Art All for the Gram – libri.brutti
Artall for the graminstagram

All for the Gram – libri.brutti

-
Federica Cimorelli

Non possiamo negare che il brutto ci attiri perché è sempre nei nostri discorsi, ormai sembra anche essere diventato il leitmotiv di questa rubrica. Noi lo apprezziamo perché ci mostra un lato inconsueto della realtà e per questo motivo pensiamo che sia giusto celebrarlo in tutte le sue forme.
Oggi è il turno di libri.brutti, un profilo Instagram inconsueto che pratica il brutto e lo esalta senza pudore.

https://www.instagram.com/p/CKmEWp3Mo2N/

Questo profilo racchiude una raccolta di quasi 150 pubblicazioni, è un archivio disordinato e caotico delle pubblicazioni italiane più brutte dell’ultimo secolo, un catalogo grottesco del mercato editoriale nazionale.
Se pensate di trovare odio, disprezzo e disgusto però vi sbagliate. libri.brutti non è un covo di sentenze e giudizi senza remora, ma un luogo dove ritrovarsi per esibire e condividere la mancanza collettiva di grazia, armonia e buongusto.

101 scuse per non fare l’amore”, “Sculture di pane”, “+ alberi – terroni”.
A noi è sempre stato insegnato di non giudicare un libro dalla copertina – o quantomeno dal titolo – ma in questo caso vogliamo contraddirci, forse non è necessario approfondire il contenuto per ricredersi. 

Abbiamo selezionato qui per voi i libri più brutti, ma per scoprire tutto l’archivio visitate il profilo ufficiale su Instagram.

Artall for the graminstagram
Scritto da Federica Cimorelli
x
Ascolta su