Behind the Walls, la scultura che ci attira ma non si svela

Behind the Walls, la scultura che ci attira ma non si svela

Giulia Guido · 8 mesi fa · Art

In occasione della fiera d’arte Frieze Sculpture, ogni anno la zona del Rockefeller Center di New York si popola di artisti che presentano le loro opere. Tra le sculture in esposizione nell’edizione 2019 ne spicca già una su tutte, ovvero Behind the Walls, realizzata dallo spagnolo Jaume Plensa

Si tratta di un enorme volto femminile allungato che si copre gli occhi con le mani. Jaume, da sempre specializzato in opere destinate a grandi spazi pubblici, cerca sempre di realizzare sculture portatrici sane di messaggi che facciano riflettere il suo pubblico su temi legati all’attualità, come la globalizzazione o la condizione umana.

Con Behind the Walls, l’artista spagnolo è riuscito a creare un’opera che, in quanto tale attira il pubblico, ma allo stesso tempo non si svela mai, si nasconde dietro le stesse mani che servono anche a catturare quello che ci circonda. 

La scultura è solo la prima delle opere di altri 13 artisti che incontrerete se decideste di visitare il Frieze Sculpture e che rimarranno esposte fino al 28 giugno 2019. 

Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls Jaume Plensa | Collater.al
Behind the Walls, la scultura che ci attira ma non si svela
Art
Behind the Walls, la scultura che ci attira ma non si svela
Behind the Walls, la scultura che ci attira ma non si svela
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Quai54 la storia di uno dei tornei di basket più famosi al mondo

Quai54 la storia di uno dei tornei di basket più famosi al mondo

Collater.al Contributors · 8 mesi fa · Art

Il Quai54 nasce a Parigi nel 2003 da Hammadoun Sidibé e Thibaut de Longeville che hanno lavoraro fianco a fianco per dare vita al torneo di basket tra i più famosi al mondo. Il primo – che si era appassionato alla cultura della streetball dopo un viaggio a New York nel 1991 – inzia a maturare quest’idea con la costruzione del campo Lavallois. Insieme a Thibaut che lavorava nel settore del marketing hip-hop, piantano le radici e organizzano il primo evento al quale parteciparono 1.500 persone.

L’intenzione dei due era quella di combinare le vibrazioni del torneo EBC Rucker Park di New York alla cultura francese di strada, il risultato è che il Quai54 si nutre dell’energia che si crea tra spalti e campo andando oltre i confini del basket. Per la prima edizione avvenne un passaparola tra appassionati e conoscenti, alcuni improvvisarono un barbecue, tutto era spontaneo, compresa la musica, quasi fosse una riunione di famiglia in occasione del compleanno dello zio. Thibaut lavorava spesso nella grande mela e partecipava spesso all’EBC fu così che gli venne l’idea di coinvolgere Fat Joe, Terror Squad e varie etichette musicali. Nell’edizione successiva venne girato un format di 52 minuti che fece il giro del mondo – fu il punto di svolta – tutto il resto è storia.

Il parallelismo tra energia e cultura del basket e dell’hip-hop tra Parigi e New York è super evidente, sono molto più vicini agli americani che agli inglesi. Quai 54 è stato percepito fin dall’inizio come una cosa nera, e sono in forte disaccordo, la comunità è più grande di questo. Anche se l’intrattenimento gira intorno a questo la cosa va molto oltre.

Quest’anno il torneo festeggerà il suo 15esimo compleanno e coinciderà con la Paris Fashion Week il che lo rende un avvenimento ancora più appetibile al quale non potrete non partecipare. Cosa ci sarà in serbo per noi?

Testo di Elisa Scotti

Quai54 la storia di uno dei tornei di basket più famosi al mondo
Art
Quai54 la storia di uno dei tornei di basket più famosi al mondo
Quai54 la storia di uno dei tornei di basket più famosi al mondo
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Ed Sheeran è il protagonista del nuovo spot di Heinz Ketchup

Ed Sheeran è il protagonista del nuovo spot di Heinz Ketchup

Giulia Pacciardi · 8 mesi fa · Art

Che il super amato cantautore britannico Ed Sheeran fosse un fan di Heinz Ketchup non è un segreto.
La riconoscibilissima etichetta della salsa, infatti, campeggia fiera sul suo braccio, tatuata per non scomparire.
Voci di corridoio, inoltre, asseriscono che durante i suoi tour non mancano mai riserve di Ketchup, i più esagerati dicono che ne ha sempre una bottiglietta nello zaino.

