Art Benevenuti nell’incasinato mondo di Lindartifex
Artillustration

Benevenuti nell’incasinato mondo di Lindartifex

-
Emanuele D'Angelo

Disegna cose quando capita, Lindartifex, originale illustratrice di Brescia.
Tra canzoni indie e piccoli problemi di cuore, l’artista crea personaggi assolutamente riflessivi.
Ha iniziato quasi per gioco a postare i suoi disegni, dopo un po’ non ha più smesso, una passione che l’ha completamente travolta.

Anche se con le dovute distanze, cerca di trarre ispirazioni per le sue illustrazioni da vecchi pittori come: Canova, Magritte e Mucha.
Talvolta però queste influenze non sembrano bastarle, ci sono dei momenti in cui capita anche a lei di avere un blocco, che supera uscendo, leggendo, parlando con la gente. Ma spesso nei momenti in cui è particolarmente ispirata appunta le sue idee nel suo quadernino, così da avere sempre un piano B.

Attenta a ogni minimo dettaglio, Lindartifex usa linee sottili, uno stile che ha un’attitudine minimalista, dalla realizzazione dei personaggi sino alle sintetiche frasi che scrive sopra le vignette.
I suoi personaggi sono rappresentati in modo unico, senza occhi e lasciati sempre in bianco e nero, con pochi definiti dettagli e solamente ai capelli viene donato un tocco di colore.

Lindartifex è capace di trasformare anche la più iconica delle canzoni in una vignetta, senza snaturare mai il messaggio che l’artista ha assegnato, ma anzi riuscendo a trasportarla nel “suo universo” dandole sempre nuova linfa e un profondo significato.
Di lei colpisce l’essenzialità e l’immediatezza dei disegni e dei suoi messaggi, che arrivano sinceri, senza filtri, senza una grande retorica ma con una semplicità disarmante.
Un’artista da continuare a seguire senza dubbio, sarete sempre i benvenuti nella sua “testa incasinata”, come la definisce lei stessa, ma prima ricordatevi di “pulire i piedi nello zerbino”.

Artillustration
Scritto da Emanuele D'Angelo
x
Ascolta su