Permanente e interactivo, Spidertag affascina con i suoi murales di neon

Permanente e interactivo, Spidertag affascina con i suoi murales di neon

Giulia Guido · 1 anno fa · Art

Spidertag porta una ventata di originalità nel mondo della street art con il suo ultimo lavoro Permanente e interactivo prodotto da Mistake Maker.

In occasione del Festival di Arte Urbana ESTAU che si tiene ogni anno in Portogallo lo street artist ha realizzato un murales che si discosta dai classici lavori fatti con vernici e bombolette. Infatti, è dal 2016 che Spidertag affascina il suo pubblico con lavori fatti di neon.

L’artista dà la forma che vuole a questi cavi leggeri e flessibili per poi attaccarli al muro. La magia avviene quando queste luci vengono accese nel buio della notte. Le linee e le forme colorate sembrano essere sospese in aria.

Influenzata dal costruttivismo russo, dall’arte cinetica, dal cinema, dalla letteratura, dall’architettura moderna, la sua è un’idea che va contro al principio fondamentale della street art, ovvero fare opere visibili da tutti durante giorno.
Si tratta di un’interpretazione personale dell’arte urbana, figlia di anni di lavori e esperimentazione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @spidertag in data:

Permanente e interactivo Spidertag | Collater.al Permanente e interactivo Spidertag | Collater.al Permanente e interactivo Spidertag | Collater.al Permanente e interactivo Spidertag | Collater.al Permanente e interactivo Spidertag | Collater.al

Permanente e interactivo, Spidertag affascina con i suoi murales di neon
Art
Permanente e interactivo, Spidertag affascina con i suoi murales di neon
Permanente e interactivo, Spidertag affascina con i suoi murales di neon
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
David Lynch trasforma Twin Peaks in un’esperienza in realtà virtuale 

David Lynch trasforma Twin Peaks in un’esperienza in realtà virtuale 

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

Durante il Festival of Disruption, un evento di musica, arte e creatività, David Lynch ha intenzione di presentare una versione di Twin Peaks in VR. Il gioco è stato realizzato con Collider Games e Showtime e si chiamerà proprio Twin Peaks VR, portando il pubblico sia nei luoghi della serie originale, che in quelli del reboot realizzato nel 2017. Nelle ultime dichiarazioni è stato rivelato che:

“Players will travel to Glastonbury Grove, only to end up in the puzzling Red Room. Fans of the series will follow in the footsteps of Special Agent Dale Cooper and try to make their way back into the life they left behind”.

Proprio come l’agente speciale dell’FBI Dale Cooper, il compito dei giocatori sarà quello di uscire dalla Stanza Rossa e di ritornare nella realtà. Per molti che già conoscono la celebre serie sarà un’esperienza emozionante ed anche un po’ inquietante, per tutti gli altri sarà un’opportunità per scoprire Lynch. Al festival presenzieranno artisti come RZA, Vic Mensa, Richard Reed Parry di Arcade Fire, Carrie Brownstein, Grace Jones e altri.

Sarà possibile giocare a Twin Peaks VR su HTC vive e Oculus Rift, oltre che su Stream, aspettiamo solo di sapere la data d’uscita ufficiale.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Twin Peaks (@twinpeaks) in data:

David Lynch trasforma Twin Peaks in un'esperienza in realtà virtuale | Collater.al David Lynch trasforma Twin Peaks in un'esperienza in realtà virtuale | Collater.alDavid Lynch trasforma Twin Peaks in un'esperienza in realtà virtuale | Collater.al  David Lynch trasforma Twin Peaks in un'esperienza in realtà virtuale | Collater.al 3David Lynch trasforma Twin Peaks in un'esperienza in realtà virtuale | Collater.al 3David Lynch trasforma Twin Peaks in un'esperienza in realtà virtuale | Collater.al

David Lynch trasforma Twin Peaks in un’esperienza in realtà virtuale 
Art
David Lynch trasforma Twin Peaks in un’esperienza in realtà virtuale 
David Lynch trasforma Twin Peaks in un’esperienza in realtà virtuale 
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Gli Zombie di The Walking Dead invadono New York

Gli Zombie di The Walking Dead invadono New York

Giulia Guido · 1 anno fa · Art

Ammettiamolo, è difficile raggiungere il livello delle trovate pubblicitarie di Netflix e HBO, ma questa volta per l’ultima stagione di The Walking Dead AMC e FOX si sono proprio superate.

In questi giorni il Walker Truck, un camion pieno di vaganti, sta girando per New York impossessandosi delle strade di Manhattan. L’altro ieri gli zombie si sono fermati davanti al Madison Square Garden, ieri invece hanno terrorizzato i passanti al Lincoln Center.

Se siete a New York e volete vedere passare il Walker Truck rimanete aggiornati sulla sua posizione andando su Instagram.

