Photography MIA Photo Fair, cosa ci è piaciuto
Photographyexhibition

MIA Photo Fair, cosa ci è piaciuto

-
Giorgia Massari
mia photo fair

Si è tenuta ieri 10 aprile la preview dell’ottava edizione di MIA Photo Fair, la fiera di fotografia che ogni anno torna a Milano con una selezione di artisti internazionali. Quest’anno non è più nel solito Superstudio Maxi, ma si sposta vicino alla protagonista della settimana, Miart. Così che, potenzialmente, in una giornata i più coraggiosi possono vedere due fiere scendendo alla fermata della metro Portello. Miart al gate 5 di Allianz MiCo mentre MIA Photo al gate 16. Arrivando al dunque, parliamo di cosa ci è piaciuto. Come accade sempre, seguendo il sistema fieristico, tante delle opere esposte sono viste e riviste, ma pur sempre piacevoli da rivedere come gli scatti di fotografi affermati del calibro di Giovanni Gastel e Ugo Mulas, o ancora i fotoreporter Fausto Giaccone e Carlo Orsi. Ma, tra i tanti evergreen abbiamo scovato qualche novità, forse qualche nome già sentito, ma non così abbastanza secondo noi. Per questo abbiamo fatto una selezione dei nostri booth preferiti.

#1 Maria Svarbova da ARTITLEDcontemporary (B022)

mia photo fair

#2 Irina Werning da OTM Gallery (B023)

mia photo fair

#3 Karla Hiraldo Voleau da Christophe Guye Galerie (B019)

mia photo fair

#4 Laetitia Ky da LIS10 Gallery (E014)

mia photo fair

#5 Giulia Frump da Young Art Hunters (F018)

#6 Paolo Ventura da MarcoRossi ArteContemporanea (A022)

mia photo fair

#7 Daniele Ratti da VisionQuest 4Rosso (C018)

mia photo fair

#8 Najla Said da Mashrabia Gallery (F005)

mia photo fair

#9 Angelo Formato nella mostra collettiva Welcome to my known

mia photo fair

#10 Thorsten Brinkmann da Galleria Fumagalli (A019)

mia photo fair

MIA Photo Fair rimarrà aperta fino a domenica 14 aprile.

Photographyexhibition
Scritto da Giorgia Massari
x
Ascolta su