Le fotografie surreali di Elia Pellegrini

Le fotografie surreali di Elia Pellegrini

Giulia Guido · 2 anni fa · Photography

È impossibile circoscrivere il lavoro di Elia Pellegrini a una sola parola. 

Classe 1998, Elia ha cominciato il suo percorso artistico da giovanissimo, approcciandosi in primo luogo al mondo del disegno, soprattutto all’universo dei manga giapponesi. 

Da lì non si è mai fermato, dando libero sfogo alla sua vena creativa, senza mai porle dei limiti. Così ha cominciato a dipingere, per poi passare alla fotografia e decidere di fonderla con la grafica, ha iniziato anche a dedicarsi alla cinematografia, realizzando stupendi cortometraggi che potete trovare sul suo canale YouTube, e infine alla musica.

Sembra che nulla sia in grado di fermare Elia Pellegrini e forse è proprio questa voglia di fare, di cambiare, di sperimentare, che lo porta ogni volta a realizzare qualcosa di straordinario. 

Le fotografie surreali di Elia Pellegrini | Collater.al

Noi siamo stati catturati in particolar modo dai suoi scatti dall’atmosfera surreale. Si tratta di lavori in cui il confine tra fotografia e grafica si fa sempre più sottile e anche la cosa più assurda finisce per sembrarci normale. Tutto sembra possibile: un’enorme carcassa abbandonata tra due montagne, una sfera d’acqua che sorvola un paesaggio desertico. 

Siamo sicuri che sentiremo parlare di Elia ancora a lungo, ma per ora godetevi i suoi lavori qui sotto!  

Le fotografie surreali di Elia Pellegrini
Photography
Le fotografie surreali di Elia Pellegrini
Le fotografie surreali di Elia Pellegrini
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 2 anni fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle. 
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @ariannaburattaph, @laurapasini3, @danielematteagi, @_slightlyoutoffocus_, @giorgia_congia, @__beauty_hunter__, @arianna_angelini, @francescaersilia1, @misterdrinkwine, @marina_bocchetti.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

View this post on Instagram

@giadaaapaaan ? @_cassiopea__

A post shared by Arianna Buratta (@ariannaburattaph) on

View this post on Instagram

Kissed

A post shared by Beatrice Santangelo (@___beauty_hunter___) on

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm

Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm

Buddy · 2 anni fa · Photography

Thatch Rchkm è un fotografo francese con base a Parigi, conosciuto su Instagram come thatch.rchkm.

Nei suoi scatti la luce ricopre sempre un ruolo fondamentale, che siano i neon delle insegne e le illuminazioni metropolitane, il calore intimo del bagliore di una camera da letto, o i chiarori serali di un cielo terso.

La luce accarezza lievemente i volti e le figure o li invade con violenza. Thatch sembra saperla usare alla perfezione: la usa per raccontare piccoli scorci di storie o descrivere i suoi soggetti, o la trasforma drammaticamente per creare un ambiente sempre diverso, crudo, surreale, poetico.

Seguitelo.

Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm | Collater.al

Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm
Photography
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm
Luci e ombre negli scatti di Thatch Rchkm
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
Works of Imagination: la Square Print Sale di Magnum Photos in collaborazione con Aperture

Works of Imagination: la Square Print Sale di Magnum Photos in collaborazione con Aperture

Giulia Guido · 2 anni fa · Photography

Magnum Photos si unisce ancora una volta ad Aperture Foundation per Works of Imagination, l’ultima Square Print Sale dei quest’anno. 
A partire dalle ore 9.00 Eastern Time (15.00 italiane) del 19 ottobre fino alle ore 16.00 Eastern Time (24.00 italiane) di domenica 25 ottobre, oltre 100 stampe realizzate da Magnum Photos e dai fotografi di Aperture saranno acquistabili alla cifra di 100 dollari l’una. 

In chiusura di un anno senza precedenti e che ci ha messo duramente alla prova, Magnum ci propone una raccolta di scatti uniti dal tema Works of Imagination, invitandoci a continuare ad immaginare un futuro diverso. 

