Short video for Breakfast – Purl, accogliere chi è diverso significa diventare più forti

avatar
15 Febbraio 2019

Purl, uno dei corti del progetto SparkShorts della Pixar, racconta una storia universale che parla di accoglienza, sia al lavoro sia nella vita.

Purl è uno dei cortometraggi firmati Pixar che fanno parte del nuovissimo progetto SparkShorts, che ha permesso a creativi, video maker e amanti dell’animazione di presentare il proprio corto animato. In questo caso Purl è il lavoro di Kristen Lester, scrittrice e regista, che ha colto l’occasione per raccontare la sua personale esperienza in campo lavorativo, che si è rivelata subito comune a molte altre donne. 

Kristen ha voluto restituire al suo pubblico quella sensazione che si ha quando al lavoro si è l’unica donna nella stanza, o sull’intero piano, quel reprimere la propria vera natura per somigliare quanto più possibile agli altri, iniziare a interessarsi di sport e cambiare il proprio aspetto fisico. 

Nel corto è Purl, un esuberante gomitolo di lana rosa, a subire tutto questo. Assunto in una start-up in cui lavorano solo uomini bianchi, Purl capisce subito che le opzioni sono due: o andarsene o diventare come loro. Così il gomitolo decide di cambiare, copiando in tutto e per tutto i suoi colleghi. Quando però, Lacey, un nuovo gomitolo giallo, arriverà a lavorare lì Purl sarà costretto a scegliere da che parte stare. 

Il finale è sorprendente ed è la prova che accogliere ciò che è diverso non mina la nostra personalità o il nostro lavoro, ma rende solo più forti, quindi, perché mai averne paura?

Purl Pixar SparkShorts | Collater.al
Purl Pixar SparkShorts | Collater.al
Purl Pixar SparkShorts | Collater.al
Purl Pixar SparkShorts | Collater.al
Purl Pixar SparkShorts | Collater.al
Purl Pixar SparkShorts | Collater.al
Purl Pixar SparkShorts | Collater.al
Purl Pixar SparkShorts | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share