Netflix: gli imperdibili di luglio 2020

Netflix: gli imperdibili di luglio 2020

Giulia Guido · 7 mesi fa · Art

Dal finale di stagione de “Le ragazze del centralino” al nuovo film “The Old Guard”, questo luglio Netflix non vuole proprio farci annoiare. 

Deadwind 2: Tornano a inizio mese i casi della serie finlandese elogiata dalla critica. Anche nella seconda stagione seguiremo le vicende della poliziotta Sophia Karppi e del collega Sakari Nurmi alle prese con sparizioni, inseguimenti e omicidi. 
Gli 8 episodi della seconda stagione di Deadwind saranno disponibili da mercoledì, 1 luglio

Unsolved mystery: Gli ideatori della versione originale di Unsolved Mysteries e i produttori di Stranger Things presentano nuovi misteri insoluti. I protagonisti di questa docuserie saranno persone comuni che hanno vissuto esperienze paranormali e uniche, come incontri con fantasmi o avvistamenti di UFO. I primi sei misteri (Mistero sul tetto, 13 minuti, La casa degli orrori, Nessun passaggio fino a casa, Un ufo nella contea di Berkshire, Testimone scomparsa) saranno disponibili da mercoledì, 1 luglio

Le ragazze del centralino – Finale: A luglio arriva il momento di salutare definitivamente una delle serie di punta di Netflix Spagna. Le vicende delle ragazze del centralino troveranno finalmente una risoluzione, forse amaro o forse felice. La seconda parte delle stagione finale de Le ragazze del centralino sarà disponibile da venerdì, 3 luglio

Stateless: Le strade di quattro sconosciuti: una donna in fuga, un rifugiato, una funzionaria e un padre in difficoltà, s’incrociano in un centro di detenzione per migranti nell’outback australiano. Stateless è una miniserie basata su una storia vera e coideata dal premio Oscar Cate Blanchett.
I sei episodi di questa affascinante serie saranno disponibili da mercoledì, 8 luglio

The Old Guard: Da secoli il mondo dei mortali è protetto da un gruppo di mercenari capitanato da una guerriera di nome Andy, interpretata da Charlize Theron. Stranamente i componenti della squadra non possono morire, ma durante una missione questa loro capacità diventerà pubblica. Ora tocca ad Andy e all’ultima arrivata Nile aiutare il team a scongiurare il pericolo rappresentato da chi, a qualsiasi prezzo, intende replicare e sfruttare economicamente questo dono.
The Old Guard sarà disponibile da venerdì, 10 luglio.

Come vendere droga online (in fretta) 2: Moritz, Lenny e Dan sono rapidamente diventati famosi con il loro negozio online MyDrugs e dopo aver guadagnato un milione di euro hanno deciso di chiudere baracca e burattini. Più o meno. La seconda stagione di Come vendere droga online (in fretta)sarà disponibile da martedì, 21 luglio

The Umbrella Academy 2: Quando è stata annunciata la seconda stagione di The Umbrella Academy i fan della serie sono letteralmente impazziti. Con questa seconda stagione facciamo un salto nel passato, esattamente nella Dallas del 1960 e seguiremo le vicende dei protagonisti-supereroi che, questa volta, si troveranno separati gli uni dagli altri. 
La seconda stagione di The Umbrella Academy sarà disponibile da venerdì, 31 luglio

Netflix: gli imperdibili di luglio 2020
Art
Netflix: gli imperdibili di luglio 2020
Netflix: gli imperdibili di luglio 2020
1 · 1
Le illustrazioni architettoniche di KaloolaJay Studio

Le illustrazioni architettoniche di KaloolaJay Studio

Giulia Guido · 7 mesi fa · Art

Le illustrazioni di KaloolaJay Studio catturano per la loro semplicità e, al tempo stesso, per la loro ricchezza di colori e forme. 

Dietro il nome di KaloolaJay Studio si nasconde Kate, arista inglese che ha trasformato il suo background in architettura nel punto di partenza della sua arte. Oggi, infatti, illustra e crea bellissimi poster e cartoline rappresentando edifici di ogni genere. 

Dalle casette dei bagnini tipiche delle spiagge americane alle bianche case greche, dagli edifici storici ai grattacieli moderni, l’occhio di Kate si posa sulle forme dei balconi, sulle linee delle scale, sui colori dei mattoni e degli intonaci e ce li restituisce in illustrazioni realizzate in tecnica flat design. 

Ogni elemento è quindi ridotto al minimo, la profondità e la prospettiva vengono sacrificate per lasciare spazio ai colori e alle texture. Con le sue illustrazioni, KaloolaJay Studio ci apre le porte di un mondo dove è sempre estate, dove il sole caldo batte sulle facciate degli edifici e dove sentiamo il profumo di libertà e spensieratezza. 

Per scoprire tutte le illustrazioni andate sul profilo Instagram di KaloolaJay Studio e per comprare una delle opere andate sul suo profilo Etsy

Le illustrazioni architettoniche di KaloolaJay Studio
Art
Le illustrazioni architettoniche di KaloolaJay Studio
Le illustrazioni architettoniche di KaloolaJay Studio
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
World in progress, l’opera di Saype per le Nazioni Unite

World in progress, l’opera di Saype per le Nazioni Unite

Giulia Guido · 7 mesi fa · Art

Era il 26 giugno 1945 quando i rappresentati d 50 Paesi si riunirono a San Francisco per firmare la Carta delle Nazioni Unite. Oggi, l’ONU conta 193 Stati membri che insieme collaborano per mantenere la pace e la sicurezza mondiale, per sviluppare relazioni amichevoli tra le nazioni e per favorire la cooperazione internazionale. 

