Al via la quarta edizione del FAT FAT FAT Festival

avatar
29 Luglio 2019

Il FAT FAT FAT Festival si svolgerà dal 2 al 4 agosto tra le colline maceratesi, luoghi protagonisti della campagna di comunicazione firmata dal Mine Studio.

You can’t download the experience. È questo lo slogan, ma anche il punto di partenza del FAT FAT FAT Festival, un evento che per due giorni, dal 2 al 4 agosto, richiamerà alcuni dei nomi più conosciuti legati alla Black Music

Parliamo di personalità come il dj e producer Moodyman e Shigeto, esponente del nuovo Hip-Hop americano. Tra i live più attesi segnaliamo il “sound artist” e compositore strumentale Hieroglyphic Being. Sono tanti i nomi in cartellone e ognuno di loro sarà chiamato a dar vita a un’esperienza unica, che può essere vissuta veramente solo dal vivo, con il telefonino spento e i sensi ben aperti, seguendo al massimo il claim “You can’t download the experience” 

fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al

É proprio da questo concetto che ha preso vita la campagna di comunicazione di quest’anno, curata dal Mine Studio di Roma. L’obiettivo della campagna è quello di raccontare attraverso una serie di immagini i luoghi che ospitano il FAT FAT FAT Festival, ovvero le località della Grancia e di Morrovalle, e di mettere l’accento sulla storia di questi posti e sulle loro tradizioni gastronomiche. 

Il risultato finale è composto da una serie di fotografie di questi paesaggi che al centro presentano un rettangolo o un quadrato colorato. 

“La forma geometrica quadrilatera, simbolo di stabilità, stasi, definizione, è stata scelta per contrasto a tutto quello che è il festival, un evento fluido, in movimento, energico.”

Ovviamente, la presenza di questo elemento ostacola la nostra visuale, non riusciamo a vedere interamente il paesaggio della fotografia, questo proprio perché il FAT FAT FAT Festival può essere vissuto solo dal vivo. 

“Nella campagna fotografica l’elemento geometrico monocolore è stato fotografato in paesaggi caratterizzanti della geografia del luogo: montagne, boschi, colline, distese di grano o spiagge, e l’elemento, sempre posizionato centralmente, costituisce una barriera per il godimento del paesaggio intralciandone la visione; questa scelta è scaturita da un’esasperazione del claim del festival “you can’t download the experience”, invitando l’utente a vivere di persona il contesto non limitandosi ad usufruirne esclusivamente attraverso i media.”

fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al
fat fat fat festival | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share