La solitudine neo-noir della nuova campagna di Carhartt WIP

La solitudine neo-noir della nuova campagna di Carhartt WIP

Andrea Tuzio · 3 settimane fa · Style

Carhartt WIP ha presentato la sua nuova campagna FW21 con uno short film in collaborazione con Joaquim Bayle e Sylvain Sey
Il video rappresenta un inno all’inverno in città, e per affrontarlo sono necessari indumenti resistenti e in grado di contrastare le intemperie della stagione più fredda dell’anno. 

L’Illuminazione artificiale al neon che pervade tutto il cortometraggio sottolinea in maniera ancora più decisa il tema della solitudine, trasposta in un ambiente più crudo e reale come quello metropolitano. 
Secondo Joaquim Bayle il film si ispira ai thriller neo-noir come Nightcrawler – film del 2014 di Dan Gilroy – alle figure solitarie rappresentate nelle opere del pittore e illustratore americano Edward Hopper e ai programmi televisivi dei primi anni ’80 ambientati in aree urbane molto popolate come quelle di Londra, New York e Baltimora.

Questo insieme di riferimenti e ispirazioni ha fatto sì che il duo creativo si concentrasse su “ambientazioni scure e fredde” ma che si animano grazie agli individui che vivono la notte. 

Il corto, che potete vedere qui di seguito, è stato diretto da Joaquim Bayle mentre gli scatti sono stati realizzati da Sylvain Sey.

Credits:
Photography: Joaquim Bayle & Sylvain Sey
Models: Mariame Ouattara, Li-Yun Hu, Tandrina Andria-Ntoanina, Remi N’Guyen, Elyas Polat
Stylist: Aya Takeshima
Assistant stylist: Clara Viano
Make Up: Chloé Demoussis
Producer: Antoine Watine
Production: Miles Films

La solitudine neo-noir della nuova campagna di Carhartt WIP
Style
La solitudine neo-noir della nuova campagna di Carhartt WIP
La solitudine neo-noir della nuova campagna di Carhartt WIP
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
Davide Ambroggio, un ricordo ancestrale

Davide Ambroggio, un ricordo ancestrale

Tommaso Berra · 1 settimana fa · Photography

Fino a che punto e con quanta intensità si può istaurare un rapporto intimo con la natura? Gli scatti di Davide Ambroggio sono la testimonianza dell’abbandono di un corpo all’ordine della natura. Pelle punta da fili di erba alta e selvaggia, mentre il sole brucia le piante e diventa custode di un equilibrio che si sta ricostruendo.
Gli occhi di Alessandra sono nudi come il suo corpo, guardano il terreno che non ha certezze, se non nell’immagine simbolica di un pontile che conduce verso rovi irti. La serie di scatti di Davide Ambroggio ha un momento centrale in cui lo sguardo si alza a livello dell’orizzonte, e più definitivamente in una tensione spirituale che tende all’altezza del cielo.
Le fotografie di questa serie sono un racconto erotico di adattamento dell’uomo alla natura, prima al sole, alla terra e infine all’acqua, che negli ultimi scatti accoglie e conserva un segreto ancestrale.

Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al
Davide Ambroggio | Collater.al

Davide Ambroggio, un ricordo ancestrale
Photography
Davide Ambroggio, un ricordo ancestrale
Davide Ambroggio, un ricordo ancestrale
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Le braccia conserte di Edoardo Lavagno

Le braccia conserte di Edoardo Lavagno

Tommaso Berra · 1 settimana fa · Photography

Le labbra semichiuse e il gelo negli occhi lasciano nell’aria parole non dette, discorsi lasciati in sospeso e soffocati dalle pose dei corpi nudi. Le spalle chiuse e le braccia strette che si attorcigliano al corpo come radici.
Gli scatti di Edoardo Lavagno ritraggono donne molto differenti tra loro, ma sembrano frame di uno stesso film biografico. La delicatezza di una mano che proietta sulle lenzuola un’ombra che ha la sagoma di un sogno misterioso, in cui c’è un riservato erotismo che non straborda dalla riservatezza emotiva.
Le pareti delle case sono lo sfondo degli scatti, limiti fisici che vigilano e proteggono la ricerca di una libertà di espressione.
C’è sempre una finestra che fa compagnia alle donne ritratte da Edoardo Lavagno, una presenza di luce che sottolinea i corpi e ne definisce il calore, sia negli scatti a colore che in quelli in bianco e nero.

Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Edoardo Lavagno | Collater.al
Le braccia conserte di Edoardo Lavagno
Photography
Le braccia conserte di Edoardo Lavagno
Le braccia conserte di Edoardo Lavagno
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Tommaso Berra · 7 giorni fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle.
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @my_perfect_little_world, @valerycia, @obsessive.ph0t0graphy, @the_rain_coyote, @albachiara.fotografie, @reportageofmylife, @laura.mangelli, @missgherard, @_gary0104, @yehorova.photo.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
Colori e sport nelle foto di Ilanna Barkusky

Colori e sport nelle foto di Ilanna Barkusky

Giulia Guido · 2 settimane fa · Photography

Il mondo non è solo bianco o solo nero, non è neanche di diverse sfumature di grigio. Il mondo è multicolore, basta avere l’occhio giusto per accorgersene. Ilanna Barkusky sembra averlo e sembra avere anche il talento di catturarlo in scatti aerei che uniscono sport ed estetica. 

Ilanna Barkusky è una giovane fotografa nata in Canada, a Vancouver, che oggi vive e lavora a Los Angeles. La passione di Ilanna che è diventata anche il campo in cui si è specializzata come fotografa è lo sport. Fin da piccola si è dedicata a diversi sport, sia praticandoli e poi cominciando a seguirli munita di macchina fotografica. 

L’obiettivo del suo lavoro è quello di catturare un momento irripetibile, un gesto o una posizione del corpo quasi impossibili da vedere a occhio nudo.
Ciò che però caratterizza il suo lavoro, in particolare la serie dal titolo “Colour Series”, è proprio l’attenzione ai colori. 

Prima di scattare, Ilanna Barkusky fa una lunga ricerca su Google Earth di campi e piste dipinti da urban artist che diventano sfondi multicolor ai suoi scatti realizzati con il drone e sempre alla stessa ora del giorno. 

Ilanna Barkusky
Ilanna Barkusky
Ilanna Barkusky
Ilanna Barkusky
Colori e sport nelle foto di Ilanna Barkusky
Photography
Colori e sport nelle foto di Ilanna Barkusky
Colori e sport nelle foto di Ilanna Barkusky
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7