art
Solara, il progetto di 144 automobili colorate da Zoer
Solara, il progetto di 144 automobili colorate da Zoer
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Studio Ghibli, il nuovo film è in fase di produzione

Studio Ghibli, il nuovo film è in fase di produzione

Anna Cardaci · 2 settimane fa · Art

Lo Studio Ghibli, lo studio cinematografico di film d’animazione giapponese noto soprattutto per essere il produttore delle opere di Hayao Miyazaki e Isao Takahata, ha annunciato, nel suo messaggio annuale di Capodanno, che sta lavorando a due nuovi film.

Quest’ultimo è iniziato ricapitolando i precedenti annunci ufficiali, parlando dell’apertura del primo parco a tema Ghibli, che verrà inaugurato nella città giapponese di Nagakute nel 2022, e dell’adattamento di Nausicaä della Valle del Vento in uno spettacolo Kabuki, un tipo di rappresentazione teatrale sorta in Giappone all’inizio del XVII secolo.

Nonostante si sappia ancora molto poco del secondo film, lo Studio Ghibli ha rivelato dettagli sul primo – che è stato diretto dal co-fondatore di Ghibli Hayao Miyazaki. Il film sarà il primo lungometraggio di Miyazaki da quando è andato in pensione nel 2016.

Nonostante il lavoro non abbia mai avuto una “scadenza stabilita” e una data d’uscita precisa, lo studio, a un certo punto, si è imposto di farlo uscire in tempo per le Olimpiadi estive del 2020 che si terranno a Tokyo. Il produttore di lunga data di Hayao Miyazaki ha invece deciso di posticipare l’uscita tra il 2021 e il 2022 – a ottobre il film era stato completato solo per il 15%. Sicuramente, come si suol dire, il perfezionismo è nemico del progresso, ma quando si ha la reputazione affermata di qualcuno come Miyazaki, probabilmente ci si vuole prendere il tempo necessario per rendere l’opera impeccabile.

Inoltre, si vocifera che il regista abbia lavorato molto lentamente a questo film, tanto da produrre solamente un minuto di animazione al mese. Il ritmo però è probabile che cambi in quanto le fasi più complicate, ovvero quelle iniziali riguardanti lo storyboarding e lo sviluppo della storia, sono terminate.

Studio Ghibli | Collater.al 2
Studio Ghibli | Collater.al 2
Studio Ghibli | Collater.al 2
Studio Ghibli | Collater.al 2
Studio Ghibli, il nuovo film è in fase di produzione
Art
Studio Ghibli, il nuovo film è in fase di produzione
Studio Ghibli, il nuovo film è in fase di produzione
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
David Bowie – Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams

David Bowie – Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams

Giulia Pacciardi · 2 settimane fa · Art

Si chiama ‘Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams’ ed è una graphic novel interamente dedicata al cantautore britannico, scomparso oramai 4 anni fa, David Bowie.

Il fumetto, con le illustrazioni dalla coppia pop Laura Allred e Michael Allred, già conosciuti per lavori come Madman, Red Rocket 7 e iZombie, e con la sceneggiatura di Steve Horton, ripercorre i momenti più iconici della carriera del Duca Bianco, dai primi difficili anni fino alla creazione del suo amato alter ego Ziggy Stardust.

Il volume di 106 pagine, edito da Panini Comics, sarà disponibile in Italia dal 10 gennaio, in concomitanza con il lancio americano.

David Bowie – Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams
Art
David Bowie – Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams
David Bowie – Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams
1 · 2
2 · 2
Peace, le bandiere bianche di Mohammad Hassan Forouzanfar

Peace, le bandiere bianche di Mohammad Hassan Forouzanfar

Giulia Pacciardi · 2 settimane fa · Art

Come è impossibile non sapere, il 2020 è iniziato con il rinnovato conflitto politico tra Stati Uniti e Iran.
L’escalation di minacce, dopo il raid Americano in Iraq che ha provocato l’uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani, non accenna a fermarsi.
I Pasdaran, le Guardie della Rivoluzione iraniana, tramite il loro comandante Hossein Salami, hanno comunicato agli USA di avere nel loro mirino 35 obiettivi sparsi nell’intera regione, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, tramite il suo account Twitter, ha risposto di averne ben 52, tutti molto importanti per l’Iran e la sua cultura.