Quest’anno, per festeggiare il 75° anniversario della nascita delle Nazioni Unite, è stata commissionata a Saype la realizzazione di un’enorme opera di land art esattamente davanti all’ingresso dell’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra. 

Su una superficie di 6.000 metri quadrati, l’artista francese ha disegnato con della vernice biodegradabile un bambino e una bambina intenti a disegnare quello che sembra essere un mondo migliore, dove tutti si tendono per mano. 

Intitolato “World in progress”, l’opera di Saype vuole essere un simbolo di speranza per un futuro migliore, ma vuole anche ricordare al mondo che sebbene il futuro appartenga ai bambini, la qualità della loro vita dipende da noi ed è nostra responsabilità fare qualsiasi cosa per renderla migliore. 

World in progress” evokes the collective construction of our future.

World in progress, l’opera di Saype per le Nazioni Unite
Art
World in progress, l’opera di Saype per le Nazioni Unite
World in progress, l’opera di Saype per le Nazioni Unite
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Kinahan’s Whiskey lancia KASC, un progetto creativo per la comunità

Kinahan’s Whiskey lancia KASC, un progetto creativo per la comunità

Giulia Pacciardi · 7 mesi fa · Art

KASC è il nuovo spazio creativo ideato da Kinahan’s Whiskey per promuovere i valori di coesione e inclusività, leitmotiv della nostra epoca e specchio delle nostre necessità, dove il Whiskey incontra l’arte con l’obiettivo di ispirare un’evoluzione del pensiero collettivo e di favorire in questo modo il progresso sociale.

La missione di questo nuovo progetto charity è quella di creare una dimensione innovativa dove l’oggetto artistico è investito anche di una responsabilità sociale che gli permette di essere forza motrice del cambiamento.

“KASC è molto più di un’oggetto da collezione, è un’intersezione e sovrapposizione di diverse influenze culturali che creano una nuova identità intermedia in grado di svelare un valore finora nascosto. E’ un totem contemporaneo, un’emozione tangibile che vuole suscitare un confronto e ispirare un cambiamento” afferma Zak Oganian, Managing Director di Kinahan’s Whiskey. 

Per la prima release KASC ha collaborate con l’artista contemporaneo MARCANTONIO che annovera fra le sue collaborazioni realtà come Seletti, Giorgio Armani e la galleria Rossana Orlandi.
Per questa occasione l’artista italiano ha creato un’opera intitolata “I’M OK”, la cui caratteristica è un ritratto dell’artista stesso incastonato all’interno di una bottiglia di Kinahan’s Whiskey. 

I profitti dell’opera, che verrà prodotta in una edizione limitata di soli 500 pezzi, verranno devoluti a Food for Soul, l’associazione no-profit di Massimo Bottura e Lara Gilmore, che incoraggia un sistema alimentare salutare e equo.

Il pre-order online dell’opera è già disponibile e la trovate qui.

Kinahan’s Whiskey lancia KASC, un progetto creativo per la comunità
Art
Kinahan’s Whiskey lancia KASC, un progetto creativo per la comunità
Kinahan’s Whiskey lancia KASC, un progetto creativo per la comunità
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
Andy Leek installerà per tre mesi le sue opere a King’s Cross

Andy Leek installerà per tre mesi le sue opere a King’s Cross

Emanuele D'Angelo · 7 mesi fa · Art

Il noto street artist Andy Leek, per celebrare la riapertura dei negozi e delle attività in Inghilterra, per i prossimi mesi estivi porterà la sua arte a King’s Cross, un’area situata tra il borgo di Camden e quello di Islington, nella città di Londra.

All’artista è stata data carta bianca, potrà colorare e ravvivare King’s Cross a suo piacimento per tre mesi, come una tela. Creerà una serie in evoluzione di opere d’arte pubblica che diffonderanno ottimismo, con l’intento di regalare un po’ di positività alla nazione quando uscirà definitivamente dal lockdown.

La prima installazione di Andy Leek sul posto, intitolata This Much, si ispira alle linee guida di distanziamento sociale che tutti noi abbiamo seguito negli ultimi mesi. Spuntando in tutta la tenuta, This Much prende la forma di 28 braccia tese con messaggi di speranza e amore tra di loro.

“Per tutti questi mesi sono stati due metri di paura, solitudine e pericolo. Li trasformo in due metri di speranza, positività e umorismo”. Siamo rimasti tutti separati per prenderci cura l’uno dell’altro, per tenere al sicuro non solo i nostri cari, ma anche gli estranei che non abbiamo mai incontrato. È così facile dare le cose per scontate fino a quando non le perdiamo, quindi è bello aggrapparsi a quella sensazione di quanto ci mancavano i nostri cari come se si trattasse di tornare a una certa normalità”.

Andy Leek installerà per tre mesi le sue opere a King’s Cross
Art
Andy Leek installerà per tre mesi le sue opere a King’s Cross
Andy Leek installerà per tre mesi le sue opere a King’s Cross
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6