Capita, l’opera di protesta di Blu a Roma

avatar
11 gennaio 2019

Blu parla chiaro nella sua opera "Capita", realizzata a Roma nel quartiere di Rebibbia, dove rappresenta lo specchio della nostra società.

Il famoso street artist italiano Blu, nonché una delle più interessanti personalità all’interno del panorama nostrano, ha realizzato durante il periodo delle feste un nuovo murales intitolato“Capita”. L’opera si trova a Roma nel quartiere romano di Rebibbia e ritrae un’attrazione immaginaria composta da dei coloratissimi scivoli acquatici che conducono in due vasche distinte: in una l’acqua è putrida e raccoglie la massa, fatta di gente umile e debole; nella seconda vasca che rappresenta i poteri forti troviamo pochi eletti, che galleggiano nell’acqua cristallina.

I riferimenti sono alquanto chiari, il murales è una critica e una presa di posizione nei confronti di una società guidata dal capitalismo più esasperato, da una classe politica corrotta e marcia. L’idea di organicità è data dalla costruzione del disegno, concepito come un grosso intestino ammalato.

Il trionfo del sistema capitalistico globale, che accresce le disparità e le ingiustizie sociali, porta ad un punto di non ritorno dove la stessa identità degli individui e del Paese è attribuita a codici comportamentali che sembrano irreversibili.

Capita, l'opera di protesta di Blu a Roma | Collater.al Capita, l'opera di protesta di Blu a Roma | Collater.al Capita, l'opera di protesta di Blu a Roma | Collater.al Capita, l'opera di protesta di Blu a Roma | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share