Da Elliot Erwitt a Steve McCurry, da David Seymour a David Benjamin Sherry, i loro lavori catturano momenti della realtà differenti. Alcuni ci mostrano immagini di conflitti armati, altri di manifestazioni, alcuni ci portano a scoprire riti religiosi, per non parlare di chi ha fissato su pellicola i volti di coloro che hanno cambiato e influenzato la nostra storia, da predicatori come Martin Luther King a personaggi famosi come Bob Dylan o i Beatles. Tutti i loro lavori, seppur differenti nello stile e nei soggetti, ci ispirano e ci permettono di immaginare, si sognare un futuro differente. 

© Robert Capa / Magnum Photos

Le Magnum Square Print sono stampate su carta d’archivio 6×6” (15,24×15,24 cm) con l’immagine che misura 5,5” (14 cm) sul lato lungo e accompagnate dalla firma o dal marchio della proprietà.

La Square Print Sale Works of Imagination di Magnum in collaborazione con Aperture si terrà da lunedì 19 ottobre, ore 9AM EST, fino a domenica 25 ottobre, ore 6PM EST sul Magnum Photo Shop.  

Scopri qui sotto alcune delle fotografie in vendita. 

© Bruno Barbey / Magnum Photos
© Richard Misrach / Aperture
© Leonard Freed / Magnum Photos
© Steve McCurry / Magnum Photos

© David Hurn / Magnum Photos 
© David Seymour / Magnum Photos
© Moises Saman / Magnum Photos
© Sim Chi Yin / Magnum Photos
© Harry Gruyaert / Magnum Photos
Works of Imagination: la Square Print Sale di Magnum Photos in collaborazione con Aperture
Photography
Works of Imagination: la Square Print Sale di Magnum Photos in collaborazione con Aperture
Works of Imagination: la Square Print Sale di Magnum Photos in collaborazione con Aperture
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
Cinematography – Enemy

Cinematography – Enemy

Giordana Bonanno · 2 anni fa · Photography

Quante volte ci è capitato di guardare un film e di immedesimarci così tanto nella storia da trovare affinità con uno dei personaggi?

È successo di certo ad Adam Bell (Jake Gyllenhaal), il giovane docente universitario di storia sposato con la bella Helen (Sarah Gadon), che mentre conduceva la sua solita vita, monotona e noiosa, viene distratto dalla visione di “Volere e potere”, pellicola cinematografica che gli stravolgerà l’esistenza. A catturare la sua attenzione è proprio uno dei protagonisti del film in cui si rivede talmente tanto da desiderare un incontro con lui. Dopo alcuni giorni di ricerca riesce finalmente ad identificarlo, ma da quel momento nulla sarà più lo stesso.

Tutto questo è Enemy, un film dentro il film per la regia di Denis Villenueve tratto dal romanzo L’uomo duplicato di José Saramago. Non è un caso quindi che il tema principale della storia sia proprio la duplice identità, un viaggio esistenziale nella vita e nelle psiche di un uomo moderno qualunque, alle prese con uno stato confusionale, fra istinti distruttivi che cercano il cambiamento e la piena realizzazione di sé e impulsi conservatori, rassicuranti e a tratti necessari per sopportare l’incertezza del vivere.

“Il caos è ordine non ancora decifrato”

Ad accentuare lo stato di inquietudine, mistero e surrealismo contribuisce la fotografia dai colori ambra che persiste per tutta la durata del film, accentuandosi in alcune scene e portando ad accrescere queste sensazioni nello spettatore.

Un velo enigmatico che si evince anche dalle fotografie dell’artista Paolo Barretta, giovane fotografo italiano che abbiamo avuto il piacere di intervistare qui.

La composizione impeccabile che predilige un soggetto centrale, la pulizia dello scatto e il mood di tipo meditativo, sono i principali elementi che contraddistinguono il suo stile, intimo ed elegante, e che ci ricordano molto alcuni frame di Enemy.

Lo sapevi che: L’intero cast ha firmato un accordo di riservatezza che non permetteva loro di parlare e/o spiegare alla stampa il significato dei ragni nel film.

Genere: Thriller 
Regista: Denis Villeneuve
Direttore della fotografia: Nicolas Bolduc
Scrittori: José Saramago 
Cast: Jake Gyllenhaal, Mélanie Laurent, Sarah Gadon

Cinematography – Enemy
Photography
Cinematography – Enemy
Cinematography – Enemy
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18
Altri articoli che consigliamo