Che siate Team Rick o Team Negan io vi auguro di non imbattervi mai in un vagante e vi consiglio di aspettare in casa l’ultima stagione, che uscirà in America il 7 ottobre, magari rivendendovi tutte le precedenti puntate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

We’ve got a big rig full of walkers, and we’re gonna drive it all over NYC. Live in NYC? Come find us. Live everywhere else? Follow along right here. #TWD

Un post condiviso da The Walking Dead (@amcthewalkingdead) in data:

The Walking Dead | Collater.al The Walking Dead | Collater.al The Walking Dead | Collater.al The Walking Dead | Collater.al The Walking Dead | Collater.al

Gli Zombie di The Walking Dead invadono New York
Art
Gli Zombie di The Walking Dead invadono New York
Gli Zombie di The Walking Dead invadono New York
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
Boolean Operator, l’installazione che sembra muoversi e cambiare forma

Boolean Operator, l’installazione che sembra muoversi e cambiare forma

Giulia Guido · 1 anno fa · Art

Vista da lontano può sembrare una soffice nuvola quella che si è posata sulla piazza rialzata del Suzhou Center in Cina. In realtà si tratta di Boolean Operator, l’ultima installazione realizzata dallo studio di Marc Fornes, THEVERYMANY in occasione della Jinji Lake Biennale 2018.

La struttura è interamente realizzata da un sottilissimo strato di alluminio bianco, a cui è stata data la forma di una nuvola. La superficie è interamente traforata, in modo tale da far penetrare la luce esterna. In questo modo, quando entriamo nella struttura ci ritroviamo in un luogo etereo, un altro mondo. Percorrere i corridoi senza forma di Boolean Operator è una vera e propria esperienza rivelatrice. La sensazione è quella di ritrovarsi su un’imbarcazione progettata per muovere i visitatori che diventa essa stessa una destinazione.

“A vassel that moves you.”

L’installazione è ispirata alla luna, alla sua superficie, che a volte è visibile e alter volte nasconde i suoi crateri e le sue forme. Grazie ai giochi di luce, ai volumi e al movimento del visitatore sembra che la struttura si muova e cambi forma.

Boolean Operator | Collater.al Boolean Operator | Collater.al Boolean Operator | Collater.al Boolean Operator | Collater.al Boolean Operator | Collater.al Boolean Operator | Collater.al Boolean Operator | Collater.al Boolean Operator | Collater.al

Boolean Operator, l’installazione che sembra muoversi e cambiare forma
Art
Boolean Operator, l’installazione che sembra muoversi e cambiare forma
Boolean Operator, l’installazione che sembra muoversi e cambiare forma
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Venduto per un milione di sterline, il quadro di Banksy si autodistrugge

Venduto per un milione di sterline, il quadro di Banksy si autodistrugge

Giulia Pacciardi · 1 anno fa · Art

Venduto all’asta per un milione di sterline, una rara copia di “Girl with a Balloon”, il famoso pezzo di Banksy apparso per la prima volta a Londra nel 2002, si è autodistrutto fra lo stupore dei presenti.
La scorsa notte, infatti, una delle tante aste organizzate da Sotheby’s si è trasformata in una nuova performance messa in atto dall’artista stesso che, nonostante avesse raggiunto il suo record personale di vendita, ha preferito sminuzzare in decine di striscioline una delle sue opere più iconiche grazie ad un meccanismo interno alla cornice.
Quasi nullo l’immediato intervento degli addetti ai lavori che, al suono di una sirena, hanno tentato di salvare il quadro riuscendo però a mantenere intatta solo la sua metà.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Casterline | Goodman Gallery (@casterlinegoodmangallery) in data:

Poche le dichiarazioni dei dirigenti di Sotheby’s che hanno commentato il fatto con un ironico e rassegnato “We’ve just been Banksy-ed” (siamo appena stati banksyzzati).

L’artista ha rivendicato il gesto sul suo profilo Instagram con un chiaro e semplice “Going, going, gone”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Going, going, gone…

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Quel che resta da capire ora è se il quadro, o quello che resta di lui, abbia acquisito ancora più valore o se l’anonimo compratore dovrà essere completamente risarcito della sua offerta.

[UPDATE] Shredding the Girl and Balloon – The Director’s Cut, 18 ottobre 2018

Per mettere a tacere tutte le polemiche che vedevano il gesto di Banksy una strategia per aumente il valore del suo quadro, l’artista di Bristol ha pubblicato un nuovo video in cui mostra come il meccanismo da lui inventato abbia sempre funzionato, inceppandosi solamente nel giorno della live performance da Sotheby’s.
Nel nuovo mini doc Banksy mostra come durante le prove all’interno del suo studio tutto abbia sempre funzionato, dimostrando al pubblico e alla critica che del suo quadro non doveva rimanere nulla se non un piccolo insieme di inutili striscioline.

 

Venduto per un milione di sterline, il quadro di Banksy si autodistrugge
Art
Venduto per un milione di sterline, il quadro di Banksy si autodistrugge
Venduto per un milione di sterline, il quadro di Banksy si autodistrugge
1 · 1