L’Ice Festival di Harbin e i magnifici edifici di ghiaccio

avatar
9 gennaio 2019

Ogni anno in Cina viene aperta al pubblico una città costruita in ghiaccio in occasione dell’Ice Festival di Harbin.

Gennaio e febbraio sono i mesi più freddi dell’anno e allora perché non organizzare un Ice Festival? È ciò che accade in Cina ogni anno, dove, per aumentare l’affluenza di turisti e sfruttare il freddo, viene organizzato l’Harbin International Ice and Snow Sculpture Festival, ovvero il festival del ghiaccio e della neve, durante il quale viene realizzata e aperta al pubblico una vera e propria città costruita in ghiaccio.

Camminando per le strade innevate si incontrano castelli, ricostruzioni di monumenti famosi come il Colosseo, scivoli, ma anche un ristorante e un ufficio postale da dove inviare cartoline. Di giorno il sole rivela tutte le trasparenze dei mattoni in ghiaccio, rendendo la visita affascinante, mentre di notte tutte le sculture vengono illuminate da centinaia di luci colorate facendo sembrare la città di Harbin un enorme luna park.

Il festival è visitabile dal 5 di gennaio a fine febbraio e viene ufficialmente chiuso quando le temperature si alzano e il sole inizia a sciogliere il ghiaccio.

L’Harbin International Ice and Snow Sculpture Festival è diventato una delle mete turistiche invernali più visitate, paradiso di fotografi di tutto il mondo, ma anche location per matrimoni un po’ fuori dal comune.

Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al Ice Festival di Harbin | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share