We have targeted 52 Iranian sites (representing the 52 American hostages taken by Iran many years ago), some at a very high level & important to Iran &  the Iranian culture, and those targets, and Iran itself, WILL BE HIT VERY FAST AND VERY HARD. The USA wants no more threats!

In risposta a questo tweet, l’architetto Mohammad Hassan Forouzanfar, ha dato vita a “Peace”, un progetto concettuale, coerente con i suoi lavori precedenti, con cui ha immaginato la “pace”.
Per trasmettere il suo messaggio l’artista ha adornato immagini di siti architettonici iconici, nonché patrimonio dell’UNESCO e patrimonio storico dell’umanità in Iran, di bandiere bianche che sventolano nel cielo.
L’obiettivo di Mohammad Hassan Forouzanfar è quello di sottolineare come questi siti e edifici non abbiano una loro importanza solo per l’Iran ma quanto, invece, la loro distruzione inciderebbe sull’intera storia dell’umanità.

Ad avvalorare la tesi dell’artista la Convenzione dell’Aia per la protezione dei siti culturali del 1954, la quale afferma che anche prendere di mira siti culturali è un crimine di guerra.

Peace, le bandiere bianche di Mohammad Hassan Forouzanfar
Art
Peace, le bandiere bianche di Mohammad Hassan Forouzanfar
Peace, le bandiere bianche di Mohammad Hassan Forouzanfar
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
Dreams of a Sleeping World, la mostra di Oscar Oiwa

Dreams of a Sleeping World, la mostra di Oscar Oiwa

Anna Cardaci · 2 settimane fa · Art

Dal prossimo 10 gennaio fino al 26 aprile 2020, presso il USC Pacific Asia Museum in California, poco distante da Los Angeles, sarà possibile visitare la mostra di Oscar Oiwa, un artista giapponese naturalizzato brasiliano. L’esposizione si intitola “Dreams of a Sleeping World” ed è un’opera ampia e complessa, accuratamente creata a mano nell’arco di due settimane. È stata disegnata da Oiwa insieme al suo assistente e a quattro studenti del MFA della USC Roski School of Fine Art, servendosi di circa 120 pennarelli.

Ciò che è rappresentato in Dreams of a Sleeping World è un paesaggio onirico che rappresenta un po’ il mondo dei sogni ed è realizzato con inchiostro nero all’interno di una cupola di nylon bianca. Questa è stata costruita appositamente su misura e si estende per quasi 800 metri quadrati. 

Oscar Oiwa | Collater.al 1

I visitatori che entrano nella cupola del museo hanno la possibilità di immergersi in immagini ultraterrene, tra cui la firma di Oiwa, la nuvola vorticosa e le forme della terra. Il paesaggio onirico permette dunque ai visitatori di contemplare il caos del mondo esterno e tutte le sue complessità e, successivamente, tramite un percorso introspettivo, trovare la pace.

Uscendo dalla cupola, le persone troveranno una suite di dipinti di paesaggi colorati e surreali, anch’essi opera di Oscar Oiwa, che comprende immagini fantastiche che affrontano la trasformazione dell’ambiente. I dipinti su larga scala dell’artista, che raffigurano paesaggi di città e foreste, sfidano le leggi della fisica e fungono da allegorie sulle minacce esistenziali per il mondo dove animali e spettri nuotano nei cieli.

 Photo credit: courtesy USC Pacific Asia Museum and Oscar Oiwa studio

Dreams of a Sleeping World, la mostra di Oscar Oiwa
Art
Dreams of a Sleeping World, la mostra di Oscar Oiwa
Dreams of a Sleeping World, la mostra di Oscar Oiwa
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4