I dolci murales motivazionali di Hayley Welsh

I dolci murales motivazionali di Hayley Welsh

Giulia Guido · 6 mesi fa · Art

Compito dell’arte è quello di far riflettere lo spettatore, di far nascere dentro a chi guarda l’opera un’emozione che può essere paura, felicità, tristezza o speranza. L’artista e street artist inglese Hayley Welsh riesce perfettamente in quest’intento attraverso i suoi murales surreali e cupi. 

Realizzati con una palette di grigi e neri i suoi lavori hanno come protagonisti degli esseri dalle sembianze animalesche che spesso e volentieri ricordano dei conigli, con le orecchie abbassate ed enormi occhi lucidi. Questi animaletti sono un po’ malinconici, come se avessero perso le speranze e stessero ricercando la strada di casa. 

Se poi il messaggio di Hayley Welsh non fosse chiaro, ogni personaggio è affiancato da una breve frase motivazionale come “Your best adventure is you” o “Create your own rainbow”. 

Nella nostra gallery trovi una selezione dei suoi lavori, per scoprire di più vai sul suo profilo Instagram

Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
Hayley Welsh | Collater.al
I dolci murales motivazionali di Hayley Welsh
Art
I dolci murales motivazionali di Hayley Welsh
I dolci murales motivazionali di Hayley Welsh
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16
Le sigarette di Artfucker sono il simbolo di una società dominata dal marketing

Le sigarette di Artfucker sono il simbolo di una società dominata dal marketing

Giulia Guido · 6 mesi fa · Art

Probabilmente, vagando nei meandri di Instagram qualche lavoro dell’artista newyorkese conosciuto con il nome di Artfucker lo avrete sicuramente visto. L’ultimo suo progetto si compone di una serie di immagini di pacchetti di sigarette su cui – al posto del nome della marca o le avvertenze – sono stati posti loghi di brand riconoscibili come Coca-Cola o Evian oppure di personaggi come Gesù, Barbie o Mickey Mouse. 

Artfucker gioca con noi, con la società intera, trasformando un prodotto inappropriato e negativo come le sigarette, o più in generale il fumo, in qualcosa che ci attira e che reputiamo bello. 

Al centro della ricerca artistica di Artfucker c’è l’idea che ormai viviamo in una società dominata dalle strategie di marketing e siamo stati abituati a fidarci di ciò che vediamo scritto sui prodotti che compriamo. Ma cosa succede quando queste avvertenze cambiano? 

I lavori di questa serie faranno parte del The Smoke Show, la terza personale di Artfucker che aprirà al pubblico il 21 settembre a Brooklyn. 

Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Artfucker The Smoke Show | Collater.al
Le sigarette di Artfucker sono il simbolo di una società dominata dal marketing
Art
Le sigarette di Artfucker sono il simbolo di una società dominata dal marketing
Le sigarette di Artfucker sono il simbolo di una società dominata dal marketing
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
Lo spot di Spotify celebra chi rimane in macchina per ascoltare la fine di una canzone

Lo spot di Spotify celebra chi rimane in macchina per ascoltare la fine di una canzone

Giulia Guido · 6 mesi fa · Art

È una strana sensazione, anzi una soddisfazione personale, un momento che ritagliamo per noi stessi. Sto parlando di quando arrivati a destinazione con la macchina già parcheggiata decidiamo di aspettare la fine di una canzone prima di scendere. È un’abitudine che ci accomuna tutti, retaggio di quegli anni in cui non c’erano cavi aux o Bluetooth e quando alla radio davano la tua canzone preferita tutto passava in secondo piano. Eravamo disposti a far aspettare il fidanzato, gli amici, il medico pur di ascoltarla fino all’ultimo accordo. 

L’ultimo spot firmato Spotify mostra come, sebbene i tempi siano cambiati, aspettare la fine di un brano a motore spento e seduti comodamente dietro il volante sia un’abitudine ancora molto diffusa. 

