Bisa Butler, la fiber art e la storia raccontata attraverso i tessuti

avatar
12 Marzo 2019

Bisa Butler è una rappresentante della fiber art e con i suoi tessuti decorati racconta le storie dimenticate degli afro-americani.

Ogni piccolo pezzo di tessuto, dal pizzo al cotone, dalla lana alla seta, racchiude una storia, una storia lunga anni o appena iniziata, una storia felice o drammatica, ma in ogni caso una storia che vale la pena essere raccontata. Bisa Butler, con i suoi tessuti e le sue trapunte decorate, fa proprio questo, dà voce a storie lunghe una vita e volti a persone dimenticate. Bisa, vive a Brooklyn, ma non dimentica mai le sue origini africane, che l’hanno portata a rappresentare solo persone di colore. Attraverso texture diverse, filo e colori vibranti, Bisa riesce a creare dei ritratti talmente realistici da far dubitare che siano fatti di stoffa. 

“Le mie storie sono raccontate nei tessuti che scelgo, le texture che combino e i colori che creano una composizione completamente nuova. I miei ritratti raccontano storie che possono essere state dimenticate nel tempo.”

La corrente artistica di cui l’artista americana fa parte si chiama fiber art, che abbraccia una tecnica con una storia secolare, le cui origini risalgono alla tessitura degli arazzi che adornavano le corti europee. La fiber art ha vissuto una riscoperta nella seconda metà del secolo scorso, riuscendo a sopravvivere fino ai giorni nostri. 

Scopri i lavori di Bisa Butler nella nostra gallery e sul suo profilo Instagram

Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al
Bisa Butler | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share