Design Teahouse Ø, un padiglione galleggiante a Copenaghen
Designarchitecture

Teahouse Ø, un padiglione galleggiante a Copenaghen

-
Giulia Guido

Sempre più frequentemente vediamo come l’architettura cerchi di riqualificare gli spazi pubblici permettendo ai cittadini di viverli in maniera differente. Con questo scopo è nato Floating Pavilion Ø, il progetto firmato dallo Studio Pan Projects che prevede la costruzione di diversi padiglioni tutti destinati a galleggiare sull’acqua dei canali di Copenaghen
Per il momento è stato realizzato solo il primo, la Teahouse Ø che si presenta come una piccola piattaforma coperta e fatiscente. 

La struttura della Teahouse Ø prevede un tetto e una base realizzati in legno rivestito di polistirolo e interamente ricoperto in plastica uniti da una serie di tubi acrilici trasparenti che creano un effetto vedo-non-vedo e ricordano l’acqua che scorre. 

Teahouse | Collater.al

Come si può intuire dal nome, – Ø in danese significa isola – il padiglione è pensato per galleggiare perennemente nel canale e l’implementazione di un motore permette anche di spostarsi o tornare vicino alle sponde. 

Inoltre, la Teahouse Ø è stata pensata per differenti attività, una volta preso posto al suo interno ci si può rilassare, si può fare yoga, ma ha anche fatto da palco per dei concerti. 

Teahouse | Collater.al

La sua struttura che riflette la luce del sole e le sfumature dell’acqua offre uno spettacolo sensazionale sia per chi lo utilizza sia per chi lo guarda da lontano. 

L’intero progetto del Floating Pavilion Ø prevedeva la costruzione di altri padiglioni che è stata momentaneamente fermata dalla pandemia. Noi speriamo di vederne molti altri a breve. 

Leggi anche: La casa galleggiante progettata da Tamás Bene

Teahouse | Collater.al
Teahouse | Collater.al
Designarchitecture
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su