Nel video di 80 secondi intitolato “Let the Song Play” vediamo diverse persone che pur di cantare tutta Elastic Heart di Sia fanno aspettare i compagni di calcetto, i nonni o il parcheggiatore. 

Lo spot fa parte della campagna For The Ride ed è stato realizzato per promuovere nuove playlist pensate appositamente per essere ascoltate in macchina, come “Your Daily Drive” che prevede un mix di canzoni, podcast e notizie. 

Se dopo tutto ciò non fosse comprensibile il messaggio di Spotify ci pensa il claim a chiarire definitivamente le cose: 

The best thing to happen in cars since the stereo.” 

Spotify | Collater.al
Spotify | Collater.al
Spotify | Collater.al
Lo spot di Spotify celebra chi rimane in macchina per ascoltare la fine di una canzone
Art
Lo spot di Spotify celebra chi rimane in macchina per ascoltare la fine di una canzone
Lo spot di Spotify celebra chi rimane in macchina per ascoltare la fine di una canzone
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
Lunga vita al re Timothée Chalamet protagonista di “The King”

Lunga vita al re Timothée Chalamet protagonista di “The King”

Giulia Pacciardi · 6 mesi fa · Art

Hail to the king, lunga vita al re.
È uscito oggi il trailer di “The King” diretto da David Michôd che, prima di approdare il prossimo autunno in alcuni cinema e su Netflix, verrà presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia ormai alle porte.

“The King” è un adattamento di Enrico IV, Parte prima e Parte seconda, e Enrico V che verrà interpretato da Timothée Chalamet, già protagonista di “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino.
Nel cast, a raccontare la storia del giovane re inglese che succede al padre in un periodo di tensioni e tumulti politici contro il suo volere, anche Joel Edgerton, Ben Mendelssohn, Robert Pattinson nei panni del Delfino di Francia, Sean Harris e Lily-Rose Depp.

Godetevi il trailer che, dai pochi minuti che ci concede, sembra promettere qualcosa di buono e, soprattutto, fedele al testo originale.

Lunga vita al re Timothée Chalamet protagonista di “The King”
Art
Lunga vita al re Timothée Chalamet protagonista di “The King”
Lunga vita al re Timothée Chalamet protagonista di “The King”
1 · 2
2 · 2
“1, 2, 3, Soleil”, la mostra di Seth tra classico e contemporaneo

“1, 2, 3, Soleil”, la mostra di Seth tra classico e contemporaneo

Giulia Guido · 6 mesi fa · Art

All’apparenza un edificio in stile neoclassico del XVIII secolo e uno street artist hanno poco in comune, ma l’ultima mostra di Seth dall’originale titolo 1, 2, 3, Soleil è la prova di come dagli abbinamenti più azzardati e strani nascono i veri capolavori. 

Fino al 7 ottobre l’Institut Culturel Bernard Magrez di Bordeaux ospiterà una selezione di opere e installazioni dell’artista che si pone come obiettivo quello di essere un ponte, tra vecchio e nuovo, tra tradizione e innovazione, tra classico e contemporaneo. 

Le stanze dello storico palazzo si riempiranno dei mille colori vivaci che hanno reso l’arte di Seth riconoscibile e unica all’interno del vasto panorama artistico contemporaneo. In ogni spazio verrà affrontato un tema legato ai diversi viaggi che Seth ha fatto e ai luoghi che ha visitato. Ogni opera, quindi, racconterà paesi, culture e realtà lontani e diversi, stimolando la riflessione dello spettatore. 

seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
seth globepainter 1 2 3 soleil | Collater.al
“1, 2, 3, Soleil”, la mostra di Seth tra classico e contemporaneo
Art
“1, 2, 3, Soleil”, la mostra di Seth tra classico e contemporaneo
“1, 2, 3, Soleil”, la mostra di Seth tra classico e contemporaneo
1 · 17
2 · 17
3 · 17
4 · 17
5 · 17
6 · 17
7 · 17
8 · 17
9 · 17
10 · 17
11 · 17
12 · 17
13 · 17
14 · 17
15 · 17
16 · 17
17 · 17