Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura

Giulia Leggieri · 3 anni fa · Art

La vernice antivegetativa viene comunemente utilizzata sugli scafi delle vecchie navi per proteggere la superficie rendendola asettica e sterile e impedendo così la crescita di alghe e muffe. L’artista italiano Davide D’Elia si è servito di questo particolare prodotto per la sua installazione intitolata Antivegetativa che esplora l’inesorabile scorrere del tempo sfidando il naturale corso della vita.

L’opera è composta da 19 tele prelevate da mercatini dell’usato, una sedia simbolo di attesa e una boa che indica il limite da non oltrepassare. Le superfici, il pavimento e le pareti dello spazio sono state poi dipinte con la vernice Antivegetativa color blu tiffany. Il risultato è uno spazio senza tempo spaccato a metà, immerso in un abisso che blocca lo scorrere del tempo e ogni tipo di processo naturale. Ciò che resiste al di sopra del colore entra in opposizione con ciò che resta al di sotto della linea antivegetativa tracciata dall’artista.

Nel suo precedente lavoro, Ieri distrattamente mi volsi a considerar altrui memorie (dalle quali mi ritrovai rinvigorito) realizzato nel 2010, l’artista aveva installato dei microrganismi direttamente sulle pareti della galleria Ex Elettrofonica di Roma, mantenendoli in vita utilizzando agenti chimici e monitorando costantemente la temperatura dell’ambiente. Questa volta sperimenta il processo inverso tentando di bloccare la forza vitale della natura.

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura | Collater.al

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura | Collater.al

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura | Collater.al

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura | Collater.al

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura | Collater.al

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura | Collater.al

Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura
Art
Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura
Antivegetativa, l’installazione di Davide D’Elia che sfida la forza vitale della natura
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Short video for Breakfast – Les Rouleaux de Printemps, Chinatown raccontata da Annie van Noortwijk

Short video for Breakfast – Les Rouleaux de Printemps, Chinatown raccontata da Annie van Noortwijk

Giulia Leggieri · 3 anni fa · Art

L’artista olandese Annie van Noortwijk sostiene che i quartieri di Chinatowns sono città in città, mondi nei mondi, in cui gli straordinari profumi e i colori del cibo di una terra lontana si diffondono nell’aria come per magia.

Nel suo short video Les Rouleaux de Printemps ha deciso così di giocare con la danza e la musica orientale, per raccontare il quartiere di Chinatown di Los Angeles che per anni ha frequentato fino a considerarlo la sua piccola casa lontana da casa, mentre un narratore in sottofondo recita la ricetta del suo piatto preferito: l’involtino primavera.

Short video for Breakfast – Les Rouleaux de Printemps, Chinatown raccontata da Annie van Noortwijk
Art
Short video for Breakfast – Les Rouleaux de Printemps, Chinatown raccontata da Annie van Noortwijk
Short video for Breakfast – Les Rouleaux de Printemps, Chinatown raccontata da Annie van Noortwijk
1 · 1
What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli

Giulia Leggieri · 3 anni fa · Art

I tempi delle filastrocche e canzoni per bambini sono ormai finiti perché, da oggi, anche i più piccoli potranno iniziare ad apprezzare la forza e la magia della musica del mondo degli adulti. What Is Punk? è un libro per bambini ideato da Eric Morse e dall’illustratrice californiana Anny Yi e la loro missione è quella di raccontare ai più giovani il mondo anarchico e ribelle della musica Punk.

The Clash, Sex Pistols, Ramones e molti altri idoli punk come Iggy Pop o i Black Flag sono stati riprodotti fedelmente da Anny Yi con la plastilina e poi inseriti nel libro che, interamente scritto in rima, narra con semplicità la storia di una subcultura estrema e fuori dagli schemi. 

What Is Punk? è un libro destinato a tutti quei bambini ribelli nati da genitori ribelli che hanno vissuto l’era delle rivolte giovanili, dei ritmi agitati, della disobbedienza e delle chitarre spaccate duranti i concerti. Se lo scopo delle filastrocche per bambini è proprio quello di calmare i loro animi vivaci e movimentati, questo libro aspira all’esatto opposto.

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli | Collater.al

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli | Collater.al

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli | Collater.al

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli | Collater.al

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli | Collater.al

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli | Collater.al

What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli
Art
What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli
What Is Punk? Un libro illustrato per bambini ribelli
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Evan, un video per sensibilizzare che fa venire i brividi

Evan, un video per sensibilizzare che fa venire i brividi

Giulia Pacciardi · 3 anni fa · Art

Sembra una semplice storia d’amore nata tra i banchi di scuola. Di quelle romantiche, un po’ adolescenziali, di quelle in cui il finale è scontato ma che si guarda fino alla fine per il mero gusto di sorridere un po’.

Sembra. Perché Evan non lo è.

Poteva esserlo, ma per via di un evento non lo è stato.

Evan è un video il cui finale è inimmaginabile, che va oltre ogni storia d’amore in cui siamo inciampati fino a oggi. Evan si ispira a una storia reale e serve a sensibilizzare il pubblico sull’utilizzo delle armi.

È stato realizzato dalla Sandy Hook Promise, un’associazione americana fondata per proteggere i bambini dalla violenza causata dalle armi e nata nel 2012 in seguito a una strage in una scuola elementare a Newtown, in Connecticut, dove rimasero uccisi 27 persone, tra cui 20 bambini.

L’associazione lavora perché sia possibile individuare i segnali per evitare una strage.

Segnali che, come si mostra nel video, esistono e possono essere riconosciuti.

Segnali che servono a regalare un lieto fine che non lasci l’amaro in bocca come Evan fa.

Evan, un video per sensibilizzare che fa venire i brividi
Art
Evan, un video per sensibilizzare che fa venire i brividi
Evan, un video per sensibilizzare che fa venire i brividi
1 · 1
Short video for Breakfast – The Internet Of S**t Song, solo perché è connesso non significa che sia intelligente

Short video for Breakfast – The Internet Of S**t Song, solo perché è connesso non significa che sia intelligente

Giulia Leggieri · 3 anni fa · Art

The Internet Of S**t Song è uno short video rivolto a chi ritiene che la tecnologia sia estremamente frustrante. Nel video, un simpatico puppet viene infatti trascinato da un parte all’altra intrappolato dal filo conduttore che connette ogni cosa: il pc allo smartphone, lo smartphone al tablet, il tablet al taxi e così via in un folle circolo vizioso senza fine.

“Before connecting the products, we have to connect with the people. What are the drivers and needs to satisfy? From these insights, let’s see how we can build a case.” 

Karin Eklund, Head of User Experience at Semcon.

The Internet Of Things  si trasforma così in The Internet of S**t per poi chiudersi sul finale con una drastica sentenza: solo perché è connesso non significa che sia intelligente!

Short video for Breakfast – The Internet Of S**t Song, solo perché è connesso non significa che sia intelligente
Art
Short video for Breakfast – The Internet Of S**t Song, solo perché è connesso non significa che sia intelligente
Short video for Breakfast – The Internet Of S**t Song, solo perché è connesso non significa che sia intelligente
1 · 1