Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana

Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

Raya Sader Bujana è una paper artist e set designer che riesce a creare, con sola carta e taglierini, delle micro sculture che hanno dell’incredibile.
Dal suo autoritratto, alla colazione perfetta con torta e cappuccino, fino a foglie e fiori, i suoi lavori sono talmente precisi da sembrare reali.

La serie che però sembra essere la più difficile in assoluto è quella che ha voluto dedicare agli sport, in particolare alle discipline olimpiche.
Con un’attenzione al dettaglio impressionante è riuscita a ricreare i corpi mentre compiono i movimenti, palline che prendono il volo e biciclette lanciate sui loro percorsi.

Questo lo potete vedere qui, mentre tutti i suoi bellissimi lavori qui o qui.

Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana | Collater.al 1 Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana | Collater.al 2 Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana | Collater.al 3 Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana | Collater.al 4 Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana | Collater.al 5 Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana | Collater.al 6

Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana
Art
Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana
Le discipline olimpiche della paper artist Raya Sader Bujana
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia

Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia

Giulia Leggieri · 2 anni fa · Art

Gold Leaks è il nuovo esperimento artistico dello scultore brasiliano Vanderlei Lopes. Da sempre affascinato dall’alchimia e dalla rielaborazione creativa di diversi materiali metallici, come un nuovo Re Mida trasforma le sue sculture in veri e propri miraggi.

L’oro che sembra colare ovunque nella sua galleria, dalle pareti al pavimento, è in realtà bronzo lucido, manipolato in modo tale da creare l’illusione del movimento naturale del metallo nella sua forma liquida.

Dietro le sue installazioni si nasconde però un sottile senso dell’umorismo nel tentativo, fortemente riuscito, di ingannare l’osservatore. In questo gioco di materiali a metà tra le due forme, liquida e solida, l’artista paragona il processo alchemico a quello di trasformazione presente in natura e nell’animo umano.

Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia | Collater.al 1 Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia | Collater.al 2 Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia | Collater.al 3 Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia | Collater.al 4 Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia | Collater.al 5 Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia | Collater.al 6

Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia
Art
Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia
Gold Leaks, l’installazione di Vanderlei Lopes tra arte e alchimia
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Short video for Breakfast – SLURP, fughe notturne

Short video for Breakfast – SLURP, fughe notturne

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

La cosa più divertente dei video degli studenti delle scuole di animazione è che usano la loro immaginazione senza alcun limite.
Inventano storie inverosimili che puntano all’ironia, che puntano a far ridere.

SLURP, uno short video della studentessa francese Chloe Plat, racconta la storia di una piccola e irreverente lingua che fugge dalla bocca del suo proprietario per lanciarsi in avventure notturne.
Prima innocue, poi un po’ meno.

Short video for Breakfast – SLURP, fughe notturne
Art
Short video for Breakfast – SLURP, fughe notturne
Short video for Breakfast – SLURP, fughe notturne
1 · 1
Short video for Breakfast – Es mü z’äng la controproducente lotta di Lalita Lupina

Short video for Breakfast – Es mü z’äng la controproducente lotta di Lalita Lupina

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

Quante volte vi è capitato di lottare con qualcosa di troppo, davvero troppo, stretto?
Una maglietta che non passa per il collo, un paio di scarpe che non vuole entrare, un paio di jeans che assolutamente non ne vuole sapere.
E magari quante volte, per un motivo o per un altro, è stato completamente inutile?

Lo short video Es mü z’äng di Lalita Lupita, di cui vi abbiamo già parlato qui, racconta esattamente questo.
Una lotta stretta completamente inutile, anzi anche controproducente.

Short video for Breakfast – Es mü z’äng la controproducente lotta di Lalita Lupina
Art
Short video for Breakfast – Es mü z’äng la controproducente lotta di Lalita Lupina
Short video for Breakfast – Es mü z’äng la controproducente lotta di Lalita Lupina
1 · 1
Le ombre distopiche di David de la Mano

Le ombre distopiche di David de la Mano

Giulia Ficicchia · 2 anni fa · Art

“Distopia” sembra essere la parola d’ordine di quest’anno per cercare di dare spazio ed attenzione a temi noti, affrontati ma non ancora risolti. Le ancelle di Margaret Atwood sono passate dalla narrazione scritta della loro creatrice al piccolo schermo, conquistando diversi Emmys. Altri sono in attesa della nuova stagione di “The Man In The High Castle“, per scoprire come se la caveranno giapponesi e nazisti a gestire l’America e il mondo.

In realtà sembra quasi impossibile delle volte dividere il mondo dell’arte da questa tendenza, tanto che non c’è da meravigliarsi quando viene riproposta dall’artista spagnolo David de la Mano in alcuni dei suoi ultimi lavori a Londra.

In uno di essi, secondo un movimento che pare quasi assomigliare ad un girone dantesco, o per lo meno per come è sempre stato rappresentato nel tempo, soldati dalle fattezze piuttosto strane marciano. Teste di altri animali come cani e uccelli si sostituiscono per alcuni dei protagonisti a quelle umane, in un lavoro artistico che vuole ricollegarsi ad uno dei temi più pressanti di questi ultimi anni, quello dei migranti.

Le ombre di de la Mano scappano da fame, povertà, guerra e morte per cercare il loro posto nel mondo affrontando le onde, il caos, la paura e sembrano trovare temporaneamente un posto sulle facciate di muri e palazzi.

Le ombre distopiche di David de la Mano
Art
Le ombre distopiche di David de la Mano
Le ombre distopiche di David de la Mano
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9