Infatti, quando i fan se lo sono visti capitolare nel nuovo spot del brand non sono rimasti sorpresi, a sorprenderli è stata più che altro la storia che si nasconde dietro la clip.
Sembrerebbe che sia stato proprio il cantante a contattare Heinz su Instagram per la creazione dello spot di cui è protagonista e che, come vedrete voi stessi, conferma quanto la sua passione per il prodotto non lo fermi davanti a nulla.

Nello spot si vede Sheeran entrare in un ristorante “super posh” con “super fancy bla bla bla posh bla bla bla” piatti che lui, davanti allo chef, al cameriere e a tutti gli altri ospiti inorriditi, stravolgerà con una quantità leggermente eccessiva di Heinz Ketchup.

“So that’s my idea, you wanna do it?”

La sua passione gli ha fatto guadagnare anche una bottiglietta customizzata con il suo nome.
Heinz Tomato, Edchup

Ed Sheeran è il protagonista del nuovo spot di Heinz Ketchup
Art
Ed Sheeran è il protagonista del nuovo spot di Heinz Ketchup
Ed Sheeran è il protagonista del nuovo spot di Heinz Ketchup
1 · 2
2 · 2
Amazon lancia una nuova serie tv splatter di supereroi, The Boys

Amazon lancia una nuova serie tv splatter di supereroi, The Boys

Collater.al Contributors · 8 mesi fa · Art

Amazon è ormai diventando un colosso anche come piattaforma streaming per serie tv, film e documentari e ha appena lanciato il trailer della prossima serie “The Boy”, prodotta da Seth Rogen e dal suo partner in crime Evan Goldberg.

È basata sui fumetti best-seller di Garth Ennis – racconta dell’agente della CIA Billy Butcher, interpretato da Karl Urban, nel suo percorso per reclutare una squadra di spiriti vendicativi noti come “The Boys” che dovranno combattere una banda di supereroi corrotti e abusivi, chiamata “The Seven”.

Il trailer inizia mostrando Billy che recluta una serie di membri, insieme a brevi spezzoni di supereroi che uccidono persone innocenti e abusano dei loro poteri. Un velocista simile a Flash attraversa una ragazza facendola “esplodere”.
Vengono poi introdotti i “The Boys”, gruppo composto da Butcher, Frenchie, Mother’s Milk and Female, la più violenta, colei che uccide i nemici infilando le dita negli occhi. Si susseguono una serie di scene ad alto numero di scontri brutali tra “The Boys” e “The Seven”.

Per chi ama questo genere di serie e ama gli effetti speciali, The Boys sarà disponibile su Amazon Prime Video dal 26 luglio.

Testo di Elisa Scotti.

Amazon lancia una nuova serie tv splatter di supereroi, The Boys
Art
Amazon lancia una nuova serie tv splatter di supereroi, The Boys
Amazon lancia una nuova serie tv splatter di supereroi, The Boys
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
Karolis Strautniekas fonde reale e onirico nelle sue illustrazioni

Karolis Strautniekas fonde reale e onirico nelle sue illustrazioni

Giulia Guido · 8 mesi fa · Art

Qualsiasi cosa venga rappresentato da Karolis Strautniekas merita di essere considerata un’opera d’arte fatta e finita. 

Karolis Strautniekas è un illustratore che vive e lavora a Vilnius, in Lituania, dove ha studiato all’Accademia di Belle Arti. Prima di decidere di dedicarsi completamente all’illustrazione ha lavorato in diversi settori, dalla pubblicità al graphic design, passando per l’animazione. Ora sono più di 5 anni che lavora come freelance, collaborando con diverse testate e clienti. 

Le sue illustrazioni colpiscono per la semplicità che, però, non scade mai nella banalità. Il suo stile può essere definito retro, caratterizzato da colori pieni e ben bilanciati che riescono sempre a restituire una puntuale analisi dell’attualità. 

Scopri le illustrazioni di Karolis Strautniekas nella nostra gallery e sul suo sito

strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
strautniekas Karolis Strautniekas | Collater.al
Karolis Strautniekas fonde reale e onirico nelle sue illustrazioni
Art
Karolis Strautniekas fonde reale e onirico nelle sue illustrazioni
Karolis Strautniekas fonde reale e onirico nelle sue illustrazioni
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18